Difference between revisions of "CD Burning (Italiano)"

From ArchWiki
Jump to: navigation, search
m (changed category, marked as out of date)
(Allineamento pagina)
Line 1: Line 1:
 
[[Category:Optical (Italiano)]]
 
[[Category:Optical (Italiano)]]
{{out of date}}
 
 
{{i18n|CD Burning}}
 
{{i18n|CD Burning}}
 
+
{{Article summary start}}
Questo documento introduce diversi metodi utili alla masterizzazione.
+
{{Article summary text|This document outlines various methods of burning CDs.}}
 
+
{{Article summary heading|Related}}
 +
{{Article summary wiki|DVD Burning}}
 +
{{Article summary end}}
 
==Masterizzare da console==  
 
==Masterizzare da console==  
===Installazione dei cd-burning utilities===
+
===Installazione di cd-burning utilities===
 +
DA http://www.cdrkit.org/:
  
 +
:''{{Codeline|cdrkit}} è una suite di programmi per registrare CD e DVD, formattazione CD-RW, creazione di immagini ISO-9660, estrazione di dati da CD audio, ed altro ancora. I programmi inclusi nel pacchetto {{Codeline|cdrkit}} sono stati originariamente derivati ​​da diverse fonti, in particolare {{Codeline|mkisofs}} da Eric Youngdale e altri, {{Codeline|cdda2wav}} da Heiko Eissfeldt, e {{Codeline|cdrecord}} da Jörg Schilling. Comunque, {{Codeline|cdrkit}} non è affiliato a nessuna di questi autori, è ora un progetto indipendente.
 +
 +
Il pacchetto {{Package Official|cdrkit}} è disponibile in [extra]:
 
  # pacman -S cdrkit
 
  # pacman -S cdrkit
  
Inoltre se si è interessati a utilizzare <tt>cdrdao</tt> (per masterizzare file cue/bin in un cd), installare anche:
+
Inoltre, se si è interessati ad utilizzare {{Package Official|cdrdao}} (per masterizzare file {{Filename|cue}}/{{Filename|bin}} su CD)
 
+
 
  # pacman -S cdrdao
 
  # pacman -S cdrdao
 +
 +
{{Note|Se si riscontrassero problemi con {{Codeline|cdrkit}}, si raccomanda di installare {{Package AUR|cdrtools}} da [[AUR]] ({{Codeline|cdrkit}} è un fork di {{Codeline|cdrtools}}). {{Codeline|cdrtools}} è sviluppato attivamente e supporta la masterizzazione di CD, DVD e BluRay oltre al supporto CDRWIN {{Filename|cue}}/{{Filename|bin}}. {{Codeline|cdrtools}} does not depend on {{Codeline|cdrdao}}.}}
 +
 +
{{Note|Assicurarsi di creare un pacchetto con makepkg e installare con pacman. Pacman wrapper può risolvere cdrkit.}}
  
 
===Impostazione dei permessi===
 
===Impostazione dei permessi===
 
Gli utenti che devono poter utilizzare i vari tool per la masterizzazione devono avere i permessi di accesso alle device fisiche. Se si sta utilizzando [[udev]] (default sul kernel di Arch Linux), basta aggiungere l'utente interessato al gruppo optical:
 
Gli utenti che devono poter utilizzare i vari tool per la masterizzazione devono avere i permessi di accesso alle device fisiche. Se si sta utilizzando [[udev]] (default sul kernel di Arch Linux), basta aggiungere l'utente interessato al gruppo optical:
 
 
  # gpasswd -a <username> optical
 
  # gpasswd -a <username> optical
 +
 +
Rieseguire il login affinché le modifiche abbiano effetto.
  
 
===Modificare il CD-RW===
 
===Modificare il CD-RW===
Per il resto di questa guida assumiamo che il nome della device che utilizzate per masterizzare sia /dev/cdrw. Se non è il vostro caso modificate di volta in volta i comandi forniti. Per scrivere su un CD questo non deve essere monatto. Se lo è ricevere un errore da <code>wodim</code>.
+
Per il resto di questa guida assumeremo che il nome del device utilizzato per masterizzare sia {{Filename|/dev/cdrw}}. In caso il nome sia diverso, modificare di volta in volta i comandi forniti. Per scrivere su un CD questo non deve essere montato. In caso contrario si riscontrerà un errore da {{Codeline|wodim}}.
 +
 
 +
Si può provare a lasciare che wodim individui il dispositivo di masterizzazione con questo comando:
 +
  $ wodim -checkdrive
  
