Difference between revisions of "Asus Eee PC 900A (Italiano)"

From ArchWiki
Jump to: navigation, search
m (Creare un device usb avviabile)
m (changed category)
(19 intermediate revisions by 6 users not shown)
Line 1: Line 1:
{{i18n_links_start}}
+
[[Category:Laptops (Italiano)]]
 
+
[[Category:ASUS (Italiano)]]
{{i18n_entry|Italiano|Asus_Eee_PC_900A}}
+
 
+
{{i18n_links_end}}
+
[[Category:Getting and installing Arch (English)]]
+
[[Category:HOWTOs (English)]]
+
[[Category:Laptops (English)]]
+
 
+
 
= Premessa =
 
= Premessa =
 
È richiesta una buona conoscenza di Arch Linux e di GNU/Linux in generale.
 
È richiesta una buona conoscenza di Arch Linux e di GNU/Linux in generale.
Line 68: Line 61:
  
 
Cambiare percorso e device a seconda del risultato di fdisk.
 
Cambiare percorso e device a seconda del risultato di fdisk.
 
== Utilizzo del kernel Linux ==
 
 
Se si desidera utilizzare il kernel zen personalizzato per l'eeepc proseguire oltre.
 
 
Per usare il kernel predefinito di Arch Linux è necessario installare il driver per il wifi.
 
È presente in AUR.
 
 
Installiamolo:
 
 
yaourt -Sy madwifi-hal-svn
 
 
I moduli per la webcam e per l'ethernet sono inclusi nel kernel Linux a partire dalla versione 2.6.27.
 
  
 
= Configurazione del sistema =
 
= Configurazione del sistema =
  
Installate il pacchetto laptop-mode-tools
+
Installate il pacchetto laptop-mode-tools, alsa e il demone acpid
  
  pacman -Sy laptop-mode-tools
+
  pacman -S laptop-mode-tools alsa-utils acpid
  
 
Editate il file /etc/rc.conf per apportare alcuni cambiamenti
 
Editate il file /etc/rc.conf per apportare alcuni cambiamenti
Line 92: Line 72:
 
  nano /etc/rc.conf
 
  nano /etc/rc.conf
  
Nella sezione MODULES aggiungete un ! davanti a ath5k in modo da non caricarlo all’avvio perchè crea conflitti e problemi con i driver (funzionanti) per il wi-fi, poi inserite eee e eeepc-laptop.
+
Nella sezione MODULES aggiungete eeepc-laptop.
  
 
Nella sezione DAEMONS aggiungete acpid, alsa e laptop-mode.
 
Nella sezione DAEMONS aggiungete acpid, alsa e laptop-mode.
Line 104: Line 84:
 
== Wireless ==
 
== Wireless ==
  
Driver già inclusi nel kernel.
+
Driver già incluso nel kernel.
  
 
== Touchpad ==
 
== Touchpad ==
  
Qui c'è da aggiungere qualche riga a xorg.conf ma, prima, installiamo synaptics, evdev e xorg.
+
Funzionante sin da subito, senza xorg.conf. Installiamo synaptics, evdev e xorg.
  
  pacman -Sy synaptics xf86-video-intel xf86-input-evdev xorg
+
  pacman -S xf86-input-synaptics xf86-video-intel xf86-input-evdev xorg
 
+
'''NOTA:''' se utilizzate il repo testing il pacchetto synaptics si chiama xf86-input-synaptics.
+
 
+
nano /etc/X11/xorg.conf
+
 
+
Aggiungiamo tutta questa sezione:
+
 
+
Section "InputDevice"
+
  Identifier  "Touchpad"
+
  Driver "synaptics"
+
  Option "Device"  "/dev/input/mouse0"
+
  Option "Protocol"  "auto-dev"
+
# Option  "LeftEdge" "1700"
+
#  Option  "RightEdge" "5300"
+
#  Option  "TopEdge" "1700"
+
# Option  "BottomEdge" "4200"
+
  Option  "FingerLow"  "25"
+
  Option  "FingerHigh"  "30"
+
  Option  "MaxTapTime"  "180"
+
  Option  "MaxTapMove"  "220"
+
#  Option  "VertScrollDelta" "100"
+
#  Option  "MinSpeed"  "0.06"
+
#  Option  "MaxSpeed"  "0.12"
+
#  Option  "AccelFactor" "0.0010"
+
  Option  "SHMConfig"  "off"
+
Option  "VertTwoFingerScroll"  "1"
+
Option  "HorizTwoFingerScroll"  "1"
+
 
