Compiz (Italiano)

From ArchWiki
Jump to: navigation, search

This template has only maintenance purposes. For linking to local translations please use interlanguage links, see Help:i18n#Interlanguage links.


Local languages: Català – Dansk – English – Español – Esperanto – Hrvatski – Indonesia – Italiano – Lietuviškai – Magyar – Nederlands – Norsk Bokmål – Polski – Português – Slovenský – Česky – Ελληνικά – Български – Русский – Српски – Українська – עברית – العربية – ไทย – 日本語 – 正體中文 – 简体中文 – 한국어


External languages (all articles in these languages should be moved to the external wiki): Deutsch – Français – Română – Suomi – Svenska – Tiếng Việt – Türkçe – فارسی

Compiz è un gestore di finestre composito. Fornisce il suo proprio gestore di finestre, quindi non può essere utilizzato insieme ad altri programmi dello stesso tipo come Openbox, Fluxbox, Enlightenment - gli utenti di questi programmi possono voler provare Xcompmgr.

Compiz è il cuore del progetto Compiz-Fusion, il quale aveva l'obiettivo di aggiungere funzionalità e plugin al WM e che da un po' di tempo è stato riassorbito dal progetto Compiz originale. Entrambi i progetti sono attivi e in costante sviluppo. Per maggiori informazioni, riferirsi all'articolo (in inglese) Compiz Fusion vs. Compiz.


Installazione

L'installazione di base può essere eseguita usando il repository [community].

Installazione da [community]

Assicuratevi che il repository sia abilitato in /etc/pacman.conf, dopodichè si procederà con il classico

pacman -S compiz-fusion

che installerà TUTTI i componenti del progetto compiz-fusion. Nel caso vogliate fare selezione fra i pacchetti, poichè magari avete un ambienete solo KDE o solo GNOME..

pacman -S compiz-fusion-gtk

installerà solo i pacchetti necessari ad un ambiente GNOME, oppure

pacman -S compiz-fusion-kde 

se al contrario se vuoi usare i pacchetti di kde-base.

Nel caso si voglia selezionare manualmente i pacchetti, potrete aiutarvi con la lista seguente

Nota: Per informazioni su cosa fare con altri Ambienti Desktop, fare riferimento al paragrafo "As A Standalone Window Manger" in questa pagina. Aggiungete pure qualche informazione alla sezione se pensate possa essere utile!

Lista dei pacchetti per gruppo

L'intero gruppo compiz-fusion (compiz-fusion)
ccsm, compiz-core, compiz-fusion-plugins-extra, compiz-fusion-plugins-main, compizconfig-backend-gconf, compizconfig-backend-kconfig, emerald, emerald-themes, fusion-icon
gruppo pacchetti per compiz-fusion KDE (compiz-fusion-kde)
ccsm, compiz-fusion-plugins-extra, compiz-fusion-plugins-main, compizconfig-backend-kconfig, emerald, emerald-themes, fusion-icon
gruppo compiz-fusion GTK (compiz-fusion-gtk)
ccsm, compiz-fusion-plugins-extra, compiz-fusion-plugins-main, compizconfig-backend-gconf, emerald, emerald-themes, fusion-icon
pacchetti non inclusi nei gruppi
compiz-decorator-gtk, compiz-decorator-kde, compiz-manager
  • ccsm è una buona prima scelta come interfaccia per configurare compiz.
  • Emerald è l'esclusivo window decorator proprio di Compiz. Ha molti temi, ma è abbastanza instabile e il suo sviluppo è in fase calante.
  • fusion-icon offre una tray icon carina e un bel metodo per avviare compiz, il frontend ccsm e per cambiare al volo alcune impostazioni, fra le quali il WM / Window Decorator da utilizzare.
  • compiz-manager a quanto si dice fornisce un buon sistema per gestire le sessioni di Compiz (da confermare!).
  • compiz-decorator-gtk e compiz-decorator-kde sono alternative a Emerald se preferite avere un aspetto più conforme al vostro Desktop "standard" (simulano rispettivamente l'aspetto di Metacity e Kwin)

