Difference between revisions of "Fonts (Italiano)"

From ArchWiki
Jump to: navigation, search
(italian translation on installing Fonts. Also translated the list of font packages.)
m (updated AUR package names)
(22 intermediate revisions by 10 users not shown)
Line 1: Line 1:
 
[[Category:Fonts (Italiano)]]
 
[[Category:Fonts (Italiano)]]
[[Category:Graphics and DTP (Italiano)]]
+
[[Category:Graphics and desktop publishing (Italiano)]]
[[Category:HOWTOs (Italiano)]]
+
 
[[Category:Eye candy (Italiano)]]
+
[[cs:Fonts]]
{{Article summary start}}
+
[[en:Fonts]]
{{Article summary text|Documenta l'installazione e l'utilizzo dei Fonts su Arch Linux.}}
+
[[es:Fonts]]
{{Article summary heading|Disponibile nelle lingue}}
+
[[ja:Fonts]]
{{i18n_entry|English|Fonts}}
+
[[ru:Fonts]]
{{i18n_entry|Italiano|Fonts (Italiano)}}
+
[[tr:Yazıtipleri]]
{{i18n_entry|繁體中文|Fonts 字型}}
+
[[zh-CN:Fonts]]
{{i18n_entry|Español|Fuentes}}
+
[[zh-TW:Fonts]]
{{i18n_entry|Русский|Fonts (Russian)}}
+
{{Article summary start|Sommario}}
{{Article summary heading|Legal}}
+
{{Article summary text|Documenta l'installazione e l'utilizzo dei Fonts su Arch Linux}}
{{Article summary text|Certi pacchetti font possono imporre ''alcune'' limitazioni legali.}}
+
{{Article summary heading|Note legali}}
{{Article summary heading|Articoli collegati}}
+
{{Article summary text|Certi pacchetti font possono imporre ''alcune'' limitazioni legali}}
{{Article summary wiki|MS Fonts}}
+
{{Article summary heading|Articoli correlati}}
{{Article summary wiki|Xorg Font Configuration}}
+
{{Article summary wiki|Font Configuration (Italiano)}}: Configurazione dei carattere e abbellimento
 +
{{Article summary wiki|Java Fonts - Sun JRE}}: Caratteri specifici su sistemi Java (Sun)
 +
{{Article summary wiki|MS Fonts}}: Aggiunta dei caratteri Microsoft e configurazione ottimale
 
{{Article summary end}}
 
{{Article summary end}}
 +
== Font formats ==
  
{{translateme}}
+
La maggior parte dei font usati oggi dai computer sono sia in formato ''bitmap'' che ''outline''. I font Bitmap archiviano immagini fisse per ogni glifo, di ogni dimensione e tipo, per carattere e punto. Il profilo o ''vettore'' dei font memorizza i caratteri come istruzioni per disegnare ogni linea e curva del glifo, potendo inoltre scalare in un ampio raggio di dimensioni senza problemi.
{{merge|Xorg Font Configuration|Talk:Xorg Font Configuration}}
+
  
= Introduzione =
+
Le estensioni comuni nei nomi dei font comprendono:
Un'installazione standard di Arch Linux fornisce un eccellente supporto ai fonts, con gli ultimi rilasci stabili del server X.org, di freetype2 (con abilitato l'interprete bytecode) e fontconfig. Per ulteriori informazioni sulla configurazione dei font, fare riferimento a: '''[[Xorg Font Configuration | Font Configuration]]'''
+
== Tipi differenti di Fonts ==
+
Esistono differenti tipi di caratteri per Linux.
+
  
* caratteri bitmap (.pcf .bdf .pcf.gz .bdf.gz)
+
* {{Ic|bdf}} e {{Ic|bdf.gz}} – (Bitmap Distribution Format), font bitmap compressi in gzip {{Ic|bdf}}
 +
* {{Ic|pcf}} e {{Ic|pcf.gz}} –  (Portable Compiled Font), font bitmap compressi in gzip {{Ic|pcf}}
 +
* {{Ic|psf}}, {{Ic|psfu}}, {{Ic|psf.gz}} e {{Ic|psfu.gz}} – (Pc Screen Font), (Pc Screen Font Unicode) e le versioni gzip, font bitmap, (incompatibili con Xorg)
 +
* {{Ic|pfa}} e {{Ic|pfb}} – (PostScript Font A-SCII) e (PostScript Font Binary), font con funzionalità di contorno e font PostScript, per istruzioni built-in delle stampanti.
 +
* {{Ic|ttf}} – (True Type Font), font con funzionalità di contorno. Originariamente concepito come una sostituzione per i font PostScript.
 +
* {{Ic|otf}} – (Open Type Font), font con funzionalità di contorno. TrueType con istruzioni tipografiche PostScript.
  
* caratteri PostScript (.pfa .pfb) <br>''(pfa: formato ascii; pfb: formato binario)''
+
Nella maggior parte dei casi, le differenze tecniche tra TrueType e OpenType possono essere ignorate, alcuni font con un'estensione {{Ic | ttf}} sono in realtà i font OpenType.
  
* caratteri TrueType/OpenType (.ttf) <br>''(fonts OpenType con degli outline quadratici hanno anch'essi il suffisso .ttf)''
+
=== Altri formati ===
  
* caratteri PostScript flavored OpenType (.otf)
+
L'applicazione di composizione ''TeX'', ed il suo software font abbinato, ''Metafont,'' randerizza i caratteri utilizzando metodi propri. Alcune delle estensioni dei file utilizzati per i font da questi due programmi sono {{Ic|*pk}}, {{Ic|*gf}}, {{Ic|mf}} e {{Ic|vf}}.
  
* caratteri TeX bitmap (.pk) <br>''(di solito generati automaticamente dalla sorgente METAFONT .mf)''
+
''FontForge,'' è un'applicazione per l'editing dei caratteri in grado di memorizzare i caratteri nel loro formato nativo basato su testo, {{Ic|sfd}}, ''s''pline ''f''ont ''d''atabase.
  
* caratteri TeX virtuali (.vf)
+
== Installazione ==
  
== Installare i fonts ==
+
Vari metodi di installazione dei font.
  
Aggiungere font ad un sistema moderno Linux è molto più semplice che nelle prime distribuzioni. Qui sono riportati alcuni consigli per rendere il funzionamento semplice per la maggior parte degli utenti.
+
=== Pacman ===
Solitamente, per aggiungere un set di font al sistema, basta copiare i files necessari nelle directory seguenti:
+
* /usr/share/fonts
+
* /usr/X11R6/lib/X11/fonts
+
In questo modo ogni utente sulla macchina avrà a disposizione i font installati.
+
{{Note| copiare i font nelle directory sopra riportate richiede i privilegi da amministratore. Eseguite la copia da root o attraverso [[sudo]] se installato}}
+
  
Copiare i temi anche nella directory:
+
Font specifici e collezioni di font possono essere installati dai nei repository abilitati utilizzando [[Pacman|pacman]]. I font disponibili possono essere trovati utilizzando:
* ~/.fonts
+
$ pacman -Ss font
costituisce una buona idea.
+
O per ricercare solo i font {{Ic|ttf}}:
 +
$ pacman -Ss ttf
  
Alcune collezioni di font sono già state preparate per gli utenti di Archlinux. Potete reperirle cercandole in pacman (o [[yaourt]] se installato):
+
Alcuni font come <i>terminus</i> sono installati in {{ic|/usr/share/fonts/local}}, che non viene aggiunto al percorso dei font di default. Aggiungendo le seguenti righe a {{ic|~/.xinitrc}}
<pre>pacman -Ss fonts</pre>
+
{{bc|
Tra i pacchetti trovati potrete trovare (ad esempio):
+
xset +fp /usr/share/fonts/local
<pre>extra/artwiz-fonts 1.3-4
+
xset fp rehash
    This is set of (improved) artwiz fonts.
+
}}
extra/ttf-ms-fonts 2.0-2
+
i font possono essere usati in X11.
    Un-extracted TTF fonts from Microsoft
+
</pre>
+
Se volete installare questi due set di font, eseguite il seguente comando:
+
<pre>pacman -S artwiz-fonts ttf-ms-fonts</pre>
+
Quest'ordine installerà i due set di font nella directory {{Filename|/usr/X11R6/lib/X11/fonts}}.
+
Gli utenti CJK (Cinesi/Giapponesi/Coreani) dovrebbero anche installare i font ''ttf-arphic-uming'', ''ttf-arphic-ukai'' e ''ttf-fireflysung'' per mostrare i caratteri asiatici in modo appropriato.
+
  
Un'altra valida opzione è quella di utilizzare l'Installatore di Font, situato nel Centro di Controllo di KDE. Questa opzione risolve egregiamente l'installazione dei font, a patto che abbiate, ovviamente, KDE installato.
+
=== Creazione di un pacchetto ===
  
Terza e ultima opzione, sconsigliata, è quella di copiare direttamente i file font nelle cartelle sopra riportate. Ricordatevi di possedere i privilegi di amministratore : <pre>fc-cache -vf</pre>
+
Per avere la possibilità di gestire i font con pacman, è possibile creare un pacchetto per Arch. Questi possono anche essere condivisi con la comunità per mezzo di [[AUR]].  Ecco un esempio di come compilare un pacchetto di base. Per ulteriori informazioni sulla creazione di pacchetti, leggere [[PKGBUILD]].
  