+
poi modifichiamo la sezione ServerLayout
+
 
+
Section "ServerLayout"
+
Identifier    "NomeCheVoleteVoi"
+
Screen      0  "Screen0" 0 0
+
InputDevice    "Mouse0" "SendCoreEvents"
+
InputDevice    "Keyboard0" "CoreKeyboard"
+
InputDevice    "Touchpad" "CorePointer"
+
EndSection
+
 
+
Se desiderate usare il mouse come dispositivo principale al posto del touchpad scambiate "SendCoreEvents" con "CorePointer".
+
 
+
Nella sezione Module aggiugete
+
 
+
Section "Module"
+
Load  "synaptics"
+
...
+
...
+
EndSection
+
  
 
== Acpi ==
 
== Acpi ==
 
+
Funzionante con i moduli del kernel.
Installare da AUR il pacchetto e3acpi, creato appositamente per i modelli 900, 900A e simili.
+
yaourt -Sy e3acpi
+
  
 
=== Asus OSD ===
 
=== Asus OSD ===
Incluse nel pacchetto appena installato, il comando asusosd viene aggiunto automaticamente all'avvio del vostro DE (date un'occhiata al PKGBUILD se siete curiosi).
+
Incluse nei moduli del kernel.
  
Nel modulo eeepc-laptop del kernel Linux sono contenute (anche ?) le asus osd, però pare che funzionino solo dal kernel 2.6.28 in poi (e sono rappresentate diversamente, IMHO molto meglio), quindi per ora continuiamo ad utilizzare le solite e se, in futuro, vorremmo disattivarle è sufficente togliere asusosd dall'avvio del DE.
+
== Audio ==
 +
Se non lo avete già precedentemente installato:
  
== Audio ==
+
  pacman -S alsa-utils
Installare alsa:
+
 
  pacman -Sy alsa-lib alsa-utils
+
Eseguire il comando alsaconf da root:
 +
alsaconf
 +
Con alsamixer è possibile aggiustare i livelli del volume, per salvarli usare alsactl store (tutto da root).
  
 
== Webcam ==
 
== Webcam ==
Line 184: Line 118:
 
Installare il pacchetto laptop-mode-tools
 
Installare il pacchetto laptop-mode-tools
  
  pacman Sy laptop-mode-tools
+
  pacman -S laptop-mode-tools
  
 
In /etc/laptop-mode/ si trovano tutte le configurazioni disponibili, in maggior modo in /etc/laptop-mode/conf.d/cpufreq.conf è presente la configurazione per lo scaling della CPU.
 
In /etc/laptop-mode/ si trovano tutte le configurazioni disponibili, in maggior modo in /etc/laptop-mode/conf.d/cpufreq.conf è presente la configurazione per lo scaling della CPU.
Line 195: Line 129:
 
Installare il pacchetto cpufrequtils
 
Installare il pacchetto cpufrequtils
  
  pacman -Sy cpufrequtils
+
  pacman -S cpufrequtils
  
 
Con il comando cpufreq-info potete controllare la frequenza minima e massima dei processore, dopodichè modificate /etc/conf.d/cpufreq
 
Con il comando cpufreq-info potete controllare la frequenza minima e massima dei processore, dopodichè modificate /etc/conf.d/cpufreq
Line 215: Line 149:
 
  nano /etc/fstab
 
  nano /etc/fstab
  
   tmpfs      /tmp            tmpfs        defaults,size=512m           0    0
+
   tmpfs      /tmp            tmpfs        defaults,size=50%           0    0
  
Notate che i valori possono essere cambiati a piacimento (512m sono 512MB ovviamente).. dato che quello è il limite che può assumere la cartella nella RAM (quindi non esagerate se volete evitare casini). Se il valore size non viene impostato viene comunque limitato a metà della vostra RAM.
+
Notate che i valori possono essere cambiati a piacimento (50% è metà memoria RAM).. dato che quello è il limite che può assumere la cartella nella RAM (quindi non esagerate se volete evitare casini). Se il valore size non viene impostato viene comunque limitato a metà della vostra RAM.
  
 
Aggiungere anche l'opzione noatime a tutte le partizioni dell'SSD.
 