 
===Formattare un CD-RW===
 
===Formattare un CD-RW===
 
I CD-RW normalmente devono essere formattati prima di poter essere utilizzati. Per formattare un cd riscrivibile usare il comando:
 
I CD-RW normalmente devono essere formattati prima di poter essere utilizzati. Per formattare un cd riscrivibile usare il comando:
 +
$ wodim -v dev=/dev/cdrw -blank=fast
  
wodim -v dev=/dev/cdrw -blank=fast
+
Questo comando formatta in maniera rapida, è però possibile utilizzare altre opzioni. Provare a sostituire la parola ''fast'' con:
+
Questo comando formatta in maniera rapida, è possibile però utilizzare altre opzioni. Provare a sostituire la parola ''fast'' con:
+
  
 
;all : formatta l'intero disco
 
;all : formatta l'intero disco
Line 42: Line 53:
 
===Masterizzare un'immagine iso===
 
===Masterizzare un'immagine iso===
 
Per masterizzare un'immagine ISO:
 
Per masterizzare un'immagine ISO:
 +
$ wodim -v dev=/dev/cdrw isoimage.iso
  
  wodim -v dev=/dev/cdrw isoimage.iso
+
===Masterizzare CD audio===
 +
# Creare tracce audio e memorizzarle come file {{Filename|wav}} 16-bit stereo, non compressi.
 +
$ '''Tip:''' per convertire mp3 in formato wav verificare che LAME sia installato, spostarsi nella cartella contenente i file MP3 ed eseguire:
 +
$ for i in *.mp3; do lame --decode "$i" "`basename "$i" .mp3`".wav; done
 +
# Rinominare i file audio in modo che vengano elencati secondo l'ordine alfabetico desiderato, come {{Filename|01.wav}}, {{Filename|02.wav}}, {{Filename|03.wav}}, ecc.
 +
# Utilizzare il seguente comando per masterizzare il file wav come un CD audio:
 +
  $ wodim -v -pad speed=1 dev=/dev/cdrw -dao -swab *.wav
 +
Per testare il nuovo cd audio, utilizzare mplayer:
 +
$ mplayer cdda://
  
 
===Masterizzare un'immagine bin/cue===
 
===Masterizzare un'immagine bin/cue===
 
 
Per masterizzare un'immagine bin/cue:
 
Per masterizzare un'immagine bin/cue:
  cdrdao write --device /dev/cdrw image.cue
+
  $ cdrdao write --device /dev/cdrw image.cue
  
 
===Creare un'immagine ISO da un CD esistente===
 
===Creare un'immagine ISO da un CD esistente===
 
Per copiare un CD eseguire semplicemente:
 
Per copiare un CD eseguire semplicemente:
 
+
  $ dd if=/dev/cdrw of=/home/user/isoimage.iso
  dd if=/dev/cdrw of=/home/user/isoimage.iso
+
+
 
O ancora più semplicemente:
 
O ancora più semplicemente:
 +
$ cat /dev/cdrw > isoimage.iso
  
  cat /dev/cdrw > isoimage.iso
+
O ancora, utilizzare il tool {{Codeline|readcd}}, anch'esso nel pacchetto {{Codeline|cdrkit}}:
 +
  $ readcd -v dev=/dev/cdrw -f isoimage.iso
  
O ancora utilizzate il tool readcd, anch'esso nel pacchetto cdrtools:
+
Se il CD sorgente è avviabile l'immagine sarà a sua volta avviabile.
  
  readcd -v dev=/dev/cdrw -f isoimage.iso
+
====TOC/CUE/BIN per dischi in modalità mista====
 +
Le immagini ISO memorizzano solo una singola traccia di dati. Se si desidera creare un'immagine di un disco in modalità mista (tenere traccia dei dati con più tracce audio), bisognerà creare un'accoppiata TOC/BIN:
 +
  $ cdrdao read-cd --read-raw --datafile IMAGE.bin --driver generic-mmc:0x20000 --device /dev/cdrom IMAGE.toc
  
Se il CD sorgente è avviabile l'immagine sarà a sua volta avviabile.
+
Alcuni software supportano solo accoppiate CUE/BIN, si dovrà quindi creare un foglio CUE con {{Codeline|toc2cue}} (come parte di {{Codeline|cdrdao}}):
 +
$ toc2cue IMAGE.toc IMAGE.cue
  