Queste tre opzioni funzionano nella maggior parte dei casi con gli ambienti desktop GNOME, KDE e XFCE4 per la maggior parte delle applicazioni. Allo stesso tempo, alcune applicazioni datate o costruite con GTK1 non supportano fontconfig. ''(Qualcuno dovrebbe effettivamente controllare questo problema e cercare di risolverlo.)'' Per aggirare questo inconveniente è necessario eseguire questi comandi nel terminale, assicurandosi di possedere i privilegi da amministratore:
+
{{bc|<nowiki>
  <pre>
+
pkgname=ttf-fontname
  mkfontscale
+
pkgver=1.0
  mkfontdir
+
pkgrel=1
  ln -s /usr/share/fonts/encodings/encodings.dir directoryDelFont/encodings.dir</pre>
+
depends=('fontconfig' 'xorg-font-utils')
Inoltre, se usate KDE:
+
pkgdesc="custom fonts"
  <pre>
+
arch=('any')
  ln -s /usr/share/fonts/encodings/encodings.dir ~/.fonts/</pre>
+
source=(http://someurl.org/$pkgname.tar.bz2)
A questo punto potete riavviare X.
+
install=$pkgname.install
  
Se volete condividere dei font (magari di vostra creazione), o volete evitare il ripetersi di questi comandi manuali, potete creare un pacchetto Arch. Salvate i font che volete pronti per l'installazione in un pacchetto .tar.bz2 e usate una variazione (secondo le vostre necessità) del PKGBUILD e del file .install qui sotto riportati:
+
build()
<pre># PKGBUILD
+
{
   pkgname=fonts-extra
+
   mkdir -p $pkgdir/usr/share/fonts/TTF
  pkgver=1.0
+
  cp $srcdir/$pkgname/*.ttf $pkgdir/usr/share/fonts/TTF
  pkgrel=1
+
}
  depends=('xfree86')
+
</nowiki>}}
  pkgdesc=\"Fonts extra\"
+
  source=(fonts-extra.tar.bz2)
+
  install=fonts-extra.install
+
  build()        {
+
    mkdir -p $startdir/pkg/usr/X11R6/lib/X11/fonts/local
+
    mv $startdir/src/*.ttf $startdir/pkg/usr/X11R6/lib/X11/fonts/local
+
  }
+
</pre>
+
<pre># fonts-extra.install:
+
  # arg 1:  the new package version
+
  post_install() {
+
    echo -n \"updating font cache... \"
+
    /usr/bin/fc-cache
+
    cd /usr/X11R6/lib/X11/fonts/local
+
    /usr/X11R6/bin/mkfontscale
+
    /usr/X11R6/bin/mkfontdir
+
    ln -s /usr/X11R6/lib/X11/fonts/encodings/encodings.dir /usr/X11R6/lib/X11/fonts/local/encodings.dir
+
    echo \"done.\"
+
  }
+
  
  # arg 1:  the new package version
+
Questo PKGBUILD presuppone che i font siano TrueType. Dovrà anche essere creato un file di installazione ({{ic|ttf-fontname.install}}) per aggiornare la cache dei font:
  # arg 2:  the old package version
+
  post_upgrade() {
+
    post_install $1
+
  }
+
  
  # arg 1:  the old package version
+
{{bc|
  pre_remove() {
+
post_install() {
    /bin/true
+
  echo -n "Updating font cache... "
   }
+
  fc-cache -fs >/dev/null
 +
   mkfontscale /usr/share/fonts/TTF /usr/share/fonts/Type1
 +
  mkfontdir /usr/share/fonts/TTF /usr/share/fonts/Type1
 +
  echo "done"
 +
}
  
  op=$1
+
post_upgrade() {
   shift
+
   post_install
 +
}
 +
}}
  
  $op $*
+
=== Installazione manuale ===
</pre>
+
  
= Pacchetti di Font in Arch Linux =
+
Il metodo raccomandato per aggiungere font non disponibili nei repository al sistema, è descritto in [[#Creating a package]]. Questo dà a pacman la possibilità di rimuoverli o aggiornarli in un secondo momento. Possono inoltre essere installati manualmente.
NB: Questa è una lista selettiva, ma riporta la maggior parte dei font reperibili in [[AUR]].
+
  
* Latin
+
Per installare i font a livello di intero sistema (disponibile per tutti gli utenti), spostare la cartella nella directory {{ic|/usr/share/fonts/}}. Per installare i font ad un singolo utente, utilizzare invece {{ic|~/.fonts/}}.
** [http://www.archlinux.org/packages/10296/ '''font-bh-ttf'''] - X.org Luxi fonts
+
** [http://www.archlinux.org/packages/3722 '''ttf-cheapskate'''] - Collezione di font da ''dustimo.com''
+
** [http://www.archlinux.org/packages/9336 '''ttf-isabella'''] - Storico ''Isabella font''
+
** [http://www.archlinux.org/packages/9337 '''ttf-junicode'''] - Junius font, contenente la maggior parte dei font latino-medievali
+
** [http://www.archlinux.org/packages/961 '''ttf-ms-fonts'''] - Font non estratti da ''Microsoft''
+
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?do_Details=1&ID=5418 '''unsupported/ttf-ms-fonts-lic'''] - Alternativa al precedente
+
  
* Unicode (multiscript)
+
Potrebbe anche essere necessario aggiornare {{ic|/etc/X11/xorg.conf}} o {{ic|/etc/xorg.conf}} con la nuova directory. Eseguire una ricerca con chiave {{Ic|FontPath}} per trovare la posizione corretta del file ed aggiungere il nuovo percorso. Consultare [[#Fonts with Xorg]] per maggiori informazioni.
** [http://www.archlinux.org/packages/11883/ '''ttf-dejavu'''] - DejaVu fonts, estensione di Bitstream Vera
+
** [http://www.archlinux.org/packages/9340/ '''ttf-mph-2b-damase'''] - Copre praticamente tutto il 1° livello e moltissimi scripts
+
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=3856 '''unsupported/ttf-sil-fonts'''] - Gentium, Charis, Doulos, Andika and Abyssinica da SIL
+
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=6608 '''unsupported/ttf-linux-libertine'''] - Rimpiazzo per Times New Roman
+
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=3673 '''unsupported/ttf-freefont'''] - ''freefont'' (cloni di Times, Helvetica e Courier con un largo supporto Unicode ma di diversa qualità)
+
  
* Cyrillic
+
Aggiornare infine fontconfig, la cache dei font:
** Vedete la categoria 'Unicode' sopra
+
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=6265 '''unsupported/ttf-arhangai'''] - Cirillico Mongolo
+
  
* Cinese + Giapponese + Coreano
+
  $ fc-cache -vf
** [http://www.archlinux.org/packages/6831 '''ttf-arphic-ukai'''] - ''Kaiti'' (colpo di pennello): Font Unicode (suggerita l'attivazione dell'anti-aliasing)
+
** [http://www.archlinux.org/packages/6832 '''ttf-arphic-uming'''] - ''Mingti'' (stampato) :  Font Unicode
+
** [http://www.archlinux.org/packages/10092 '''ttf-fireflysung'''] - ''New Sung'' Font
+
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=14795 '''community/wqy-zenhei'''] - ''wqy-zenhei'' Font cinese in stile A Hei Ti (sans-serif)
+
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=5303  '''community/wqy-bitmapfont'''] -"wqy-bitmapfont" Font cinese in stile Song Ti (serif)
+
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?do_Details=1&ID=6792 '''unsupported/acrofont-cht'''] - Set di Font tradizionali cinesi da Acrobat Reader 7.0.8
+
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=6794 '''unsupported/acrofont-cjk'''] - Pacchetto di font CJK (Cinese/Giapponese/Coreano) per Acrobat Reader 7.0.8
+
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=6398 '''unsupported/acroread7-chs'''] - Font di cinese semplificato per Adobe Acrobat Reader 7
+
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=6267 '''usupported/ttf-kochi-substitute'''] - Font TrueType ad Alta Qualità Giapponese
+
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=6268 '''usupported/ttf-sazanami'''] - Un altro set di Font giapponesi TrueType
+
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=6266 '''usupported/ttf-baekmuk'''] - Collezione di Font TrueType coreani
+
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=6264 '''unsupported/ttf-alee'''] - Set of free Hangul truetype fonts
+
  