Aggiungere anche l'opzione noatime a tutte le partizioni dell'SSD.
Line 234: Line 168:
  
 
  pacman -Rdcn cairo libxft fontconfig freetype2
 
  pacman -Rdcn cairo libxft fontconfig freetype2
  yaourt -Sy cairo-ubuntu
+
  yaourt -S cairo-ubuntu
 
  ln -s /etc/fonts/conf.avail/10-autohint.conf /etc/fonts/conf.d/10-autohint.conf
 
  ln -s /etc/fonts/conf.avail/10-autohint.conf /etc/fonts/conf.d/10-autohint.conf
  
Line 279: Line 213:
  
 
Quando avete completato tutto riavviate X. Notate che potrebbe essere necessario modificare alcune impostazioni dei font in qualche programma.
 
Quando avete completato tutto riavviate X. Notate che potrebbe essere necessario modificare alcune impostazioni dei font in qualche programma.
 
= Utilizzo del kernel zen =
 
 
Aggiungere un repository:
 
 
nano /etc/pacman.conf
 
 
Aggiungete queste due righe per il kernel eee
 
 
[zen-eee]
 
Server = http://robertek.brevnov.net/files/linux/arch
 
 
Prendete un’altro device esterno e copiateci il kernel zen.
 
 
* '''zen-eee901-1G''':  ottimizzato per eeepc con massimo 1GB di RAM
 
* '''zen-eee901-4G''':  ottimizzato per eeepc con più di 1GB di RAM (Il "4G" si riferisce al parametro nella configurazione del kernel)
 
 
Ad installazione completata montiamo il dispositivo e installiamo il kernel zen-eee901
 
 
mkdir /media/puntodimount
 
mount /dev/sdx /media/puntodimount
 
pacman -U /media/puntodimount/zen-eee901-*-i686.pkg.tar.gz
 
 
Editare /etc/rc.conf e togliere tutti i moduli che iniziano con snd* e soundcore, perchè sono stati compilati staticamente nel kernel.
 
 
== Configurare GRUB ==
 
 
Ora aggiungiamo una voce a /boot/grub/menu.lst per partire con questo kernel
 
 
nano /boot/grub/menu.lst
 
 
  # (0) Arch Linux
 
  title Arch Linux Zen Kernel
 
  root (hd0,0)
 
  kernel /boot/zeneee root=/dev/sda1 ro
 
  initrd /boot/zeneee.img
 
 
Per una configurazione ottimale sostituite /dev/sda1 con /dev/disk/by-uuid/uuid-partizione, dove uuid-partizione è ottenibile tramite il comando blkid.
 
 
'''IMPORTANTE:''' È giusto informare gli utenti che il kernel zen personalizzato per l'eeepc non è corredato di headers, quindi risulterà impossibile compilare sul proprio laptop moduli esterni (es. virtualbox).
 
 
= Riferimenti al 901 =
 
 
Nel modello 901 sono inoltre presenti il bluetooth e lo scaling dall'apposito tasto presente sul netbook.
 
 
Per il bluetooth è sufficente installare i pacchetti bluez-libs e bluez-utils o, in testing, il pacchetto bluez.
 
 
pacman -Sy bluez-libs bluez-utils
 
 
testing:
 
pacman -Sy bluez
 
 
Lo scaling da tasto è presente nel pacchetto acpi-eee901 di robertek, quindi è sufficente configurarlo in /etc/acpi/eee.conf.
 
 
nano /etc/apci/eee.conf
 
 
È fortemente consigliato utilizzare il pacchetto acpi-eee901 (al posto di quello consigliato per 900 e 900A) del repository zen-eee in quanto tutte le funzioni del modello 901 sono pienamente configurabili.
 
 
Aggiungere il demone fsb a /etc/rc.conf per abilitare sin dall'avvio lo scaling della CPU dal tasto argentato.
 
  
 
= Collegamenti utili =
 
= Collegamenti utili =

Revision as of 19:56, 27 September 2011

Premessa

È richiesta una buona conoscenza di Arch Linux e di GNU/Linux in generale. Conviene anche conoscere l'inglese ed avere un bel pò di pazienza.

Questa guida è adattabile anche al modello 901 e successivi, con hardware simile o possibilmente uguale.