 
===Creare un'immagine ISO da file esistenti sul disco rigido===
 
===Creare un'immagine ISO da file esistenti sul disco rigido===
Per creare un'immagine ISO copiate tutti i file desiderati in una cartella e digitate:
+
Per creare un'immagine ISO copiate tutti i file desiderati in una cartella e digitate::
 +
$ mkisofs -V volume_name -J -r -o isoimage.iso ~/folder
  
  mkisofs -V volume_name -J -r -o isoimage.iso ~/folder
+
===Montare un'immagine ISO===
 +
Per testare l'immagine ISO, montarla (da root):
 +
  # mount -t iso9660 -o ro,loop=/dev/loop0 cd_image /cdrom
  
===Montare un'immagine ISO===
+
È necessario caricare prima di tutto il modulo di loop:
Per montare un'immagine ISO (come fosse un disco fisico):
+
# modprobe loop
  
mount -t iso9660 -o ro,loop=/dev/loop0 cd_image /cdrom
+
===Conversione a immagini iso===
 +
Per convertire un'immagine {{Filename|img}}/{{Filename|ccd}}, si può utilizzare {{Codeline|ccd2iso}}:
 +
# pacman -S ccd2iso
 +
$ ccd2iso ~/image.img ~/image.iso
  
 
==Masterizzare CD da interfaccia grafica==
 
==Masterizzare CD da interfaccia grafica==
Esistono moltissime applicazioni che permettono di masterizzare CD e DVD, nella stragrande maggiornaza dei casi questi programmi si spiegano da soli.
+
Esistono moltissime applicazioni che permettono di masterizzare CD e DVD, nella stragrande maggioranza dei casi questi programmi si spiegano da soli.
  
 
===Nero Linux===
 
===Nero Linux===
Esattamente lo stesso che trovate su Windows. [http://www.nero.com/eng/NeroLINUX.html Official link]|[http://aur.archlinux.org/packages.php?do_Details=1&ID=2153 AUR package]
+
NERO LINUX è la suite di masterizzazione commerciale dei produttori di nero per Windows, Nero AG. Il più grande vantaggio di Nero Linux è la sua interfaccia grafica, molto simile alla versione per Windows, quindi, gli utenti che passano a Linux potrebbero trovarla di più facile utilizzo. È stato ncluso anche Nero Express, una procedura guidata che accompagna gli utenti attraverso il processo di masterizzazione di CD e DVD passo a passo. Un'altra novità della versione 4 è la gestione difetti per dischi Blu-ray, l'integrazione di isolinux per la creazione di supporti avviabili e supporto per Musepack e formati audio AIFF...
  
Non è FREE e l'interfaccia grafica non è strutturata bene come su windows. Inoltre la versione 3.0.0 beta non masterizza correttamente CD avviabili.
+
* [http://www.nero.com/enu/linux4.html Nero Linux 4]
 +
* [http://aur.archlinux.org/packages.php?do_Details=1&ID=2153 AUR package]
  
Se volete un tool per masterizzare DVD non supportato da dvd+rw-tools, Nero è l'unica soluzione.
+
====Caratteristiche:====
 +
* Facile interfaccia utente in stile wizard per la masterizzazione guidata con Nero Linux Express 4
 +
* Supporto masterizzazione Blu-ray
 +
* Supporto masterizzazione di Audio CD (CD-DA),ISO 9660 (support Joliet), CD-Text, ISOLINUX avviabili, Dischi multisessione, DVD-Video e miniDVD, supporto DVD double layer.
 +
* Masterizzazione avanzata con Nero Burning ROM e client a riga di comando
  
===K3B===
+
====Licenza:====
K3B usa le librerie [[wikipedia:Qt (toolkit)|QT]], di conseguenza è la soluzione migliore per chi utilizza KDE.
+
Nero Linux 4 viene venduto a £17.99, inclusa una versione di prova gratuita.
* Installate K3B con pacman.
+
  
 +
===K3b===
 +
Secondo [http://k3b.plainblack.com/, k3b è "Il creatore CD/DVD per Linux ottimizzato per KDE". K3b utilizza il toolkit [[Wikipedia:Qt (toolkit)|Qt]].
 +
 +
Il pacchetto {{Package Official|k3b}} è disponibile in [extra]:
 
  # pacman -S k3b
 
  # pacman -S k3b
  
* Da root, eseguite <code>k3bsetup</code>
+
Eseguire {{Codeline|k3bsetup}} per impostare le preferenze, i permessi, ecc.; eseguire {{Codeline|k3b}} per lanciare il programma principale.
* Qua potete impostare i settaggi relativi ai permessi, ecc.
+
 
* Eseguite <code>k3b</code> da utente semplice per eseguire il programma
+
====Localizzazione====
 +
Se durante l'esecuzione di K3B appare il seguente messaggio
 +
 