* Arabic
+
==== Applicazioni datate ====
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=4633 '''unsupported/ttf-sil-arabic'''] - Due eccellenti Font Unicode arabici da SIL
+
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=3680 '''unsupported/arabeyes-fonts'''] - Collezione di Font arabici liberi
+
  
* Hebrew
+
Con le vecchie applicazioni che non supportano fontconfig (ad es. le applicazioni GTK1, e {{Ic|xfontsel}}) l'indice dovrà essere creato nella directory dei font:
** [http://www.archlinux.org/packages/12690/ '''culmus'''] - Ottima collezione di Font ebrei
+
  
* Indic
+
$ mkfontscale
** [http://www.archlinux.org/packages/6071 '''ttf-freebanglafont'''] - Font per Bangla
+
$ mkfontdir
** [http://www.archlinux.org/packages/6742 '''ttf-indic-otf'''] - Collezione di font OpenType indi (contiene ttf-freebanglafont)
+
  
* Thai
+
O per includere più di una cartella con un solo comando:
** [http://www.archlinux.org/packages/9331  '''ttf-thai'''] -  Font necessario per i grafi thai
+
  
* Khmer
+
$ for dir in /font/dir1/ /font/dir2/; do xset +fp $dir; done && xset fp rehash
** [http://www.archlinux.org/packages/9338 '''ttf-khmer'''] -  Font necessario per i grafi della lingua Khmer
+
  
* Braille
+
A volte il server X potrebbe non riuscire a caricare la cartella fonts e sarà necessario ripetere l'analisi tutti i file {{ic|fonts.dir}}:
** [http://www.archlinux.org/packages/9339 '''ttf-ubraille'''] - Font per simboli ''braille'' (unicode)
+
  
* Handwritten
+
# xset +fp /usr/share/fonts/misc # Inform the X server of new directories
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=2055 '''unsupported/aquafont'''] - Font TrueType ''a mano libera'' a larghezza fissa
+
# xset fp rehash                # Forces a new rescan
  
* Math fonts
+
Per controllare che i font siano inclusi:
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=6349 '''unsupported/ttf-mathematica''']
+
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=7005 '''unsupported/ttf-mathematica4.1''']
+
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=7006 '''unsupported/ttf-mathtype''']
+
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=2100 '''unsupported/ttf-computer-modern-fonts''']
+
  
* “Programmer's fonts” (per programmazione e display di terminale)
+
$ xlsfonts | grep fontname
** [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=4809 '''terminus-font''']
+
** Provate anche DejaVu Sans Mono (from package [http://www.archlinux.org/packages/11883/ '''ttf-dejavu''']), Lucida Typewriter (incluso nel pacchetto [http://www.archlinux.org/packages/11383/ '''jre''']) o il bellissimo [http://aur.archlinux.org/packages.php?ID=12559 '''Inconsolata'''].
+
  
= I migliori font per il terminale =
+
=== Pango Warnings ===
 +
Quando [http://www.pango.org/ Pango] è in uso sul proprio sistema sarà letto da [http://fontconfig.org/wiki/ fontconfig] per risolvere da dove leggere i font.
  
Il font migliore per il terminale dipende innanzitutto da quale emulatore di terminale usate, e quali ''feature'' (funzioni) supporta .  For example, it even depends on how your fonts.dir looks, as sometimes fonts get installed incorrectly.  It also depends on how you have configured your X Server, if you use freetype2 or freetype1, if you use the autohinter with the bytecode interpreter compiled into freetypeN, if you have compiled in the BI but doesn't use the autohinter, if you have not compiled in the BI and use the autohinter, if you have not compiled in the BI but uses the autohinter, etc.
+
(process:5741): Pango-WARNING **: failed to choose a font, expect ugly output. engine-type='PangoRenderFc', script='common'
 +
(process:5741): Pango-WARNING **: failed to choose a font, expect ugly output. engine-type='PangoRenderFc', script='latin'
  
A top favorite of some Arch Linux users is [http://www.is-vn.bg/hamster/jimmy-en.html Terminus] (in community as "terminus-font").
+
Nel caso si vedano errori simili a questo e/o blocchi invece di caratteri nell'applicazione, sarà necessario aggiungere dei font e aggiornare la cache dei font. Questo esempio utilizza i font {{Pkg|ttf-liberation}} per illustrare la soluzione e viene eseguito da root, per consentirne l'utilizzo a livello globale nel sistema.
  
Some other fonts to try out:
+
# pacman -S ttf-liberation
 +
  -- output abbreviated, assumes installation succeeded --
 +
 +
# fc-cache -vfs
 +
/usr/share/fonts: caching, new cache contents: 0 fonts, 3 dirs
 +
/usr/share/fonts/TTF: caching, new cache contents: 16 fonts, 0 dirs
 +
/usr/share/fonts/encodings: caching, new cache contents: 0 fonts, 1 dirs
 +
/usr/share/fonts/encodings/large: caching, new cache contents: 0 fonts, 0 dirs
 +
/usr/share/fonts/util: caching, new cache contents: 0 fonts, 0 dirs
 +
/var/cache/fontconfig: cleaning cache directory 
 +
fc-cache: succeeded
  
*Lucida Typewriter
+
È possibile verificare la corretta configurazione di un font di default in questo modo:
*Andale Mono
+
*Bitstream Vera Mono
+
*Courier
+
*Terminal
+
*Test
+
*Gamov
+
*default8x16
+
*monospace
+
*Liberation Mono
+
*[http://www.proggyfonts.com/index.php?menu=download Proggy Clean]
+
  
Example how to use Terminus:
+
# fc-match
<pre>
+
LiberationMono-Regular.ttf: "Liberation Mono" "Regular"
xterm -bg black -fg gray -fn -xos4-terminus-medium-r-normal--14-140-72-72-c-80-iso8859-1
+
xterm -bg black -fg gray -fn -xos4-terminus-bold-r-normal--14-140-72-72-c-80-iso8859-1
+
</pre>
+
  
= Fonts in virtual console =
+
=== Font e Xorg ===
Default font in virtual console can display only ASCII characters. If you use other characters you can change the ''CONSOLEFONT'' and ''CONSOLEMAP'' settings in your ''/etc/rc.conf'' file. Different fonts can be found in ''/usr/share/kbd/consolefonts'' directory and key maps can be found in the subdirectories of ''/usr/share/kbd/keymaps''.
+
  
=== Examples ===
+
Per abilitare [[Xorg]] a trovare ed utilizzare i nuovi font installati, è necessario aggiungere i percorsi dei font stessi in {{ic|/etc/xorg.conf}} (un file di configurazione Xorg diverso potrebbe funzionare comunque).
For displaying characters like "č ć ž đ š" use lat2-16.psfu.gz font:
+
CONSOLEFONT="lat2-16.psfu.gz"
+
Also, don't forget to set the proper key map, in this case:
+
CONSOLEMAP="8859-2"
+
  
To use the specified font in early userspace (early in the bootup process), add the 'keymap' hook to /etc/mkinitcpio.conf and rebuild the image. See [http://wiki.archlinux.org/index.php/Mkinitcpio the Mkinitcpio article] for more information.
+
Ecco un esempio della sezione che deve essere aggiunta a {{ic|/etc/xorg.conf}}. Aggiungere o rimuovere i percorsi in base agli specifici requisiti dei propri caratteri.
 +
# Let Xorg know about the custom font directories
 +
Section "Files"
 +
    FontPath    "/usr/share/fonts/100dpi"
 +
    FontPath    "/usr/share/fonts/75dpi"
 +
    FontPath    "/usr/share/fonts/cantarell"
 +
    FontPath    "/usr/share/fonts/cyrillic"
 +
    FontPath    "/usr/share/fonts/encodings"
 +
    FontPath    "/usr/share/fonts/local"
 +
    FontPath    "/usr/share/fonts/misc"
 +
    FontPath    "/usr/share/fonts/OTF"
 +
    FontPath    "/usr/share/fonts/TTF"
 +
    FontPath    "/usr/share/fonts/util"
 +
EndSection
  
= Fonts with LCD filter enabled =
+
==Pacchetti font==
 +
Questa è una lista selettiva, ma riporta la maggior parte dei font reperibili su [[AUR]] oltre a quelli nei repository ufficiali. I caratteri sono taggati "Unicode" se provvisti di ampio supporto Unicode; consultarere il progetto o le pagine di Wikipedia per maggiori informazioni.
  