Specifiche hardware

   * CPU: 1.6GHz N270 Intel Atom
   * RAM: 1024 MB, DDR2 667 MHz
   * ports: 3x USB 2.0, VGA
   * LAN/ethernet: Atheros L1e 10/100 Mbit
   * WLAN: Wi-Fi 802.11 a/b/g
   * Webcam 0.3 Mpix
   * Card reader: SD, SDHC, MMC
   * touchpad: "Multi-touch" elantech
   * display: 1024x600 8.9"
   * weight: 0,99 kg
   * battery: Li-ion, 4 Hours, 4400mAh
   * SDD: 8GB
   * Graphics: Intel 945GME chipset
00:00.0 Host bridge: Intel Corporation Mobile 945GME Express Memory Controller Hub (rev 03)
00:02.0 VGA compatible controller: Intel Corporation Mobile 945GME Express Integrated Graphics Controller (rev 03)
00:02.1 Display controller: Intel Corporation Mobile 945GM/GMS/GME, 943/940GML Express Integrated Graphics Controller (rev 03)
00:1b.0 Audio device: Intel Corporation 82801G (ICH7 Family) High Definition Audio Controller (rev 02)
00:1c.0 PCI bridge: Intel Corporation 82801G (ICH7 Family) PCI Express Port 1 (rev 02)
00:1c.1 PCI bridge: Intel Corporation 82801G (ICH7 Family) PCI Express Port 2 (rev 02)
00:1c.3 PCI bridge: Intel Corporation 82801G (ICH7 Family) PCI Express Port 4 (rev 02)
00:1d.0 USB Controller: Intel Corporation 82801G (ICH7 Family) USB UHCI Controller #1 (rev 02)
00:1d.1 USB Controller: Intel Corporation 82801G (ICH7 Family) USB UHCI Controller #2 (rev 02)
00:1d.2 USB Controller: Intel Corporation 82801G (ICH7 Family) USB UHCI Controller #3 (rev 02)
00:1d.3 USB Controller: Intel Corporation 82801G (ICH7 Family) USB UHCI Controller #4 (rev 02)
00:1d.7 USB Controller: Intel Corporation 82801G (ICH7 Family) USB2 EHCI Controller (rev 02)
00:1e.0 PCI bridge: Intel Corporation 82801 Mobile PCI Bridge (rev e2)
00:1f.0 ISA bridge: Intel Corporation 82801GBM (ICH7-M) LPC Interface Bridge (rev 02)
00:1f.2 IDE interface: Intel Corporation 82801GBM/GHM (ICH7 Family) SATA IDE Controller (rev 02)
01:00.0 Ethernet controller: Attansic Technology Corp. L1 Gigabit Ethernet Adapter (rev b0)
02:00.0 Ethernet controller: Atheros Communications Inc. AR242x 802.11abg Wireless PCI Express Adapter (rev 01)

Preparazione

Prendete una pendrive o una SD e scaricate l’ultima l’immagine core di Arch.

Torrent:

ftp://ftp.archlinux.org/iso/2009.02/archlinux-2009.02-core-i686.img.torrent

Download:

wget -c http://mi.mirror.garr.it/mirrors/archlinux/iso/2009.02/archlinux-2009.02-core-i686.img

Creare un device usb avviabile

Quando l’avete scaricate andate in un terminale e digitate

fdisk -l

E individuate il device della pendrive (solitamente sdb o sdc)

Ora dovete eseguire questo semplicissimo comando per copiare l’immagine sulla pendrive

dd if=/percorso/immagine/arch.img of=/dev/sdb bs=1M

Cambiare percorso e device a seconda del risultato di fdisk.

Configurazione del sistema

Installate il pacchetto laptop-mode-tools, alsa e il demone acpid

pacman -S laptop-mode-tools alsa-utils acpid

Editate il file /etc/rc.conf per apportare alcuni cambiamenti

nano /etc/rc.conf

Nella sezione MODULES aggiungete eeepc-laptop.

Nella sezione DAEMONS aggiungete acpid, alsa e laptop-mode.

Se non lo avete già fatto è necessario installare yaourt e sudo. Inoltre create un utente normale, senza privilegi di root.

Ethernet

Driver incluso nel kernel.

Wireless

Driver già incluso nel kernel.

Touchpad

Funzionante sin da subito, senza xorg.conf. Installiamo synaptics, evdev e xorg.

pacman -S xf86-input-synaptics xf86-video-intel xf86-input-evdev xorg

Acpi

Funzionante con i moduli del kernel.

Asus OSD

Incluse nei moduli del kernel.