 +
System locale charset is ANSI_X3.4-1968
 +
Your system's locale charset (i.e. the charset used to encode filenames) is
 +
set to ANSI_X3.4-1968. It is highly unlikely that this has been done intentionally.
 +
Most likely the locale is not set at all. An invalid setting will result in
 +
problems when creating data projects.Solution: To properly set the locale
 +
charset make sure the LC_* environment variables are set. Normally the distribution
 +
setup tools take care of this.
 +
 
 +
Significa che il "locale" non è impostato bene.
 +
 
 +
Per correggere,
 +
* Rimuovere {{Filename|/etc/locale.gen}}
 +
# rm /etc/locale.gen
 +
* Reinstallare {{Codeline|eglibc}}
 +
# pacman -S glibc
 +
* Editare {{Filename|/etc/locale.gen}}, decommentando tutte le righe corrispondenti alla propria lingua e le opzioni {{Codeline|en_US}}, per maggiore compatibilità.
 +
# nano /etc/locale.gen
 +
 
 +
en_US.UTF-8 UTF-8
 +
en_US ISO-8859-1
 +
 
 +
* Rigenerare i profili con {{Codeline|locale-gen}}
 +
# locale-gen
 +
 
 +
Generating locales...
 +
en_US.UTF-8... done
 +
en_US.ISO-8859-1... done
 +
pt_BR.UTF-8... done
 +
pt_BR.ISO-8859-1... done
 +
Generation complete.
 +
 
 +
Ulteriori informazioni [http://bbs.archlinux.org/viewtopic.php?pid=251512%29; qui]
 +
 
 +
==== K3B avvisa che non ci sono dispositivi di masterizzazione ====
 +
Una causa frequente è che l'utente non ha i permessi adeguati.
 +
Si può provare a:
 +
* Aggiungere l'utente al gruppo {{Codeline|optical}} (Ricordarsi di rifare il login dopo la modifica)
 +
# gpasswd -a <user> optical
 +
* Impostare i permessi ai dispositivi (può essere fatto anche con {{Codeline|k3bsetup}})
 +
# chmod 777 /dev/dvd*
 +
# chmod 777 /dev/cd*
 +
* Assicurarsi che dbus sia in esecuzione:
 +
# /etc/rc.d/dbus start
 +
Verificare che dbus sia specificato in {{Filename|/etc/rc.conf}} per essere avviato automaticamente.
  
 
===Brasero===
 
===Brasero===
Line 99: Line 181:
  
 
* Installare brasero con pacman.
 
* Installare brasero con pacman.
 
 
  # pacman -S brasero
 
  # pacman -S brasero
  
* Eseguite <code>brasero</code> da utente semplice per avviare il programma.
+
* Eseguire {{Codeline|brasero}} da utente semplice per avviare il programma.
 +
 
 +
====Brasero fails to find blank discs====
 +
Brasero utilizza gvfs per gestire i dispositivi di masterizzazione CD/DVD.
 +
 
 +
* Installare gvfs con pacman.
 +
# pacman -S gvfs
 +
 
 +
* Editare .xinitrc aggiungendo {{Codeline|dbus-launch}} prima del window manager, ad es.:
 +
# exec dbus-launch openbox-session
 +
 
 +
* Non serve editare {{Filename|.xinitrc}} in caso si utilizzi un login manager come [[GDM]] o [[KDM]]
  
 
===Graveman===
 
===Graveman===
Graveman è un semplice tool, senza necessità di altre dipendenze (Gnome, KDE, ecc.) per masterizzare.
+
Graveman è un semplice tool di masterizzazione, che non richiede ulteriori dipendenze (Gnome, KDE, ecc.).
 +
 
 +
* Graveman non è pacchettizzato per arch ma è possibile installarlo da [[AUR]]: [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=43499].
 +
 
 +
* Eseguire {{Codeline|graveman}} come utente normale per creare il file di configurazione in {{Filename|~/.config/graveman/graveman.conf}} (se si esegue graveman da root, i permessi per questo file saranno sbagliati).
 +
* Ora, da graveman, spstarsi su menu > Preferenze... > Dispositivi e aggiungere i masterizzatori CD (in caso eseguire graveman da root).  I dispositivi possono a questo punto essere impostati correttamente.
 +
* Si noti che potrebbe essere necessario aggiungere manualmente il proprio dispositivo nelle preferenze di Graveman e farlo puntare verso {{Filename|/dev/cdrom}} invece che {{Filename|/dev/hdc}}
 +
* Se l'autorilevamento di graveman punta a '''1,0,0''' o simili, e si ottiene l'avviso d'errore "Currently:  no media" si può indirizzarlo a {{Filename|/dev/sr0}} o {{Filename|/dev/cdrom}} come osservato in precedenza.
 +
 