== "LCD" packages ==
+
===Braille===
 +
*{{Pkg|ttf-ubraille}} - Font per simboli ''braille''
  
=== Install patched packages ===
+
===International users===
  
Remove the original packages:
+
====Arabo====
pacman -Rd libxft cairo
+
*{{AUR|ttf-sil-lateef}} - Font Unicode arabici da SIL ''(AUR)''
 +
*{{AUR|ttf-sil-scheherazade}} - Font Unicode arabici da SIL ''(AUR)''
 +
*{{AUR|arabeyes-fonts}} - Collezione di Font arabici liberi ''(AUR)''
  
Install the patched packages from [http://aur.archlinux.org/packages.php AUR] unsupported (ex. using [[Post_Installation_Tips#Accessing_AUR_seamlessly | yaourt]]):
+
====Cinese, Giapponese, Coreano, Vietnamita====
yaourt -S fontconfig-lcd
+
yaourt -S cairo-lcd
+
  
Install the patched packages from [community]:
+
=====Cinese (principalmente)=====
pacman -S libxft-lcd
+
*{{AUR|wqy-microhei}} - Font in stile Sans-Serif, di alta qualità CJK. ''(AUR)''
 +
*{{Pkg|wqy-zenhei}} - Font cinesi stile Hei Ti (sans-serif) con schema incorporato e bitmap Song Ti (supporto parziale caratteri giapponesi e coreani).
 +
*{{Pkg|ttf-arphic-ukai}} - ''Kaiti'' (colpo di pennello) Font Unicode (consigliato abilitare l'anti-aliasing)
 +
*{{Pkg|ttf-arphic-uming}} - ''Mingti'' (stampato) Font Unicode
 +
*{{Pkg|opendesktop-fonts}} - ''New Sung'' font, questo pacchetto prima si chiamava ttf-fireflysung.
 +
*{{Pkg|wqy-bitmapfont}} - "wqy-bitmapfont" Font cinese in stile Song Ti (serif)
 +
*{{Pkg|ttf-hannom}} - Font TrueType Cinese e Vietnamita
  
Reboot your system.
+
=====Giapponese=====
 +
*{{Pkg|ttf-sazanami}} - Set di Font giapponesi TrueType da alternare con la famiglia di font ttf-kochi.
 +
*{{AUR|ttf-kochi-substitute}} - Font giapponesi TrueType di alta qualità. Forniscono informazioni "bitmap hinting", quindi sono curati e non risultano frastagliati nella visualizzazione su schermi CRT.
 +
*{{AUR|otf-ipafont}} - Set di font giapponesi gothic (san-serif) e Mincho (serif); uno dei font open source di migliore qualità. Di default su openSUSE-ja. ''(AUR)''
 +
*{{AUR|ttf-vlgothic}} - Font giapponesi gothic. Default su Debian/Fedora/Vine Linux ''(AUR)''
 +
*{{AUR|ttf-ipa-mona}}, {{AUR|ttf-monapo}} - Font giapponesi per visualizzare correttamente [http://en.wikipedia.org/wiki/2channel_Shift_JIS_art 2channel Shift JIS art]. ''(AUR)''
  
'''Note:''' if you want, you can simply revert to the original packages entering
+
=====Coreano=====
pacman -Rd libxft-lcd cairo-lcd fontconfig-lcd
+
*{{Pkg|ttf-baekmuk}} - Collezione di font coreani TrueType
pacman -S libxft cairo
+
*{{AUR|ttf-alee}} - Set di font TrueType liberi Hangul ''(AUR)''
 +
*{{AUR|ttf-unfonts-core}} - Un font (il font Baekmuk di default potrebbe non essere soddisfacente) (''AUR'')
  
=== Change filter configuration ===
+
====Cirillico====
 +
''Vedere anche [[#Monospace]], [[#Sans]] e [[#Serif]]''
 +
*{{AUR|font-arhangai}} - Mongolian Cyrillic (''AUR'')
 +
*{{AUR|ttf-pingwi-typography}} - PingWi Typography (PWT) fonts (''AUR'')
  
The "fontconfig-lcd" package enables by default the "lcddefault" filter. You can edit the ''/etc/fonts/conf.avail/10-lcd-filter.conf'' file and replace it with another filter.
+
====Greco====
 +
Quasi tutti i font Unicode contengono il set di caratteri greci (polytonic incluso). Alcuni pacchetti di font aggiuntivi, che potrebbero non contenere il set completo Unicode ma utilizzano caratteri tipografici greci di alta qualità (e naturalmente anche latini) sono:
 +
*{{AUR|otf-gfs}} - Selezione di font OpenType dalla Greek Font Society ''(AUR)''
 +
*{{AUR|ttf-mgopen}} - Font professionale TrueType da Magenta ''(AUR)''
  
* New filter, fontconfig-lcd default
+
====Ebraico====
  <const>lcddefault</const>
+
*{{AUR|culmus}} - Ottima collezione di font in ebraico
  
* None
+
====Indiano====
  <const>lcdnone</const>
+
*{{Pkg|ttf-freebanglafont}} - Font per Bangla
 +
*{{Pkg|ttf-indic-otf}} - Collezione di font OpenType indi (contiene ttf-freebanglafont)
  
* Lighter filter, less aggressive
+
====Khmer====
  <const>lcdlight</const>
+
*{{Pkg|ttf-khmer}} - Font necessario per i grafi della lingua Khmer
 +
*[http://code.google.com/webfonts/family?family=Hanuman&subset=khmer Hanuman] ({{AUR|ttf-google-fonts-hg}} o {{AUR|ttf-google-fonts-git}})
  
* Legacy filter, cairo default
+
====Singalese====
  <const>lcdlegacy</const>
+
*{{AUR|ttf-lklug}} - Font Unicode Sinhala (''AUR'')
  
== Alternative with "ClearType" packages ==
+
====Tamil====
 +
*{{AUR|ttf-tamil}} - Font Unicode Tamil (''AUR'')
  
There are more effects for fonts from Windows system, this method of beautifying fonts has been tested with GNOME/Xfce/KDE.
+
====Thailandese====
 +
*{{Pkg|ttf-thai}} - Font necessario per i grafi thai
  
===Remove Packages:===
+
===Math===
 +
*{{Pkg|font-mathematica}} - Font matematici di Wolfram Research, Inc.
 +
*{{AUR|ttf-mathtype}} - Font MathType ''(AUR)''
 +
*{{AUR|ttf-computer-modern-fonts}} - Segnalato come non aggiornato dal 2009-11-14 ''(AUR)''
  
pacman -Rd cairo libxft freetype2
+
===Microsoft fonts===
 +
Consultare [[MS Fonts]].
  
===Install Packages===
+
===Monospace===
 +
Ecco alcuni suggerimenti: ogni utente ha le proprie preferenze, quindi sperimentare un po' per trovare quello più consono ai propri gusti.
 +
Se non si ha voglia di provarli uno alla volta, c'è uno spunto di Dan Benjamin sul suo blog: [http://hivelogic.com/articles/top-10-programming-fonts ''Top 10 Programming Fonts''].
  
Install the package cairo-cleartype, libxft-cleartype, freetype2-cleartype from [http://aur.archlinux.org/packages.php AUR]
+
Qui è visualizzabile una discreta lista di font suggeriti da Trevor Lowing: http://www.lowing.org/fonts/
  