Controllare le impostazioni

Compatibilità
Lo script compiz-check esegue diversi test relativi a compiz sul proprio sistema e può aiutare nello scoprire problemi nell'hardware o nelle impostazioni che possono impedire di eseguire compiz correttamente. Esso è disponibile su AUR.
Pannelli di controllo (per gestire gli effetti e le impostazioni di Compiz)
CompizConfig Settings Manager (ccsm) è la GUI che vi permetterà di abilitare o disabilitare tutti i plugin e le impostazioni di Compiz. Lanciando semplicemente il comando 'ccsm' o selezionando Settings Manager dal menu fdi Fusion-Icon silancerà questo ottimo pannello.
Attivate i plugin alla prima esecuzione di compiz!!
Attenzione: Prima di fare qualsiasi altra cosa, in Arch Linux è necessario attivare tutti i plugin che pensate vi possano servire, anche quelli che forniscono le funzioni base di spostamento, selezione, ridimensionamento delle finestre, e le decorazioni delle stesse. In particolare, essi sono i plugin "Decorazioni Finestre" sotto la sezione Effetti e "Muovi Finestra" & "Ridimensiona Finestre" sotto Gestione Finestre.
Nota: ccsm è ottimo per fare queste modifiche alla configurazione. Semplicemente, basterà mettere il "segno di spunta" sui rispettivi plugin per attivarli.


Avviare Compiz Fusion

Avvio manuale (con "fusion-icon")

Avviate la tray icon di Compiz:

 $ fusion-icon

Note: se il comando fallisce (caso assai raro), provate mettendo davanti al comando stesso, dbus-launch:

$ dbus-launch "fusion-icon"

Cliccando poi col destro sull'icona nel pannello, nella voce "select window manager", selezionare poi "compiz" nel caso non fosse già selezionato, e a questo punto lo stesso dovrebbe partire.

Se tutto ciò fallisce, si può avviare compiz-fusion anche usando uno dei seguenti comandi alternativi:

 $ emerald --replace

oppure

 $ compiz-manager

Ricordate: se volete usare compiz assicuratevi prima di averlo configurato tramite il pannello, attivando plugin fondamentalil quali "Decorazione Finestre" e "Muovi Finestre" altrimenti il tutto sarà abbastanza inutilizzabile.

Avvio Manuale (senza "fusion-icon")

Avviate Compiz con il seguente comando (ciò sostituirà il window manager in esecuzione):

$ compiz --replace ccp &
Nota: il "ccp" serve a caricare le ultime preferenze scelte in ccsm (CompizConfig Settings Manager), altrimenti compiz partirebbe senza nessun plugin caricato e quindi non sarebbe utilizzabile.

Configurate poi il decoratore finestre che vi serve in alternativa ad emerald, oltre che ad abilitare i plugin che vi servono:

Lanciate il CompizConfig Settings Manager:

$ ccsm

Selezionate i vari plugin da attivare, sopratutto il plugin "Decorazione Finestre"; poi inserite

kde-window-decorator --replace

oppure

gtk-window-decorator --replace

nel campo "command" nelle preferenze del plugin "Decorazione Finestre" stesso, sotto la scheda "Command".


KDE

Autostart (con "fusion-icon")

Aggiungete un link simbolico, che punta all'eseguibile di fusion-icon, nella vostra cartella Autostart di KDE (solitamente si trova in ~/.kde/Autostart):

$ ln -s /usr/bin/fusion-icon ~/.kde/Autostart/fusion-icon

Al prossimo avvio di KDE, fusion-icon (e quindi compiz) verrà caricato automaticamente.

Nota: Questo metodo può essere un po' lento poichè KDE deve caricare prima il suo window-manager (Kwin), per poi sostituirlo con Compiz lanciato da fusion-icon. Quindi, impiega in parole povere il tempo che serve a caricare due window manager invece di uno. Ci sono altri metodi un po' più rapidi di questo,e sono descritti in seguito.