 +
===Bashburn===
 +
In alternativa c'è anche [http://bashburn.sourceforge.net/ Bashburn] nei repo Extra, una soluzione semi grafica. BashBurn è il nuovo nome per lo script di masterizzazione CD, Magma. Non è il tool di masterizzazione più carino esteticamente, ma fa bene quello che deve fare.
 +
 
 +
* Installare Bashburn con pacman.
 +
# pacman -S bashburn
 +
 
 +
===Xfburn===
 +
[http://www.xfce.org/projects/xfburn/ Xfburn] è un semplice software di masterizzazione CD/DVD basato su librerie libburnia. Può formattare dischi CD-RW, masterizzare e creare immagini ISO e masterizzare composizioni di dati personali su CD o DVD.  
 +
 
 +
Lo si può trovare nel repository extra.
 +
 
 +
* Installare Xfburn con pacman.
 +
# pacman -S xfburn
 +
 
 +
===Recorder===
 +
[http://code.google.com/p/recorder/ Recorder] è un frontend grafico per cdrkit/cdrtools, cdrdao, mkisofs e growisofs. Ha lo scopo di essere facile da usare, senza troppe configurazioni e opzioni inutili, seguendo il principio KISS e offrendo una masterizzazione di qualità, niente di più.
 +
 
 +
* Installarlo da AUR: [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=16501 Recorder package].
 +
 
 +
* Discussion thread: [http://bbs.archlinux.org/viewtopic.php?id=47253 Recorder - Una semplice applicazione GTK di masterizzazione]
 +
 
 +
==Risoluzione dei problemi==
 +
===PATA and SATA problems around 2.6.20/2.6.21===
 +
Per alcuni kernel, e su alcune macchine, la masterizzazione CD funziona in modo molto inaffidabile. Il problema non è del tutto definito ma sembra essere correlato al DMA ed ai dischi rigidi SATA ed i più datati strumenti di masterizzazione CD/DVD IDE, ed è forse più frequente sulle schede madri PIIX. Su nuovi kernel c'è un nuovo driver per cui i suddetti strumenti si comportano come se fosse un dispositivo SCSI, anche se non lo è.
 +
 
 +
Il sintomo di questo problema è un rifiuto quasi totale di masterizzare qualsiasi cosa: "sembra" funzionare bene, ma se si verifica la masterizzazione fallisce invariabilmente. Se ciò dovesse accadere e si possiede un masterizzatore IDE, provare la seguente correzione.
 +
 
 +
Bisognerà installare mkinitcpio come descritto qui, [[Configuring mkinitcpio]] in modo da poter ricompilare il kernel. Sarà anche necessario riconfigurare {{Filename|/etc/mkinitcpio.conf}} per riutilizzare i vecchi driver IDE.
 +
# gedit /etc/mkinitcpio.conf
 +
 
 +
Trovare la riga:
 +
MODULES="ata_generic ata_piix"
 +
 
 +
e modificarlo (inserire piix all'inizio)
 +
MODULES="piix ata_generic ata_piix"
  
* Installate Graveman con pacman.
+
Trovare poi la riga:
 +
HOOKS="base udev autodetect pata scsi sata usbinput keymap filesystems"
  
  # pacman -S graveman
+
e modificarlo sostituendo pata con ide:
 +
  HOOKS="base udev autodetect ide scsi sata usbinput keymap filesystems"
  
* Come root, eseguite graveman, andate nel menù File > Preferences... > Devices e aggiungete i vostri masterizzatori CD.
+
Eseguire mkinitcpio per ricompilare il kernel come descritto nella sua pagina wiki, e riavviare. in breve:
* Eseguite <code>graveman</code> per avviare il programma.
+
# mkinitcpio -g /boot/kernel26.img

Revision as of 18:47, 16 October 2011

This template has only maintenance purposes. For linking to local translations please use interlanguage links, see Help:i18n#Interlanguage links.