Search "cairo-cleartype", "libxft-cleartype", "freetype2-cleartype" in [http://aur.archlinux.org/packages.php AUR], download all these tarballs, extract them, and compile them with makepkg, install them with
+
====TrueType====
  
pacman -U *-cleartype*.pkg.tar.gz
+
*[[Wikipedia:Andalé Mono|Andalé Mono]] ({{AUR|ttf-ms-fonts}})
 +
*Anka/Coder ({{AUR|ttf-anka-coder}})
 +
*Anonymous Pro ({{AUR|ttf-anonymous-pro}})
 +
*[[Wikipedia:Bitstream Vera|Bitstream Vera Mono]] ({{Pkg|ttf-bitstream-vera}})
 +
*[[Wikipedia:Consolas|Consolas]] ({{AUR|ttf-vista-fonts}})
 +
*[[Wikipedia:Courier New|Courier New]] ({{AUR|ttf-ms-fonts}})
 +
*Cousine ({{AUR|ttf-google-fonts-hg}} o {{AUR|ttf-google-fonts-git}}) - Sostituto di Chrome/Chromium OS per Courier New (compatibilità metrica)
 +
*[[Wikipedia:DejaVu fonts|DejaVu Sans Mono]] ({{Pkg|ttf-dejavu}}) - Unicode
 +
*[[Wikipedia:Droid (font)|Droid Sans Mono]] ({{AUR|ttf-droid}}, inclusi in {{AUR|ttf-google-fonts-hg}} e {{AUR|ttf-google-fonts-git}})
 +
*Envy Code R ({{AUR|ttf-envy-code-r}})
 +
*[[Wikipedia:GNU FreeFont|FreeMono]] ({{Pkg|ttf-freefont}}) - Unicode
 +
*[[Wikipedia:Inconsolata|Inconsolata]] ({{Pkg|ttf-inconsolata}})
 +
*[[Wikipedia:Inconsolata|Inconsolata-g]] ({{AUR|ttf-inconsolata-g}}) - aggiunge qualche modifica di facile programmazione
 +
*[[Wikipedia:Liberation fonts|Liberation Mono]] ({{Pkg|ttf-liberation}}) - Alternativa a Courier New (compatibilità metrica)
 +
*[[Wikipedia:Lucida Console|Lucida Console]] ({{AUR|ttf-ms-fonts}})
 +
*[[Wikipedia:Lucida Typewriter|Lucida Typewriter]] (inclusi nel pacchetto {{Pkg|jre}})
 +
*[[Wikipedia:Monaco (typeface)|Monaco]] ({{Pkg|monaco-linux-font}})
 +
*Monofur ({{AUR|ttf-monofur}})
  
Restart X11 (ctrl+alt+backspace)
+
====Bitmap====
  
'''OR''' if you have yaourt installed:
+
*Default 8x16
 +
*Dina ({{Pkg|dina-font}})
 +
*Lime ({{Pkg|artwiz-fonts}})
 +
*[[Wikipedia:ProFont|ProFont]] ({{Pkg|profont}})
 +
*[[Wikipedia:Proggy Programming Fonts|Proggy Programming Fonts]] ({{AUR|proggyfonts}})
 +
*Proggy opti cyrillic ({{AUR|proggyopticyr-font}})
 +
*Tamsyn ({{AUR|tamsyn-font}})
 +
*[[Wikipedia:Terminus (typeface)|Terminus]] ({{Pkg|terminus-font}})
 +
*Unifont (glifi come ಠ_ಠ (sguardo di disapprovazione)) ({{Pkg|bdf-unifont}})
  
<pre>yaourt -S cairo-cleartype freetype2-cleartype libxft-cleartype</pre>
+
===Sans-serif===
  
= Configuration =
+
*[http://scripts.sil.org/cms/scripts/page.php?site_id=nrsi&id=andika Andika] ({{AUR|ttf-andika}}, inclusi in {{AUR|ttf-sil-fonts}})
 +
*[[Wikipedia:Arial|Arial]] ({{AUR|ttf-ms-fonts}})
 +
*[[Wikipedia:Arial Black|Arial Black]] ({{AUR|ttf-ms-fonts}})
 +
*Arimo ({{AUR|ttf-google-fonts-hg}} o {{AUR|ttf-google-fonts-git}}) - Sostituto di Chrome/Chromium OS per Arial (compatibilità metrica)
 +
*[[Wikipedia:Calibri|Calibri]] ({{AUR|ttf-vista-fonts}})
 +
*[[Wikipedia:Candara|Candara]] ({{AUR|ttf-vista-fonts}})
 +
*[[Wikipedia:Constantia (typeface)|Constantia]] ({{AUR|ttf-vista-fonts}})
 +
*[[Wikipedia:Corbel (typeface)|Corbel]] ({{AUR|ttf-vista-fonts}})
 +
*[[Wikipedia:DejaVu fonts|DejaVu Sans]] ({{Pkg|ttf-dejavu}}) - Unicode
 +
*[[Wikipedia:Droid (font)|Droid Sans]] ({{AUR|ttf-droid}}, inclusi in {{AUR|ttf-google-fonts-hg}} e {{AUR|ttf-google-fonts-git}})
 +
*[[Wikipedia:GNU FreeFont|FreeSans]] ({{Pkg|ttf-freefont}}) - Unicode
 +
*[[Wikipedia:Impact (typeface)|Impact]] ({{AUR|ttf-ms-fonts}})
 +
*[[Wikipedia:Liberation fonts|Liberation Sans]] ({{Pkg|ttf-liberation}}, Cirillico ridisegnato e migliorato: {{Pkg|ttf-liberastika}}) - Alternativa a Arial  (compatibilità metrica)
 +
*[[Wikipedia:Liberation fonts|Liberation Sans Narrow]] ({{Pkg|ttf-liberation}}) - Alternativa ad Arial Narrow (compatibilità metrica)
 +
*[[Wikipedia:Linux Libertine|Linux Biolinum]] ({{Pkg|ttf-linux-libertine}})
 +
*[[Wikipedia:Lucida Sans|Lucida Sans]] ({{AUR|ttf-ms-fonts}})
 +
*[[Wikipedia:Microsoft Sans Serif|Microsoft Sans Serif]] ({{AUR|ttf-ms-fonts}})
 +
*[[Wikipedia:PT Sans|PT Sans]] ({{AUR|ttf-google-fonts-hg}} o {{AUR|ttf-google-fonts-git}}) - 3 varianti principali: normale, stretto, e didascalia- Unicode: Latino, Cirillico
 +
*[[Wikipedia:Tahoma (typeface)|Tahoma]] ({{AUR|ttf-tahoma}})
 +
*[[Wikipedia:Trebuchet MS|Trebuchet]] ({{AUR|ttf-ms-fonts}})
 +
*[[Wikipedia:Ubuntu-Title|Ubuntu-Title]] ({{AUR|ttf-ubuntu-title}})
 +
*[[Wikipedia:Ubuntu Font Family|Ubuntu Font Family]] ({{AUR|ttf-ubuntu-font-family}})
 +
*[[Wikipedia:Verdana|Verdana]] ({{AUR|ttf-ms-fonts}})
  
== FreeType autohinter (optional) ==
+
===Script===
You can set the FreeType autohinter. As root :
+
ln -s /etc/fonts/conf.avail/10-autohint.conf /etc/fonts/conf.d/10-autohint.conf
+
  
== Disable Unattractive Bitmap Fonts (optional) ==
+
*[[Wikipedia:Comic Sans|Comic Sans]] ({{AUR|ttf-ms-fonts}})
Edit ~/.fonts.conf with the following content:
+
  
    <!-- Reject bitmap fonts in favour of Truetype, Postscript, etc. -->
+
===Serif===
    <selectfont>
+
*[[Wikipedia:Cambria (typeface)|Cambria]] ({{AUR|ttf-vista-fonts}})
        <rejectfont>
+
*[[Wikipedia:Charis SIL|Charis]] ({{AUR|ttf-charis}}, inclusi in {{AUR|ttf-sil-fonts}}) - Unicode: Latino, Cirillico
            <pattern>
+
*[[Wikipedia:DejaVu fonts|DejaVu Serif]] ({{Pkg|ttf-dejavu}}) - Unicode
                <patelt name="scalable">
+
*[[Wikipedia:Doulos SIL|Doulos]] ({{AUR|doulos-sil}}, inclusi in {{AUR|ttf-sil-fonts}}) - Unicode: Latino, Cirillico
                    <bool>false</bool>
+
*[[Wikipedia:Droid (font)|Droid Serif]] ({{AUR|ttf-droid}}, inclusi in {{AUR|ttf-google-fonts-hg}} e {{AUR|ttf-google-fonts-git}})
                </patelt>
+
*[[Wikipedia:GNU FreeFont|FreeSerif]] ({{Pkg|ttf-freefont}}) - Unicode
            </pattern>
+
*[[Wikipedia:Gentium|Gentium]] ({{Pkg|ttf-gentium}}, inclusi in {{AUR|ttf-sil-fonts}}) - Unicode: Latino, Cirillico, Greco, alfabeto fonetico
        </rejectfont>
+
*[[Wikipedia:Georgia (typeface)|Georgia]] ({{AUR|ttf-ms-fonts}})
    </selectfont>
+
*[[Wikipedia:Liberation fonts|Liberation Serif]] ({{Pkg|ttf-liberation}}) - Alternativa a Times New Roman (metric-compatible)
 +
*[[Wikipedia:Linux Libertine|Linux Libertine]] ({{Pkg|ttf-linux-libertine}}) - Unicode: Latino, greco, cirillico, ebraico
  
Restart X11 (ctrl+alt+backspace)
+
*[[Wikipedia:Times New Roman|Times New Roman]] ({{AUR|ttf-ms-fonts}})
 +
*Tinos ({{AUR|ttf-google-fonts-hg}} o {{AUR|ttf-google-fonts-git}}) - Sostituto di Chrome/Chromium OS per Times New Roman (compatibilità metrica)
  