Autostart (senza "fusion-icon")

Metodo 1 - Collegamento in Autostart

Nota: NON create il file compiz.desktop se intendete installare compiz-decorator-gtk; si creerebbe un conflitto al momento di installare il pacchetto.
  • Potete assicurarvi che Compiz Fusion parta sempre al login aggiungendo una voce nella cartella Autostart di KDE. Se questa voce non esiste (dovrebbe), create voi stessi un file ~/.kde/Autostart/compiz.desktop con il contenuto seguente:
[Desktop Entry]
Encoding=UTF-8
Exec=compiz --replace ccp #Make sure ccp is included so that Compiz loads your previous settings.
StartupNotify=false
Terminal=false
Type=Application
X-KDE-autostart-after=kdesktop
Nota: Se il file compiz.desktop esiste già, potreste dover aggiungere "--replace" e\o "ccp" alla variabile Exec. Senza "--replace", Compiz non partirebbe visto che rileverebbe un altro window manager già in esecuzione, mentre senza "cpp" non verrebbero caricati i plugin abilitati tramite il Ccsm e compiz stesso sarebbe inutilizzabile.
Nota: Questo metodo può essere un po' lento poichè KDE deve caricare prima il suo window-manager (Kwin), per poi sostituirlo con Compiz lanciato appunto tramite questo collegamento. Quindi, impiega in parole povere il tempo che serve a caricare due window manager invece di uno. Ci sono altri metodi un po' più rapidi di questo,e sono descritti in seguito.
  • If you want to use the optional fusion-icon application, launch fusion-icon. If you log out normally with fusion-icon running, KDE should restore your session and launch fusion-icon the next time you log in if this setting is enabled. If it doesn't appear to be working, ensure you have the following line in ~/.kde/share/config/ksmserverrc:
loginMode=restorePreviousLogout
Nota: This is a KDE specific setting that will allow you to restore other apps next time you log in, not just fusion-icon.

Metodo 2 - esportazione della variabile KDEWM (Metodo Ottimale)

Nota: Usando questo metodo, Compiz verrà caricato come window manager di default al posto di Kwin. Questo metodo è dunque più veloce rispetto agli altri, poichè evita di caricare prima appunto, il window manager di default Kwin. Inoltre, alcuni piccoli malfunzionamenti o difetti noiosi come come alcuni brevi sfarfallii dello schermo (nel momento in cui Compiz va a sostituire Kwin) che si possono verificare con gli altri metodi.

Come utente Root, sarà necessario creare il breve script seguente, il quale vi permetterà di caricare Compiz direttamente: ciò è necessario perchè il vecchio metodo di impostare la variabile di sistema KDEWM con export KDEWM="compiz --replace ccp --sm-disable" pare non funzionare più.

$ echo "compiz --replace ccp --sm-disable &" > /usr/bin/compiz-fusion
Nota: Se questo comando non funziona, assicuratevi di aver installato il pacchetto "fusion-icon" e provate quest'altro comando:
$ echo "fusion-icon &" > /usr/bin/compiz-fusion
Assicuratevi però di aver completato tutti i passi descritti per questo metodo, prima di provare questa alternativa.

Assicuratevi che /usr/bin/compiz-fusion abbia i permessi di esecuzione.

$ chmod a+x /usr/bin/compiz-fusion

Scegliete poi una delle vie seguenti:

1) Compiz solo per il vostro utente --> Modificate il file ~/.kde4/env/compiz.sh e aggiungete la riga seguente così che KDE possa caricare compiz attraverso lo script che avete appena creato, invece di caricare KWin:
KDEWM="compiz-fusion"
2) Compiz per tutti gli utenti --> Modificate il file /usr/env/compiz.sh e aggiungete la riga seguente così che KDE possa caricare compiz attraverso lo script che avete appena creato, invece di caricare KWin:
KDEWM="compiz-fusion"
Nota: Se il metodo proposto non funziona, provate l'alternativa al primo script descritta sopra.
Nota: Se nemmeno l'alternativa funziona, un ulteriore metodo consiste nell'inserire la riga
export KDEWM="compiz-fusion"
nel file ~/.bashrc presente nella Home del vostro utente.
Nota: Se notate ancora malfunzionamenti e sul vostro sistema usate la directory /usr/local/bin, provate ad esportare lo script che avete creato usando il percorso completo:
export KDEWM="/usr/local/bin/compiz-fusion"

Metodo 3 - Uso del KDE 4 System Settings

Andate in Impostazioni Sistema --> Applicazioni di Default --> Gestore Finestre --> Usa un Gestore finestre alternativo

If you need to run compiz with custom options select "Compiz custom" (when you run fusion-icon from a terminal you can see the command line with which compiz was started). Create a file called "compiz-kde-launcher" in your /usr/bin directory. Then make the file executable: "chmod +x /usr/bin/compiz-kde-launcher". Here is an example for compiz-kde-launcher:

 #!/bin/bash
 LIBGL_ALWAYS_INDIRECT=1
 compiz --replace ccp &
 wait

GNOME

Autostart (senza "fusion-icon") (Metodo Ottimale)

1) Se già non esiste, create il file /usr/share/applications/compiz.desktop contenente:

[Desktop Entry]
Type=Application
Encoding=UTF-8
Name=Compiz
Exec=/usr/bin/compiz ccp  #Make sure ccp is included so that Compiz loads your previous settings.
NoDisplay=true
# name of loadable control center module
X-GNOME-WMSettingsModule=compiz
# autostart phase
X-GNOME-Autostart-Phase=WindowManager
X-GNOME-Provides=windowmanager
# name we put on the WM spec check window
X-GNOME-WMName=Compiz
# back compat only
X-GnomeWMSettingsLibrary=compiz
Nota: Se il file compiz.desktop esiste già, potreste dover aggiungere "--replace" e\o "ccp" alla variabile Exec. Senza "--replace", Compiz non partirebbe visto che rileverebbe un altro window manager già in esecuzione, mentre senza "cpp" non verrebbero caricati i plugin abilitati tramite il Ccsm e compiz stesso sarebbe inutilizzabile.

Se il metodo appena descritto non funziona, provate a mettere:

Exec=/usr/bin/compiz ccp --indirect-rendering

oppure

Exec=/usr/bin/compiz --replace --sm-disable --ignore-desktop-hints ccp --indirect-rendering

invece di

Exec=/usr/bin/compiz ccp

Alcuni notano un ritardo di 4-10 secondi quando si effettua il login da un login manager. La soluzione a questo problema è cambiare il comando in:

Exec=bash -c "compiz ccp --indirect-rendering --sm-client-id $DESKTOP_AUTOSTART_ID"

come consigliato nel forum internazionale.

2) Sarà poi necessario impostare alcuni parametri in Gconf tramite il tool da linea di comando oppure tramite la GUI Configuration Editor (gconf-editor). Le istruzioni indicate sono per il primo metodo, modificate quindi le chiavi indicate se usate l'interfaccia grafica:


Nota: Dato che queste impostazioni saranno relative ad un solo utente, dovete fare il logout dall'eventuale account root e fare il login con l'utente che appunto sarà interessato a questo procedimento.

Innanzitutto, il primo :

gconftool-2 --set -t string /desktop/gnome/session/required_components/windowmanager compiz

I comandi seguenti nondovrebbero essere necessari (le loro chiavi sono state rese deprecate da GNOME 2.12), ma in caso di insuccesso con il primo comando, si può sempre provarli:

gconftool-2 --set -t string /desktop/gnome/applications/window_manager/current /usr/bin/compiz
gconftool-2 --set -t string /desktop/gnome/applications/window_manager/default /usr/bin/compiz

Autostart (senza "fusion-icon", Gnome <= 2.24)

Questo metodo funziona se utilizzate GDM (e probabilmente anche KDM).

Create il file /usr/local/bin/compiz-start-boot con questo contenuto:

#!/bin/bash
export WINDOW_MANAGER="compiz ccp"
exec gnome-session

e rendetelo eseguibile con (chmod +x /usr/local/bin/compiz-start-boot). Poi create il file /etc/X11/sessions/Compiz.desktop e scrivetevi dentro:

[Desktop Entry]
Version=1.0
Encoding=UTF-8
Name=Compiz on GNOME
Exec=/usr/local/bin/compiz-start-boot
Icon=
Type=Application

Dopo un riavvio di GDM, dal menu delle sessioni selezionate quindi Compiz on Gnome e dovreste aver concluso.

Autostart (con "fusion-icon")

Per avviare Compiz Fusion automaticamente quando si effettua il login, aggiungere in Sistema > Preferenze > Sessioni > Programmi d'Avvio una nuova voce di Nome:

Compiz Fusion

e Comando:

fusion-icon

il commento si può lasciarlo vuoto.

Nota: Si può anche mettere "compiz --replace ccp" invece di "fusion-icon" per caricare compiz ma non si avrà la icona di fusion-icon nella tray. l'opzione ccp indicherà a compiz di caricare le impostazioni scelte con il CompizConfig Settings Manager (ccsm).