Local languages: Català – Dansk – English – Español – Esperanto – Hrvatski – Indonesia – Italiano – Lietuviškai – Magyar – Nederlands – Norsk Bokmål – Polski – Português – Slovenský – Česky – Ελληνικά – Български – Русский – Српски – Українська – עברית – العربية – ไทย – 日本語 – 正體中文 – 简体中文 – 한국어


External languages (all articles in these languages should be moved to the external wiki): Deutsch – Français – Română – Suomi – Svenska – Tiếng Việt – Türkçe – فارسی

Template:Article summary start Template:Article summary text Template:Article summary heading Template:Article summary wiki Template:Article summary end

Masterizzare da console

Installazione di cd-burning utilities

DA http://www.cdrkit.org/:

Template:Codeline è una suite di programmi per registrare CD e DVD, formattazione CD-RW, creazione di immagini ISO-9660, estrazione di dati da CD audio, ed altro ancora. I programmi inclusi nel pacchetto Template:Codeline sono stati originariamente derivati ​​da diverse fonti, in particolare Template:Codeline da Eric Youngdale e altri, Template:Codeline da Heiko Eissfeldt, e Template:Codeline da Jörg Schilling. Comunque, Template:Codeline non è affiliato a nessuna di questi autori, è ora un progetto indipendente.

Il pacchetto Template:Package Official è disponibile in [extra]:

# pacman -S cdrkit

Inoltre, se si è interessati ad utilizzare Template:Package Official (per masterizzare file Template:Filename/Template:Filename su CD)

# pacman -S cdrdao
Note: Se si riscontrassero problemi con Template:Codeline, si raccomanda di installare Template:Package AUR da AUR (Template:Codeline è un fork di Template:Codeline). Template:Codeline è sviluppato attivamente e supporta la masterizzazione di CD, DVD e BluRay oltre al supporto CDRWIN Template:Filename/Template:Filename. Template:Codeline does not depend on Template:Codeline.
Note: Assicurarsi di creare un pacchetto con makepkg e installare con pacman. Pacman wrapper può risolvere cdrkit.

Impostazione dei permessi

Gli utenti che devono poter utilizzare i vari tool per la masterizzazione devono avere i permessi di accesso alle device fisiche. Se si sta utilizzando udev (default sul kernel di Arch Linux), basta aggiungere l'utente interessato al gruppo optical:

# gpasswd -a <username> optical

Rieseguire il login affinché le modifiche abbiano effetto.

Modificare il CD-RW

Per il resto di questa guida assumeremo che il nome del device utilizzato per masterizzare sia Template:Filename. In caso il nome sia diverso, modificare di volta in volta i comandi forniti. Per scrivere su un CD questo non deve essere montato. In caso contrario si riscontrerà un errore da Template:Codeline.

Si può provare a lasciare che wodim individui il dispositivo di masterizzazione con questo comando:

 $ wodim -checkdrive

Formattare un CD-RW

I CD-RW normalmente devono essere formattati prima di poter essere utilizzati. Per formattare un cd riscrivibile usare il comando:

$ wodim -v dev=/dev/cdrw -blank=fast

Questo comando formatta in maniera rapida, è però possibile utilizzare altre opzioni. Provare a sostituire la parola fast con:

all 
formatta l'intero disco
disc 
formatta l'intero disco
disk 
formatta l'intero disco
fast 
formatta l'intero disco in maniera rapida (PMA, TOC, pregap)
minimal 
formatta l'intero disco in maniera rapida (PMA, TOC, pregap)
track 
formatta una traccia
unreserve 
fa l'unreserve di una traccia
trtail 
formatta la coda di una traccia
unclose 
apre l'ultima sessione
session 
formatta l'ultima sessione

Masterizzare un'immagine iso

Per masterizzare un'immagine ISO:

$ wodim -v dev=/dev/cdrw isoimage.iso

Masterizzare CD audio

  1. Creare tracce audio e memorizzarle come file Template:Filename 16-bit stereo, non compressi.
$ Tip: per convertire mp3 in formato wav verificare che LAME sia installato, spostarsi nella cartella contenente i file MP3 ed eseguire:
$ for i in *.mp3; do lame --decode "$i" "`basename "$i" .mp3`".wav; done
  1. Rinominare i file audio in modo che vengano elencati secondo l'ordine alfabetico desiderato, come Template:Filename, Template:Filename, Template:Filename, ecc.
  2. Utilizzare il seguente comando per masterizzare il file wav come un CD audio:
$ wodim -v -pad speed=1 dev=/dev/cdrw -dao -swab *.wav

Per testare il nuovo cd audio, utilizzare mplayer:

$ mplayer cdda://

Masterizzare un'immagine bin/cue

Per masterizzare un'immagine bin/cue:

$ cdrdao write --device /dev/cdrw image.cue

Creare un'immagine ISO da un CD esistente

Per copiare un CD eseguire semplicemente:

$ dd if=/dev/cdrw of=/home/user/isoimage.iso

O ancora più semplicemente:

$ cat /dev/cdrw > isoimage.iso

O ancora, utilizzare il tool Template:Codeline, anch'esso nel pacchetto Template:Codeline:

$ readcd -v dev=/dev/cdrw -f isoimage.iso

Se il CD sorgente è avviabile l'immagine sarà a sua volta avviabile.

