Display manager (Italiano)

From ArchWiki
Revision as of 18:29, 18 November 2013 by Hilinus (Talk | contribs)

Jump to: navigation, search

Template:Article summary start Template:Article summary text Template:Article summary heading Template:Article summary text Template:Article summary heading Template:Article summary wiki Template:Article summary end

Un display manager, detto anche login manager, è solitamente un'interfaccia grafica che viene visualizzata alla fine del processo di boot, al posto della shell di default. Esistono diverse implementazioni di display managers, così come sono disponibili diversi ambienti desktop e gestori di finestre. Solitamente è possibile, entro certi limiti, personalizzare il loro aspetto.

Lista dei display manager disponibili

Testuali

  • CDM (Console Display Manager) — login manager minimale ma dalle molte funzioni, scritto in bash
https://github.com/ghost1227/cdm || cdm-gitAUR

Grafici

http://projects.gnome.org/gdm/ || gdm
http://www.kde.org/ || kdebase-workspace
  • LightDM — Display manager cross-desktop; può utilizzare frontend scritti con qualsiasi toolkit
http://www.freedesktop.org/wiki/Software/LightDM || lightdm, lightdm-bzrAUR
  • LXDMLXDE Display Manager. Indipendente dall'ambiente desktop scelto
http://sourceforge.net/projects/lxdm/ || lxdm
  • Qingy — login manager grafico molto leggero ed altamente configurabile, indipendente da X Windows (usa DirectFB)
http://quingy.sourceforge.net/ || quingy
  • SDDM — Display manager basato su QML
https://github.com/sddm/sddm || sddm-gitAUR, sddm-qt5-gitAUR
  • SLiM (Simple Login Manager) — leggera ed elegante soluzione per il login grafico
http://slim.berlios.de/ || slim
  • wdm — WINGs Display Manager
http://voins.program.ru/wdm/ || wdm
  • XDM — X Display Manager con supporto a XDMCP e host chooser.
http://www.x.org/archive/X11R7.5/doc/man/man1/xdm.1.html || xorg-xdm

Avviare il display manager

Per abilitare il login grafico, si esegua il demone del Display Manager di propria scelta (ad esempio KDM). Sono ad ora disponibili servizi di systemd per GDM, KDM, SLiM, XDM, LXDM, LightDM e sddmAUR.

# systemctl enable kdm

Il comando di cui sopra dovrebbe funzionare senza compiere ulteriori informazioni. Se così non fosse, probabilmente si è creato il file default.target manualmente o come residuo di precedenti installazioni:

# ls -l /etc/systemd/system/default.target
/etc/systemd/system/default.target -> /usr/lib/systemd/system/graphical.target

Si elimini semplicemente il link simbolico e systemd utilizzerà il proprio default.target di default (nella fattispecie, graphical.target)

# rm /etc/systemd/system/default.target

Una volta effettuata l'abilitazione di kdm, dovrebbe essere presente un link simbolico nella cartella /etc/systemd/system

# ls -l /etc/systemd/system/display-manager.service
/etc/systemd/system/display-manager.service -> /usr/lib/systemd/system/kdm.service

Utilizzo di systemd-logind

Per controllare lo stato della propria sessione utente è possibile utilizzare loginctl. Tutte le azioni di polkit come la sospensione o il monitoraggio dei dispositivi removibili dovrebbero funzionare senza ulteriori interventi.

Risoluzione dei problemi

Crash al secondo logout

Con il passaggio a systemd, diversi display manager crashano quando si effettuano due logout. Per risolvere il problema si aggiunga la seguente linea al file di configurazione PAM del display manager in utilizzo.

L'esempio che segue è valido per SDDM:

/etc/pam.d/sddm
session required pam_systemd.so