Aggiungere "Compiz Fusion" alla lista dei programmi all'avvio è una buona idea per cambiare velocemente tra Metacity e Compiz tramite la apposita icona nella tray bar.

Potreste inoltre dover disattivare il compositor integrato di Metacity per far si che Compiz venga caricato automaticamente. Per fare ciò, si può usare il seguente comando da terminale:

gconftool-2 --type bool --set /apps/metacity/general/compositing_manager false
Nota: Questo metodo è più lento degli altri, visto che GNOME dovrà prima caricare metacity e poi sostituirlo con Compiz, impiegando dunque il tempo di caricamento di due gestori finestre anzichè di uno solo: per questo motivo gli altri metodi potrebbero essere una scelta migliore.

XFCE

Autostart in XFCE (senza "fusion-icon")

Questo metodo farà partire Compiz direttamente tramite il gestore di sessione di XFCE senza caricare Xfwm.

Notare la modifica al file di configurazione xml necessaria per XFCE >= 4.2

Per installare il gestore della sessione di XFCE, installate il pacchetto xfce4-session

# pacman -S xfce4-session

Bisognerà procedere poi alla configurazione della sessione di default di XFCE, modificando innanzitutto il file con un editor di testo come nano:

$ nano ~/.config/xfce4/xfconf/xfce-perchannel-xml/xfce4-session.xml

O alternativamente, per rendere la modifica effettiva per tutti gli utenti del sistema (serviranno i permessi di root)

# nano /etc/xdg/xfce4/xfconf/xfce-perchannel-xml/xfce4-session.xml

Sostituite poi il comando di inizializzazione di xfwm

 <property name="Client0_Command" type="array">
   <value type="string" value="xfwm4"/>
 </property>

con il seguente:

 <property name="Client0_Command" type="array">
   <value type="string" value="compiz"/>
   <value type="string" value="ccp"/>
 </property>
Nota: il valore 'ccp' serve a far si che Compiz carichi le vostre impostazioni settate con ccsm.


Per evitare che la sessione appena creata venga sovrascritta, potreste voler aggiungere anche:

 <property name="general" type="empty">
   ...
   ...
   <property name="SaveOnExit" type="bool" value="false"/>
 </property>

Per rimuovere le sessioni esistenti, si dovrà eseguire il comando

$ rm -r ~/.cache/sessions

Autostart in XFCE (con "fusion-icon")

Metodo 1:

Questo metodo caricherà Xfwm, sostituiendolo poi con Compiz.

Aprite il XFCE Settings Manager, poi aprite Sessions & Startup. cliccate infine sulla scheda Application Autostart.

Aggiungete

  (Name:) Compiz Fusion
  (Command:) fusion-icon
Nota: Potete usare anche il comando "compiz --replace ccp" invece di "fusion-icon" per caricare solo compiz senza la fusion-icon. Il valore 'ccp' serve a far si che Compiz carichi le vostre impostazioni settate con ccsm.
Nota: Questo metodo è meno preferibile rispetto all'altro poichè carica due gestori finestre invece che uno. Tutti gli altri metodi caricano solo Compiz senza caricare prima Xfwm.

Metodo 2:

Modificate il file di configurazione seguente :

nano ~/.config/xfce4-session/xfce4-session.rc

O nel caso vogliate rendere le impostazioni definite per tutti gli utenti (tramite permessi di root)

# nano /etc/xdg/xfce4-session/xfce4-session.rc

Aggiungete poi la parte seguente

[Failsafe Session]
Client0_Command=fusion-icon

Commentate la riga

Client0_Command=xfwm4

se esiste.

Così facendo, XFCE caricherà direttamente compiz invece di XFwm quando non sarà rilevata una sessione attiva.