Audio

Se non lo avete già precedentemente installato:

pacman -S alsa-utils

Eseguire il comando alsaconf da root:

alsaconf

Con alsamixer è possibile aggiustare i livelli del volume, per salvarli usare alsactl store (tutto da root).

Webcam

Perfettamente funzionante.

CPU frequency scaling

È possibile usare laptop-mode-tools oppure cpufrequtils, ma laptop-mode-tools fornisce molte più configurazioni per i portatili quindi è particolarmente consigliato.


Laptop mode tools:

Installare il pacchetto laptop-mode-tools

pacman -S laptop-mode-tools

In /etc/laptop-mode/ si trovano tutte le configurazioni disponibili, in maggior modo in /etc/laptop-mode/conf.d/cpufreq.conf è presente la configurazione per lo scaling della CPU.

Aggiungere in /etc/rc.conf il demone laptop-mode nella riga DAEMONS.


Cpufrequtils:

Installare il pacchetto cpufrequtils

pacman -S cpufrequtils

Con il comando cpufreq-info potete controllare la frequenza minima e massima dei processore, dopodichè modificate /etc/conf.d/cpufreq

nano /etc/conf.d/cpufreq

Inserire il governatore che si preferisce e settare la frequenza minima e massima rispettivamente a 800MHz e 1600MHz.

nano /etc/rc.conf

In /etc/rc.conf aggiungere nella riga DAEMONS cpufreq.


Valido per qualsiasi scelta: Aggiungiamo in MODULES cpufreq_conservative, cpufreq_powersave o cpufreq_userspace in base a ciò che ci serve.

Limitare le scritture su SSD

Editare il file /etc/fstab inserendo queste righe

nano /etc/fstab
 tmpfs      /tmp            tmpfs        defaults,size=50%           0    0

Notate che i valori possono essere cambiati a piacimento (50% è metà memoria RAM).. dato che quello è il limite che può assumere la cartella nella RAM (quindi non esagerate se volete evitare casini). Se il valore size non viene impostato viene comunque limitato a metà della vostra RAM.

Aggiungere anche l'opzione noatime a tutte le partizioni dell'SSD.

Modificare il file /etc/sysctl.conf e aggiungere:

nano /etc/sysctl.conf
 vm.dirty_writeback_centisecs = 1500

Fonts LCD

Nei monitor LCD la resa dei caratteri può essere peggiore rispetto ai CRT (tubo catodico)

Se non siete soddisfatti e volete risolvere questo inconveniente agite in questo modo:

pacman -Rdcn cairo libxft fontconfig freetype2
yaourt -S cairo-ubuntu
ln -s /etc/fonts/conf.avail/10-autohint.conf /etc/fonts/conf.d/10-autohint.conf

Abbiamo così installato i pacchetti patchati alla ubuntu.

ATTENZIONE: eseguite questi comandi nella stessa sessione di X senò quando lo riavvierete non partirà e sarete costretti ad usare la riga di comando per aggiustare il sistema.

Ora configuriamoli.

gedit ~/.fonts.conf

e incolliamoci queste righe:

<?xml version="1.0"?>
<!DOCTYPE fontconfig SYSTEM "fonts.dtd">
<fontconfig>
 <match target="font" >
  <test compare="more" name="weight" >
   <const>medium</const>
  </test>
  <edit mode="assign" name="autohint" >
   <bool>false</bool>
  </edit>
 </match>
</fontconfig>

Ora in GNOME andate in Sistema > Preferenze > Aspetto | Tipi di carattere > Dettagli.. e impostiamo:

96 punti per pollice
Sfumatura Subpixel (LCD)
Approssimazione (Hinting) Media
Ordine subpixel RGB.

Ora se vogliamo modifichiamo anche i caratteri, io per esempio ho impostato i seguenti:

Applicazioni > Dejavu Sans Book 8
Documenti > Dejavu Sans Book 8
Scrivania > Dejavu Sans Book 8
Titolo finestre > Dejavu Sans Bold 8
Larghezza fissa > Dejavu Sans Mono Book 8

Se usate OpenOffice apritelo. Andate in Strumenti > Opzioni > Vista e modificate "Elimina effetto scalettatura" da 8 a 1 pixel.

Quando avete completato tutto riavviate X. Notate che potrebbe essere necessario modificare alcune impostazioni dei font in qualche programma.

Collegamenti utili

Potete dare un'occhiata a questi wiki per informazioni più generali di Arch su Eee PC.