At this point if you think fonts look too bold, modify the fonts configuration file: edit (or create if it doesn't exist yet) the file ~/.fonts.conf with the following content:
+
===Assortiti===
 +
<!--This section should be absorbed into the Monospace/Serif/Sans-Serif structure-->
 +
*{{AUR|ttf-google-fonts-hg}} o {{AUR|ttf-google-fonts-git}} - una vasta collezione di font gratuiti (tra cui ubuntu, inconsolata, droid, ecc.)
 +
{{Nota| La finestra di dialogo dove vengono mostrati i font, nelle singole applicazioni, diventerannò molto lunghe perchè questo pacchetto installa sul sistema più di cento nuovi font}}
 +
*{{Pkg|ttf-mph-2b-damase}} - Covers full plane 1 and several scripts
 +
*{{AUR|ttf-sil-fonts}} - Gentium, Charis, Doulos, Andika e Abyssinica da SIL ''(AUR)''
 +
*{{Pkg|font-bh-ttf}} - Font Xorg Luxi
 +
*{{Pkg|ttf-cheapskate}} - Collezione di font di ''dustismo.com''
 +
*{{Pkg|ttf-isabella}} - Carattere calligrafico basato sul ''Breviario di Isabella'' del 1497
 +
*{{Pkg|ttf-junicode}} - Caratteri junius contenenti una collezione di glifi medievali in alfabeto latino
 +
*arkpandorafonts {{AUR|ttf-arkpandora}} — Alternativa a font Arial e Times New Roman
 +
*{{Pkg|xorg-fonts-type1}} — Set IBM Courier e Adobe Utopia per [[Wikipedia:PostScript fonts|Font PostScript]]
  
<?xml version="1.0"?>
+
==Font per console==
<!DOCTYPE fontconfig SYSTEM "fonts.dtd">
+
<fontconfig>
+
<!-- If the font is bold, turn off autohinting -->
+
<match target="font" >
+
<test compare="more" name="weight">
+
<const>medium</const>
+
</test>
+
<edit mode="assign" name="autohint">
+
<bool>false</bool>
+
</edit>
+
</match>
+
</fontconfig>
+
  
=FAQ=
+
La console, ovvero un terminale in esecuzione senza ''X'' Window System, utilizza il carattere ASCII impostato come predefinito. Questo tipo di carattere e la mappa dei tasti utilizzati sono facilmente modificabili.
  
'''Q. My fonts are too large or too small. The resolution seems wrong. My fonts are mis-shapen.'''
+
Un font per la console è limitato a 256 o 512 caratteri. I font si trovano in {{ic|/usr/share/kbd/consolefonts/}}.
  
A(1). Read the ''Display Size/DPI'' section of [[Xorg]] for configuration sample settings and formula.
+
I ''Keymaps'', la connessione tra il tasto premuto e il carattere utilizzato dal computer, si trovano nelle sottodirectory di {{ic|/usr/share/kbd/keymaps/}}.
  
A(2). Get your proper resolution from a console, by typing:
+
=== Anteprima e verifica ===
  
xdpyinfo | grep resolution
+
Purtroppo, nessuna libreria organizzata di immagini è disponibile per le anteprime dei font per la console. L'utente può tuttavia, usare {{Ic|setfont}} per cambiare temporaneamente i caratteri e valutare se utilizzarli come predefiniti. I ''glifi ''o lettere disponibili nel carattere possono anche essere visti come una tabella con il comando {{Ic|showconsolefont}}.
  
Change the value to this in the Gnome font configurator. Restart X. Sometimes, the videocard gives bogus information to X. It may be better to settle on a value between 72-78 DPI for 1024x768 displays. 96 DPI is a good value for 1280x1024, but it depends on the exact resolution. I actually prefer 75 on my home machine, and the font sizes seem to be a bit more true to their proper sizes when this is set. In most cases, if the numbers don't match, you may use the following method.
+
Se il font appena modificato non è adatto, è possibile il ripristino al font di default con il comando {{Ic|setfont}} senza argomenti. Se la console è totalmente illeggibile, questo comando, {{Ic|setfont}}, sarà ancora utile all'utente mentre "digita alla cieca".
  
You may also opt to force X to start with a forced resolution. This may produce good results in some display modes. For example, you may use:
+
Si noti che {{Ic|setfont}} funziona solo sulla console attualmente in uso. Eventuali altre console, attive o inattive, rimangono inalterate.
  
startx -- -dpi 75
+
==== Esempi ====
  
This will force X to start in 75x75 DPI mode. You may change your Gnome font settings (From the menu: Applications/Desktop Preferences/Font) to 75 DPI and you should get a good match.
+
Modificare il carattere. Questo è un esempio rappresentativo:
 +
$ setfont /usr/share/kbd/consolefonts/gr737b-9x16-medieval.psfu.gz
  
If this worked well for you, you may edit your "startx" script to always force this option on startup. Edit the file "/usr/bin/startx" as root.
+
Oppure passare ad un carattere con 512 glifi e impostare la mappatura della tastiera a ''ISO 8859-5'' per mezzo dell'opzione {{Ic|-m}}:
 +
$ setfont /usr/share/kbd/consolefonts/LatArCyrHeb-16.psfu.gz -m 8859-5
  
Change the following line:
+
Poi impartire dei comandi per inviare messaggi di testo sul display, consultare magari una ''manpage'', provare ''vi'' o ''nano'' e visualizzare la tabella dei glifi con il comando {{Ic|showconsolefont}}.
  
  defaultserverargs=""
+
Ritornare al font di default con:
 +
  $ setfont
  
to...
+
=== Modificare il carattere predefinito ===
  
defaultserverargs="-dpi 75"
+
Per cambiare il font di default, le impostazioni {{Ic|CONSOLEFONT<nowiki>=</nowiki>}} e {{Ic|CONSOLEMAP<nowiki>=</nowiki>}} in {{ic|/etc/rc.conf}} devono essere modificate. Si ricorda ancora che i caratteri si trovano nella cartella {{ic|/usr/share/kbd/consolefonts/}} e i keymap si trovano nelle sottodirectory di {{ic|/usr/share/kbd/keymaps/}}.
  
'''Q. How do I install fonts?'''
+
==== Esempi ====
 +
Per la visualizzazione di caratteri come ''Č, ž, đ, š'' or ''Ł, ę, ą, ś'' usando i font {{ic|lat2-16.psfu.gz}}:
 +
CONSOLEFONT="lat2-16"
 +
Ciò significa che la seconda parte dei caratteri ISO/IEC 8859 sono usati con il formato 16. È possibile modificare la dimensione del carattere usando altri valori come lat2-08...16. Per le regioni soggette alle specifiche 8859, vedere [http://en.wikipedia.org/wiki/ISO/IEC_8859#The_Parts_of_ISO.2FIEC_8859 Wikipedia]. Si possono usare i caratteri Terminus, consigliati se si lavora molto in console senza server X. Per esempio ter-216b è latin-2 part, dimensione 16, grassetto. ter-216n è lo stesso, ma con peso normale. I font Terminus hanno dimensioni fino a 32.
  
A. An easy way to install fonts is to drop them into your "$HOME/.fonts" directory and running "fc-cache". You can also perform a system-wide font installation by copying the fonts to "/usr/share/fonts" or another font directory (as long as it is listed in your "/etc/fonts/fonts.conf" file), and then performing the "fc-cache" command as root. You may also need to run "ttmkfdir" or "mkfontdir" as well.
+
Ora, impostare il keymap corretto; per lat2-16 sarà:
 
+
  CONSOLEMAP="8859-2"
'''Q. The fonts in GNU Emacs are displayed as squares.'''
+
 
+
A. You need to install the xorg-fonts-75dpi or xorg-fonts-100dpi package.
+
 
+
'''Q. The fonts in OpenOffice.org look very bad.'''
+
 
+
A. If we have a bug/font-issue in the openoffice-base package, using the original rpm-packages from the office website will allways work. "Bad fonts are a thing of the past with the newest version (2.3.1)." (http://www.stchman.com/tweaks.html).
+
 
+
Note that OpenOffice.org for Linux ships with an (inferior) copy of freetype2 that are built directly into the code. In the past you could force it to link to your system's, shared, freetype2 by setting the following before starting the suit.
+
 
+
  export LD_PRELOAD=/usr/lib/xorg/modules/fonts/libfreetype.so
+
 
+
The (Jan 2008) above is reported to not work anymore but at qa.openoffice.org a patch to do this bypass is emering.
+
 
+
'''Q. The OpenOffice.org menu font looks really bad. It doesn't use antialiasing either.'''
+
 