TOC/CUE/BIN per dischi in modalità mista

Le immagini ISO memorizzano solo una singola traccia di dati. Se si desidera creare un'immagine di un disco in modalità mista (tenere traccia dei dati con più tracce audio), bisognerà creare un'accoppiata TOC/BIN:

$ cdrdao read-cd --read-raw --datafile IMAGE.bin --driver generic-mmc:0x20000 --device /dev/cdrom IMAGE.toc

Alcuni software supportano solo accoppiate CUE/BIN, si dovrà quindi creare un foglio CUE con Template:Codeline (come parte di Template:Codeline):

$ toc2cue IMAGE.toc IMAGE.cue

Creare un'immagine ISO da file esistenti sul disco rigido

Per creare un'immagine ISO copiate tutti i file desiderati in una cartella e digitate::

$ mkisofs -V volume_name -J -r -o isoimage.iso ~/folder

Montare un'immagine ISO

Per testare l'immagine ISO, montarla (da root):

# mount -t iso9660 -o ro,loop=/dev/loop0 cd_image /cdrom

È necessario caricare prima di tutto il modulo di loop:

# modprobe loop

Conversione a immagini iso

Per convertire un'immagine Template:Filename/Template:Filename, si può utilizzare Template:Codeline:

# pacman -S ccd2iso
$ ccd2iso ~/image.img ~/image.iso

Masterizzare CD da interfaccia grafica

Esistono moltissime applicazioni che permettono di masterizzare CD e DVD, nella stragrande maggioranza dei casi questi programmi si spiegano da soli.

Nero Linux

NERO LINUX è la suite di masterizzazione commerciale dei produttori di nero per Windows, Nero AG. Il più grande vantaggio di Nero Linux è la sua interfaccia grafica, molto simile alla versione per Windows, quindi, gli utenti che passano a Linux potrebbero trovarla di più facile utilizzo. È stato ncluso anche Nero Express, una procedura guidata che accompagna gli utenti attraverso il processo di masterizzazione di CD e DVD passo a passo. Un'altra novità della versione 4 è la gestione difetti per dischi Blu-ray, l'integrazione di isolinux per la creazione di supporti avviabili e supporto per Musepack e formati audio AIFF...

Caratteristiche:

  • Facile interfaccia utente in stile wizard per la masterizzazione guidata con Nero Linux Express 4
  • Supporto masterizzazione Blu-ray
  • Supporto masterizzazione di Audio CD (CD-DA),ISO 9660 (support Joliet), CD-Text, ISOLINUX avviabili, Dischi multisessione, DVD-Video e miniDVD, supporto DVD double layer.
  • Masterizzazione avanzata con Nero Burning ROM e client a riga di comando

Licenza:

Nero Linux 4 viene venduto a £17.99, inclusa una versione di prova gratuita.

K3b

Secondo [http://k3b.plainblack.com/, k3b è "Il creatore CD/DVD per Linux ottimizzato per KDE". K3b utilizza il toolkit Qt.

Il pacchetto Template:Package Official è disponibile in [extra]:

# pacman -S k3b

Eseguire Template:Codeline per impostare le preferenze, i permessi, ecc.; eseguire Template:Codeline per lanciare il programma principale.

Localizzazione

Se durante l'esecuzione di K3B appare il seguente messaggio

System locale charset is ANSI_X3.4-1968
Your system's locale charset (i.e. the charset used to encode filenames) is 
set to ANSI_X3.4-1968. It is highly unlikely that this has been done intentionally.
Most likely the locale is not set at all. An invalid setting will result in
problems when creating data projects.Solution: To properly set the locale 
charset make sure the LC_* environment variables are set. Normally the distribution 
setup tools take care of this.

Significa che il "locale" non è impostato bene.

Per correggere,

# rm /etc/locale.gen
# pacman -S glibc
# nano /etc/locale.gen
en_US.UTF-8 UTF-8
en_US ISO-8859-1
# locale-gen
Generating locales...
en_US.UTF-8... done
en_US.ISO-8859-1... done
pt_BR.UTF-8... done
pt_BR.ISO-8859-1... done
Generation complete.

