Difference between revisions of "BURG (Italiano)"

From ArchWiki
Jump to: navigation, search
(rm temporary i18n template)
Line 5: Line 5:
 
[[zh-CN:Burg]]
 
[[zh-CN:Burg]]
 
[[zh-TW:Burg]]
 
[[zh-TW:Burg]]
{{Temporary i18n}}
 
 
Burg è un boot loader grafico basato su [[GRUB2]]. Usa un nuovo formato di oggetti che permette di essere compilato su vari sistemi operativi, compresi Linux/Windows/OSX/Solaris/FreeBSD, ecc. Ha anche un menu di sistema altamente personalizzabile che funziona sia in modalità grafica che testuale.
 
Burg è un boot loader grafico basato su [[GRUB2]]. Usa un nuovo formato di oggetti che permette di essere compilato su vari sistemi operativi, compresi Linux/Windows/OSX/Solaris/FreeBSD, ecc. Ha anche un menu di sistema altamente personalizzabile che funziona sia in modalità grafica che testuale.
  

Revision as of 09:55, 15 June 2012

Burg è un boot loader grafico basato su GRUB2. Usa un nuovo formato di oggetti che permette di essere compilato su vari sistemi operativi, compresi Linux/Windows/OSX/Solaris/FreeBSD, ecc. Ha anche un menu di sistema altamente personalizzabile che funziona sia in modalità grafica che testuale.

Attenzione: Gli utenti che utilizzano i pacchetti burg*-fixed possono tornare ai normali pacchetti di burg.

Installazione

Per installare i pacchetti di Burg devi compilarli da AUR. Puoi usare yaourt, o puoi semplicemente scaricare i file e compilarli da te.

Pacchetti da compilare da AUR:

Opzioni di compilazione

E' possibile modificare PKGBUILD per personalizzare il pacchetto, in particolare:

  1. _mk_burg_emu (solo in burg-bios-bzr) (default=y) - Impostandolo y viene abilitato burg-emu (permette di controllare le modifiche senza riavviare) ma viene raddoppiato il tempo necessario alla compilazione. Se non si ha bisogno di burg-emu si può impostare a n per velocizzare la compilazione.
  2. _rm_build_dirs (default=n) - Impostandolo a y vengono eliminate le directory di compilazione, salvando spazio prezioso. Ciò non avrà alcun effetto su bazaar o qualunque altra cosa in ${srcdir}.

Configurazione iniziale

Poichè BURG è basato su grub la configurazione è simile.

Dopo aver installato i pacchetti dovrai seguire i seguenti passi:

1. Per prima cosa imposta BURG come bootloader sostituendolo a grub.

# burg-install /dev/sda --no-floppy
Nota: Ricorda di sostituire '/dev/sda' con il tuo disco.

2. Poi dovresti creare il file di configurazione di Burg con:

# burg-mkconfig -o /boot/burg/burg.cfg

3. Se non sono comparsi errori nei passaggi precedenti burg dovrebbe essere installato e pronto all'uso. Puoi visualizzare un'anteprima con il comando:

# /opt/burg-emu/bin/burg-emu

Al riavvio vedrai un fantastico boot loader grafico, BURG!

Non c'è bisogno di modificare nessun file di configurazione per cambiare il tema o la risoluzione. Puoi cambiare le impostazioni quando Burg è avviato e le modifiche vengono conservate ad ogni avvio.

Configurazione

Per configurare BURG è possibile modificare i file /etc/default/burg, e gli script della directory /etc/burg.d.

Defaults

Il file /etc/default/burg viene referenziato da grub-mkconfig nella creazione della configurazione, e permette un facile controllo del processo. Le variabili sono bash e le opzioni sono le stesse di GRUB2

burg.d

Gli script contenuti in /etc/burg.d sono eseguiti in ordine alfabetico, e possono essere facilmente abilitati o disabilitati agendo sul flag di eseguibilità. Il file 40_custom è pensato per essere modificato dall'utente. L'output di stdout concorre alla creazione di burg.cfg, mentre stderr viene rediretto su terminale.