+
A. This can be changed in the OpenOffice.org configurator. From the drop-down menu, select "Tools/Options/OpenOffice.org/Fonts". Check the box that says "Apply Replacement Table". Type "Andale Sans UI" in the font box (this may have to be input manually, if it doesn't appear in the drop-down menu) and choose your desired font for the "Replace With" option. Dropline users may prefer the system default, "Trebuchet MS". When selected, click the checkmark box. Then choose the "always" and "screen" options in the box below. Apply the changes, and your menu fonts should look great.
+
 
+
'''Q. OpenOffice.org doesn't detect my TrueType fonts!'''
+
 
+
A. Make sure that you add the appropriate entry in your /etc/X11/xorg.conf file that points your programs to the /usr/share/fonts/ directory.
+
 
+
For example, here's a sample of an xorg.conf file
+
 
+
Section "Files"
+
    RgbPath        "/usr/share/X11/rgb"
+
    ModulePath      "/usr/lib/xorg/modules"
+
    FontPath        "/usr/share/fonts/misc"
+
    FontPath        "/usr/share/fonts/75dpi"
+
    FontPath        "/usr/share/fonts/100dpi"
+
    FontPath        "/usr/share/fonts/TTF"
+
    FontPath        "/usr/share/fonts/Type1"
+
EndSection
+
 
+
Another solution is to run the openoffice administration tool
+
 
+
# /opt/openoffice/program/spadmin
+
 
+
from which you can add fonts.
+
 
+
'''Q. Mozilla and other programs can no longer access TrueType fonts on my system, and are reverting to ugly fonts instead.'''
+
 
+
A. Make sure the "freetype" module is loaded in your /etc/X11/xorg.conf file and your /usr/share/fonts/TTF/fonts.dir lists all of the TrueType fonts you have installed.
+
 
+
Try checking your "Files" section of your xorg.conf, and make sure that you have all (or most) of these directories listed.
+
 
+
Section "Files"
+
    RgbPath        "/usr/share/X11/rgb"
+
    ModulePath      "/usr/lib/xorg/modules"
+
    FontPath        "/usr/share/fonts/misc"
+
    FontPath        "/usr/share/fonts/75dpi"
+
    FontPath        "/usr/share/fonts/100dpi"
+
    FontPath        "/usr/share/fonts/TTF"
+
    FontPath        "/usr/share/fonts/Type1"
+
EndSection
+
 
+
Finally, go to the following font directories:
+
 
+
/usr/share/fonts/TTF
+
/usr/share/fonts
+
 
+
Try deleting the "fonts.dir" and "fonts.scale" files in these directories. You may want to make backups first though. Run these commands to replace them.
+
 
+
mkfontscale
+
mkfontdir
+
 
+
Make sure you restart X for the changes to come into effect.
+
 
+
'''Q. What are some suggested font settings for Mozilla/Firefox?'''
+
 
+
A. These are recommended for Firefox:
+
 
+
<pre>
+
Proportional: Serif  Size (pixels): 16
+
Serif: Times New Roman
+
Sans-serif: Arial
+
Monospace: Courier New  Size (pixels): 13
+
Display resolution: System settings
+
</pre>
+
 
+
*Note: Times New Roman may appear to be a non-TTF font. If this is the case, read above about how to fix this.
+
 
+
I believe that the following are Dropline's Mozilla defaults (also recommended):
+
<pre>
+
Proportional: Serif  Size (pixels): 14
+
Serif: Times New Roman
+
Sans-serif: Verdana
+
Cursive: Andale Mono
+
Fantasy: Andale Mono
+
Monospace: Courier New  Size (pixels): 11
+
Allow Documents to use other fonts: Enabled
+
Display resolution: System settings
+
</pre>
+
 
+
'''Q. Why do my Apps show squares when there should be arrows and the like?'''
+
 
+
A. It may help to activate bitmap fonts. They are disabled by default.
+
 
+
cd /etc/fonts/conf.d
+
rm 10-bitmaps.conf
+
ln -s yes-bitmaps.conf 10-bitmaps.conf
+
cd -
+
 
+
If you think your fonts look ugly now then consider to remove the following packages.
+
 
+
pacman -Rs xorg-fonts-100dpi xorg-fonts-75dpi
+
 
+
Read [http://bbs.archlinux.org/viewtopic.php?t=21250 here] and [http://bbs.archlinux.org/viewtopic.php?t=18425 here] for some background info.
+
  
'''Q: I just upgraded via pacman -Syu and my fonts are all ugly'''
+
Per utilizzare il carattere specificato nello userspace iniziale, cioè nelle prime fasi del processo di avvio, aggiungere il {{Ic|consolefont}} abbinato a {{ic|/etc/mkinitcpio.conf}}:
 +
HOOKS="base udev autodetect pata scsi sata filesystems '''consolefont''' '''keymap'''"
  
<b>A: </b>There are several possible conflicting issues here. See these threads:
+
Poi ricompilare l'immagine:
 +
# mkinitcpio -p linux
  
1 - http://bbs.archlinux.org/viewtopic.php?t=866
+
{{Note|I passi sopra deve essere ripetuti per ogni kernel installato (avendone installati più di uno).}}
  
2 - http://bbs.archlinux.org/viewtopic.php?t=4975
+
Consultare [[Mkinitcpio#HOOKS]] per maggiori informazioni.

Revision as of 21:09, 27 April 2013

Sommario help replacing me
Documenta l'installazione e l'utilizzo dei Fonts su Arch Linux
Note legali
Certi pacchetti font possono imporre alcune limitazioni legali
Articoli correlati
Font Configuration (Italiano): Configurazione dei carattere e abbellimento
Java Fonts - Sun JRE: Caratteri specifici su sistemi Java (Sun)
MS Fonts: Aggiunta dei caratteri Microsoft e configurazione ottimale

Font formats

La maggior parte dei font usati oggi dai computer sono sia in formato bitmap che outline. I font Bitmap archiviano immagini fisse per ogni glifo, di ogni dimensione e tipo, per carattere e punto. Il profilo o vettore dei font memorizza i caratteri come istruzioni per disegnare ogni linea e curva del glifo, potendo inoltre scalare in un ampio raggio di dimensioni senza problemi.

Le estensioni comuni nei nomi dei font comprendono:

  • bdf e bdf.gz – (Bitmap Distribution Format), font bitmap compressi in gzip bdf
  • pcf e pcf.gz – (Portable Compiled Font), font bitmap compressi in gzip pcf
  • psf, psfu, psf.gz e psfu.gz – (Pc Screen Font), (Pc Screen Font Unicode) e le versioni gzip, font bitmap, (incompatibili con Xorg)
  • pfa e pfb – (PostScript Font A-SCII) e (PostScript Font Binary), font con funzionalità di contorno e font PostScript, per istruzioni built-in delle stampanti.
  • ttf – (True Type Font), font con funzionalità di contorno. Originariamente concepito come una sostituzione per i font PostScript.
  • otf – (Open Type Font), font con funzionalità di contorno. TrueType con istruzioni tipografiche PostScript.

Nella maggior parte dei casi, le differenze tecniche tra TrueType e OpenType possono essere ignorate, alcuni font con un'estensione ttf sono in realtà i font OpenType.

Altri formati

L'applicazione di composizione TeX, ed il suo software font abbinato, Metafont, randerizza i caratteri utilizzando metodi propri. Alcune delle estensioni dei file utilizzati per i font da questi due programmi sono *pk, *gf, mf e vf.

FontForge, è un'applicazione per l'editing dei caratteri in grado di memorizzare i caratteri nel loro formato nativo basato su testo, sfd, spline font database.

Installazione

Vari metodi di installazione dei font.

Pacman

Font specifici e collezioni di font possono essere installati dai nei repository abilitati utilizzando pacman. I font disponibili possono essere trovati utilizzando:

$ pacman -Ss font

O per ricercare solo i font ttf:

$ pacman -Ss ttf

Alcuni font come terminus sono installati in /usr/share/fonts/local, che non viene aggiunto al percorso dei font di default. Aggiungendo le seguenti righe a ~/.xinitrc

xset +fp /usr/share/fonts/local
xset fp rehash

i font possono essere usati in X11.