Ulteriori informazioni qui

K3B avvisa che non ci sono dispositivi di masterizzazione

Una causa frequente è che l'utente non ha i permessi adeguati. Si può provare a:

  • Aggiungere l'utente al gruppo Template:Codeline (Ricordarsi di rifare il login dopo la modifica)
# gpasswd -a <user> optical
# chmod 777 /dev/dvd*
# chmod 777 /dev/cd*
  • Assicurarsi che dbus sia in esecuzione:
# /etc/rc.d/dbus start

Verificare che dbus sia specificato in Template:Filename per essere avviato automaticamente.

Brasero

Brasero è una delle soluzioni possibili per masterizzare se state usando Gnome.

  • Installare brasero con pacman.
# pacman -S brasero

Brasero fails to find blank discs

Brasero utilizza gvfs per gestire i dispositivi di masterizzazione CD/DVD.

  • Installare gvfs con pacman.
# pacman -S gvfs
# exec dbus-launch openbox-session

Graveman

Graveman è un semplice tool di masterizzazione, che non richiede ulteriori dipendenze (Gnome, KDE, ecc.).

  • Graveman non è pacchettizzato per arch ma è possibile installarlo da AUR: [1].
  • Eseguire Template:Codeline come utente normale per creare il file di configurazione in Template:Filename (se si esegue graveman da root, i permessi per questo file saranno sbagliati).
  • Ora, da graveman, spstarsi su menu > Preferenze... > Dispositivi e aggiungere i masterizzatori CD (in caso eseguire graveman da root). I dispositivi possono a questo punto essere impostati correttamente.
  • Si noti che potrebbe essere necessario aggiungere manualmente il proprio dispositivo nelle preferenze di Graveman e farlo puntare verso Template:Filename invece che Template:Filename
  • Se l'autorilevamento di graveman punta a 1,0,0 o simili, e si ottiene l'avviso d'errore "Currently: no media" si può indirizzarlo a Template:Filename o Template:Filename come osservato in precedenza.

Bashburn

In alternativa c'è anche Bashburn nei repo Extra, una soluzione semi grafica. BashBurn è il nuovo nome per lo script di masterizzazione CD, Magma. Non è il tool di masterizzazione più carino esteticamente, ma fa bene quello che deve fare.

  • Installare Bashburn con pacman.
# pacman -S bashburn

Xfburn

Xfburn è un semplice software di masterizzazione CD/DVD basato su librerie libburnia. Può formattare dischi CD-RW, masterizzare e creare immagini ISO e masterizzare composizioni di dati personali su CD o DVD.

Lo si può trovare nel repository extra.

  • Installare Xfburn con pacman.
# pacman -S xfburn

Recorder

Recorder è un frontend grafico per cdrkit/cdrtools, cdrdao, mkisofs e growisofs. Ha lo scopo di essere facile da usare, senza troppe configurazioni e opzioni inutili, seguendo il principio KISS e offrendo una masterizzazione di qualità, niente di più.

Risoluzione dei problemi

PATA and SATA problems around 2.6.20/2.6.21

Per alcuni kernel, e su alcune macchine, la masterizzazione CD funziona in modo molto inaffidabile. Il problema non è del tutto definito ma sembra essere correlato al DMA ed ai dischi rigidi SATA ed i più datati strumenti di masterizzazione CD/DVD IDE, ed è forse più frequente sulle schede madri PIIX. Su nuovi kernel c'è un nuovo driver per cui i suddetti strumenti si comportano come se fosse un dispositivo SCSI, anche se non lo è.

Il sintomo di questo problema è un rifiuto quasi totale di masterizzare qualsiasi cosa: "sembra" funzionare bene, ma se si verifica la masterizzazione fallisce invariabilmente. Se ciò dovesse accadere e si possiede un masterizzatore IDE, provare la seguente correzione.

Bisognerà installare mkinitcpio come descritto qui, Configuring mkinitcpio in modo da poter ricompilare il kernel. Sarà anche necessario riconfigurare Template:Filename per riutilizzare i vecchi driver IDE.

# gedit /etc/mkinitcpio.conf

Trovare la riga:

MODULES="ata_generic ata_piix"

e modificarlo (inserire piix all'inizio)

MODULES="piix ata_generic ata_piix"

Trovare poi la riga:

HOOKS="base udev autodetect pata scsi sata usbinput keymap filesystems"

e modificarlo sostituendo pata con ide:

HOOKS="base udev autodetect ide scsi sata usbinput keymap filesystems"

Eseguire mkinitcpio per ricompilare il kernel come descritto nella sua pagina wiki, e riavviare. in breve:

# mkinitcpio -g /boot/kernel26.img