Per evitare che la sessione di default appena creata venga in qualche modo sovrascritta, potreste aggiungere le righe

[General]
AutoSave=false
SaveOnExit=false

Per rimuovere le sessioni esistenti, si dovrà eseguire il comando

rm -r ~/.cache/sessions

Metodo 3:

Controllate l'esistenza del file

~/.config/xfce4/xfconf/xfce-perchannel-xml/xfce4-session.xml

Se questo file non esiste, createlo copiandolo dal file di default:

cp /etc/xdg/xfce4/xfconf/xfce-perchannel-xml/xfce4-session.xml ~/.config/xfce4/xfconf/xfce-perchannel-xml/xfce4-session.xml

e poi apritelo per modificarlo:

nano ~/.config/xfce4/xfconf/xfce-perchannel-xml/xfce4-session.xml

o, per fare le modifiche in modo che coinvolgano tutti gli utenti, (tramite permessi di root):

# nano /etc/xdg/xfce4/xfconf/xfce-perchannel-xml/xfce4-session.xml

Modificate poi la riga Client0_Command di modo da renderla così:

<property name="Client0_Command" type="array">
    <value type="string" value="fusion-icon"/>
    <value type="string" value="--force-compiz"/>
</property>

se non dovesse funzionare, al posto di --force-compiz provate compiz --replace --sm-disable --ignore-desktop-hints ccp.

Aggiungete poi la riga SaveOnExit property se mancante e impostatela a false come nell'esempio:

<property name="general" type="empty">
   <property name="FailsafeSessionName" type="string" value="Failsafe"/>
   <property name="SessionName" type="string" value="Default"/>
   <property name="SaveOnExit" type="bool" value="false"/>
 </property>

infine, rimuovete le vecchie sessioni XFCE:

rm -r ~/.cache/sessions

Ora XFCE dovrebbe caricare Compiz invece di Xfwm.

Compiz come gestore di finestre autonomo

Configurate lo ~/.xinitrc per far si che lanci fusion-icon all'avvio.

exec ck-launch-session fusion-icon

Come metodo alternativo, usate un semplice script che chiamerete start-fusion.sh:

#!/bin/sh
# add more apps here if necessary or start another panel, tray like pypanel, bmpanel, stalonetray
xfce4-panel&
fusion-icon

Se questo script non funzionasse, o nel caso abbiate problemi con la sessione dbus, provate questo:

#!/bin/sh
cd /home/<yourusername>
#
eval `dbus-launch --sh-syntax --exit-with-session`
#
/usr/bin/X :0.0 -br -audit 0 -nolisten tcp vt7 &
#
export DISPLAY=:0.0
#
sleep 1
#
compiz-manager decoration move resize > /tmp/compiz.log 2>&1 &
# add more apps here if necessary or start another panel, tray like pypanel, bmpanel, stalonetray
xfce4-panel&
fusion-icon

Rendete questo script eseguibile e aggiungetelo allo ~/.xinitrc, così:

exec ck-launch-session start-fusion.sh

Sentitevi liberi di personalizzare questi esempi come più vi aggrada, aggiungendo le varie applicazioni che volete caricare all'avvio. Vedere il thread sul forum internazionale o questo sul forum italiano per maggior informazioni.


Aggiungere un menu radice

Per aggiungere al desktop un menu simile a quello che appare in Openbox e similari, dovete installare il pacchetto compiz-deskmenu da AUR. Una volta installato e configurato, avrete un menu che funzionerà come quello di openbox (clic sul desktop e appare il menu).

Se non vi funzionerà automaticamente, dovrete impostare a mano l'avvio del deskmenu. La procedura corretta per farlo, tramite ccsm, è:

- nel plugin "Comandi" (Commands) impostare nella "Command Line 0" a "compiz-deskmenu", nelle altre schede disabilitate qualsiasi scorciatoia di tasti o di mouse

- nel plugin "Selettore Area Visibile", ultima scheda, impostare "azione inizializzazione plugin" al tasto del mouse che volete utilizzare per aprire il menu (ad esempio, per il tasto centrale, impostare Button5"; nella riga sotto "Plugin per inizializzazione azione" scrivere "commands" e nella riga sotto ancora, la "Nome azione per inizia" mettete "run_command0_key"

Una alternativa a deskmenu può essere mygtkmenu,anch'esso presente in AUR.

Varie

Impostate i plugin di base se volete usare Compiz!!

Assicuratevi di attivare alla prima configurazione di Compiz tramite il CCSM, i plugin "Decorazione Finestra", "Muovi Finestra", e "Ridimensiona Finestre". Depending on what packages you have downloaded you can choose between serveral window decorators. The most common ones are Emerald, kde-window-decorator, and gtk-window-decorator. The emerald decorator has the advantage that it fits better to compiz's screen handling and offers transparency effects. Use CompizConfig Settings Manager (ccsm) to change the default decorator: Window Decorator -> Command: "emerald --replace" or "kde4-window-decorator --replace" or "gtk-window-decorator --replace".