Altri file

  • /boot/burg/
  • /boot/burg/burg.cfg
  • /boot/burg/burgenv
  • /etc/default/burg
  • /etc/burg.d/

Rilevare altri sistemi operativi

In alcuni casi potresti avere un altro sistema operativo su un altro disco o un'altra partizione, e probabilmente vorresti elencarli in burg. Puoi farlo manualmente aggiungendo in /etc/burg.d/40_custom qualcosa simile a questo:

Per Windows :

 menuentry "Windows 7" --class windows --class os {
 	insmod ntfs
 	set root='(hd0,1)'
 	search --no-floppy --fs-uuid --set f28620c186208865
 	chainloader +1
 }

Per Debian con Plymouth

 menuentry 'Debian' --class debian --class gnu-linux --class gnu --class os --group group_main {
 	insmod ext2
 	set root='(hd0,4)'
 	search --no-floppy --fs-uuid --set c5e0fb03-5cbe-4b79-acdc-518e33e814ac
 	echo	'Loading Linux 2.6.35-trunk-amd64 ...'
 	linux	/boot/vmlinuz-2.6.35-trunk-amd64 root=UUID=c5e0fb03-5cbe-4b79-acdc-518e33e814ac ro quiet splash
 	echo	'Loading initial ramdisk ...'
 	initrd	/boot/initrd.img-2.6.35-trunk-amd64
 }

Oppure puoi installare os-prober e generare il file /boot/burg/burg.cfg

# burg-mkconfig -o /boot/burg/burg.cfg

Adesso Burg dovrebbe mostrare anche le icone degli altri sistemi operativi.

Trucchi

Scorciatoie

 F1 / h - Aiuto
 F2 / t - Cambia tema
 F3 / r  - Cambia risoluzione
 F5 / ctrl-x - Termina modifica
 F6 - Prossima finestra
 F7 - Mostra oggetti raggruppati
 F8 - Scegli tra modalità grafica e modalità testuale
 F9 - Spegni
 F10 - Riavvia
 f - Scegli tra modalità raggruppata e modalità non raggruppata
 c - Apri terminale
 2 - Apri due terminali
 e - Modifica comando selezionato
 q - Esci dalla modalità grafica
 i - Mostra informazioni sul tema corrente
 n - Prossimo oggetto della stessa categoria
 w - Prossimo elemento Windows
 u - Prossimo elemento Ubuntu
 ESC - Chiudi la finestra o il menu

Per la lista completa delle scorciatoie premi in Burg il tasto Template:Keypress.

Raggruppamento

Nota: In un recente aggiornamento del pkgbuild di burg-bzr (vedi sopra) questa caratteristica dovrebbe funzionare senza problemi.

Se vuoi usare la funzionalità di raggruppamento di burg (divide le categorie in menu, ad es. arch e arch fallback si troveranno in un'unica categoria), premi Template:Keypress una volta caricato Burg. Se non funziona dovrai creare i gruppi nel file burg.cfg manualmente. Apri il tuo burg.cfg

### BEGIN /etc/burg.d/10_linux ###
menuentry "Arch, with Linux vmlinuz26" --class arch --class gnu-linux --class gnu --class os --group arch {
	savedefault
	insmod ext2
	...
}
menuentry "Arch, with Linux vmlinuz26 Fallback" --class arch --class gnu-linux --class gnu --class os --group arch {
	savedefault
	insmod ext2
	...
}
menuentry "Arch, with Linux vmlinuz26 Fallback (recovery mode)" --class arch --class gnu-linux --class gnu --class os --group arch {
	savedefault
	insmod ext2
	...
}
### END /etc/burg.d/10_linux ###

Presta attenzione a --group parameter alla prima linea di ogni voce. Le voci che hanno lo stesso gruppo saranno raggruppate solo quando la funzionalità verrà attivata.

Le icone delle voci saranno impostati in base alla voce class. Es. --class arch crea una voce di Arch Linux con il logo di Arch.

Personalizzare BURG

La prima caratteristica di Burg è che si può personalizzare. Per aggiungere un tema a burg basta copiarlo nella directory /boot/burg/themes/ e aggiornare il file di configurazione (vedi sopra). Per cambiare il tema premi Template:Keypress quando Burg viene caricato. Verrà mostrata una lista dei temi disponibili. Usa le frecce per selezionare il tema che desideri, e premi invio per sceglierlo. Questo passaggio può essere fatto anche tramite burg-emu, senza riavviare. Molti temi aggiuntivi possono essere trovati su AUR. Attualmente i temi disponibili sono:

Link esterni