Usare Compiz-Manager

Per usare compiz-manager, avrete innanzitutto bisogno di installarlo da community:

pacman -S compiz-manager

Compiz-manager, che sarà installato in /usr/bin/compiz-manager, è un semplice lanciatore per Compiz e TUTTE le sue opzioni. Per esempio, provate a lanciarlo da terminale

compiz-manager 

e guardate cosa viene restituito sul terminale stesso. Potete usarlo in tutti gli script che usate per lanciare compiz, in maniera molto semplice!

Usare gtk-window-decorator

Per utilizzare gtk-window-decorator, installate il pacchetto compiz-decorator-gtk e scegliete poi "GTK Window Decorator" invece di "Emerald" come vostro decoratore di finestre di default tramite fusion-icon o qualsiasi programma\script voi utilizziate per lanciare compiz.

gconf: Configurazioni aggiuntive per Compiz

Per ottenere il massimo da Compiz, alcune impostazioni nascoste sono disponibili tramite gconf-editor:

$ gconf-editor

Notare che compiz-core non è compilato di default con supporto a gconf; lo è solo se installato tramite il pacchetto compiz-decorator-gtk. Dunque, se volete usare queste impostazioni tramite gconf, dovrete installarlo in questa maniera. Le configurazioni di Compiz sono sotto la chiave apps > compiz > general > allscreens > options.

"Active plugins" è dove è possibile specificare i plugin che vogliamo utilizzare. Semplicemente modificare dunque la lista (riferirsi alla chiave apps > compiz > plugins per vedere quali plugin è possibile attivare). Alcuni plugin utili possono essere screenshot, png, fade, e Minimizza.

Scorciatoie da tastiera

Alcune scorciatoie di default (ovviamente i plugin relativi devono essere abilitati)

  • Switch finestres = Alt + Tab
  • Switch desktop sul cubo = Ctrl + Alt + freccia sinistra\destra
  • Muovi finestra = Alt + click sinistro
  • Ridimensiona finestra = Alt + click destro

Una lista più dettagliata la si può trovare sotto CommonKeyboardShortcuts nel wiki di Compiz, oppure potete semplicemente aprire il pannello di configurazione di ogni singolo plugin (sotto ccsm).

Note per ATI R600/R700

Usando Fusion-icon non dovreste aver problemi, dato che questa utility si occupa automaticamente delle configurazioni per la vostra scheda. Se invece usate un altro metodo di avvio per Compiz, potreste avere dei piccoli malfunzionamenti. Per esempio, usando il metodo autostart di XFCE modificando, come sopra descritto, il file ~/.config/xfce4/xfconf/xfce-perchannel-xml/xfce4-session.xml, vi accorgerete che Compiz non si avvierà. Dovete invece editare quel file e renderlo così

<property name="Client0_Command" type="array">
 <value type="string" value="LIBGL_ALWAYS_INDIRECT=1"/>
 <value type="string" value="compiz"/>
 <value type="string" value="--sm-disable"/>
 <value type="string" value="--ignore-desktop-hints"/>
 <value type="string" value="ccp"/>
 <value type="string" value="--indirect-rendering"/>
</property>

Questo esempio è specifico per XFCE, ma può essere adattato agli altri metodi, dovete solo aggiungere le varie opzioni descritte in questo esempio nel posto giusto. In particolare, dovete fare in modo che il comando lanciato per avviare compiz sia uguale a questo:

LIBGL_ALWAYS_INDIRECT=1 compiz --sm-disable --ignore-desktop-hints ccp --indirect-rendering

Che è il comando che XFCE fa partire interpretando il file di configurazione nell'esempio qui sopra. Notare che non avete bisogno del flag --replace perchè non state avviando Xfwm e poi Compiz, ma solo direttamente quest'ultimo.

Risorse Aggiuntive

  • AIGLX -- articolo
  • Xgl -- articolo
  • Composite -- Estensione di Xorg necessaria per i gestori finestre compositi
  • Xcompmgr -- Un semplice gestore del composito