Creazione di un pacchetto

Per avere la possibilità di gestire i font con pacman, è possibile creare un pacchetto per Arch. Questi possono anche essere condivisi con la comunità per mezzo di AUR. Ecco un esempio di come compilare un pacchetto di base. Per ulteriori informazioni sulla creazione di pacchetti, leggere PKGBUILD.

pkgname=ttf-fontname
pkgver=1.0
pkgrel=1
depends=('fontconfig' 'xorg-font-utils')
pkgdesc="custom fonts"
arch=('any')
source=(http://someurl.org/$pkgname.tar.bz2)
install=$pkgname.install

build()
{
  mkdir -p $pkgdir/usr/share/fonts/TTF
  cp $srcdir/$pkgname/*.ttf $pkgdir/usr/share/fonts/TTF
}

Questo PKGBUILD presuppone che i font siano TrueType. Dovrà anche essere creato un file di installazione (ttf-fontname.install) per aggiornare la cache dei font:

post_install() {
  echo -n "Updating font cache... "
  fc-cache -fs >/dev/null
  mkfontscale /usr/share/fonts/TTF /usr/share/fonts/Type1
  mkfontdir /usr/share/fonts/TTF /usr/share/fonts/Type1
  echo "done"
}

post_upgrade() {
  post_install
}

Installazione manuale

Il metodo raccomandato per aggiungere font non disponibili nei repository al sistema, è descritto in #Creating a package. Questo dà a pacman la possibilità di rimuoverli o aggiornarli in un secondo momento. Possono inoltre essere installati manualmente.

Per installare i font a livello di intero sistema (disponibile per tutti gli utenti), spostare la cartella nella directory /usr/share/fonts/. Per installare i font ad un singolo utente, utilizzare invece ~/.fonts/.

Potrebbe anche essere necessario aggiornare /etc/X11/xorg.conf o /etc/xorg.conf con la nuova directory. Eseguire una ricerca con chiave FontPath per trovare la posizione corretta del file ed aggiungere il nuovo percorso. Consultare #Fonts with Xorg per maggiori informazioni.

Aggiornare infine fontconfig, la cache dei font:

$ fc-cache -vf

Applicazioni datate

Con le vecchie applicazioni che non supportano fontconfig (ad es. le applicazioni GTK1, e xfontsel) l'indice dovrà essere creato nella directory dei font:

$ mkfontscale
$ mkfontdir

O per includere più di una cartella con un solo comando:

$ for dir in /font/dir1/ /font/dir2/; do xset +fp $dir; done && xset fp rehash

A volte il server X potrebbe non riuscire a caricare la cartella fonts e sarà necessario ripetere l'analisi tutti i file fonts.dir:

# xset +fp /usr/share/fonts/misc # Inform the X server of new directories
# xset fp rehash                # Forces a new rescan

Per controllare che i font siano inclusi:

$ xlsfonts | grep fontname

Pango Warnings

Quando Pango è in uso sul proprio sistema sarà letto da fontconfig per risolvere da dove leggere i font.

(process:5741): Pango-WARNING **: failed to choose a font, expect ugly output. engine-type='PangoRenderFc', script='common'
(process:5741): Pango-WARNING **: failed to choose a font, expect ugly output. engine-type='PangoRenderFc', script='latin'

Nel caso si vedano errori simili a questo e/o blocchi invece di caratteri nell'applicazione, sarà necessario aggiungere dei font e aggiornare la cache dei font. Questo esempio utilizza i font ttf-liberation per illustrare la soluzione e viene eseguito da root, per consentirne l'utilizzo a livello globale nel sistema.

# pacman -S ttf-liberation
  -- output abbreviated, assumes installation succeeded -- 

# fc-cache -vfs
/usr/share/fonts: caching, new cache contents: 0 fonts, 3 dirs
/usr/share/fonts/TTF: caching, new cache contents: 16 fonts, 0 dirs
/usr/share/fonts/encodings: caching, new cache contents: 0 fonts, 1 dirs
/usr/share/fonts/encodings/large: caching, new cache contents: 0 fonts, 0 dirs
/usr/share/fonts/util: caching, new cache contents: 0 fonts, 0 dirs
/var/cache/fontconfig: cleaning cache directory   
fc-cache: succeeded

È possibile verificare la corretta configurazione di un font di default in questo modo:

# fc-match
LiberationMono-Regular.ttf: "Liberation Mono" "Regular"

Font e Xorg

Per abilitare Xorg a trovare ed utilizzare i nuovi font installati, è necessario aggiungere i percorsi dei font stessi in /etc/xorg.conf (un file di configurazione Xorg diverso potrebbe funzionare comunque).

Ecco un esempio della sezione che deve essere aggiunta a /etc/xorg.conf. Aggiungere o rimuovere i percorsi in base agli specifici requisiti dei propri caratteri.

# Let Xorg know about the custom font directories
Section "Files"
    FontPath    "/usr/share/fonts/100dpi"
    FontPath    "/usr/share/fonts/75dpi"
    FontPath    "/usr/share/fonts/cantarell"
    FontPath    "/usr/share/fonts/cyrillic"
    FontPath    "/usr/share/fonts/encodings"
    FontPath    "/usr/share/fonts/local"
    FontPath    "/usr/share/fonts/misc"
    FontPath    "/usr/share/fonts/OTF"
    FontPath    "/usr/share/fonts/TTF"
    FontPath    "/usr/share/fonts/util"
EndSection

Pacchetti font

Questa è una lista selettiva, ma riporta la maggior parte dei font reperibili su AUR oltre a quelli nei repository ufficiali. I caratteri sono taggati "Unicode" se provvisti di ampio supporto Unicode; consultarere il progetto o le pagine di Wikipedia per maggiori informazioni.

Braille

International users

Arabo

Cinese, Giapponese, Coreano, Vietnamita

Cinese (principalmente)
  • wqy-microheiAUR - Font in stile Sans-Serif, di alta qualità CJK. (AUR)
  • wqy-zenhei - Font cinesi stile Hei Ti (sans-serif) con schema incorporato e bitmap Song Ti (supporto parziale caratteri giapponesi e coreani).
  • ttf-arphic-ukai - Kaiti (colpo di pennello) Font Unicode (consigliato abilitare l'anti-aliasing)
  • ttf-arphic-uming - Mingti (stampato) Font Unicode
  • opendesktop-fonts - New Sung font, questo pacchetto prima si chiamava ttf-fireflysung.
  • wqy-bitmapfont - "wqy-bitmapfont" Font cinese in stile Song Ti (serif)
  • ttf-hannom - Font TrueType Cinese e Vietnamita
Giapponese
  • ttf-sazanami - Set di Font giapponesi TrueType da alternare con la famiglia di font ttf-kochi.
  • ttf-kochi-substituteAUR - Font giapponesi TrueType di alta qualità. Forniscono informazioni "bitmap hinting", quindi sono curati e non risultano frastagliati nella visualizzazione su schermi CRT.
  • otf-ipafontAUR - Set di font giapponesi gothic (san-serif) e Mincho (serif); uno dei font open source di migliore qualità. Di default su openSUSE-ja. (AUR)
  • ttf-vlgothicAUR - Font giapponesi gothic. Default su Debian/Fedora/Vine Linux (AUR)
  • ttf-ipa-monaAUR, ttf-monapoAUR - Font giapponesi per visualizzare correttamente 2channel Shift JIS art. (AUR)
Coreano
  • ttf-baekmuk - Collezione di font coreani TrueType
  • ttf-aleeAUR - Set di font TrueType liberi Hangul (AUR)
  • ttf-unfonts-coreAUR - Un font (il font Baekmuk di default potrebbe non essere soddisfacente) (AUR)

Cirillico

Vedere anche #Monospace, #Sans e #Serif

Greco

Quasi tutti i font Unicode contengono il set di caratteri greci (polytonic incluso). Alcuni pacchetti di font aggiuntivi, che potrebbero non contenere il set completo Unicode ma utilizzano caratteri tipografici greci di alta qualità (e naturalmente anche latini) sono:

  • otf-gfsAUR - Selezione di font OpenType dalla Greek Font Society (AUR)
  • ttf-mgopenAUR - Font professionale TrueType da Magenta (AUR)

Ebraico

  • culmusAUR - Ottima collezione di font in ebraico

Indiano

Khmer

Singalese

Tamil

Thailandese

  • ttf-thai - Font necessario per i grafi thai

Math

Microsoft fonts

Consultare MS Fonts.

Monospace

Ecco alcuni suggerimenti: ogni utente ha le proprie preferenze, quindi sperimentare un po' per trovare quello più consono ai propri gusti. Se non si ha voglia di provarli uno alla volta, c'è uno spunto di Dan Benjamin sul suo blog: Top 10 Programming Fonts.

Qui è visualizzabile una discreta lista di font suggeriti da Trevor Lowing: http://www.lowing.org/fonts/

TrueType

Bitmap

Sans-serif

Script

Serif

Assortiti

Nota: La finestra di dialogo dove vengono mostrati i font, nelle singole applicazioni, diventerannò molto lunghe perchè questo pacchetto installa sul sistema più di cento nuovi font

Font per console

La console, ovvero un terminale in esecuzione senza X Window System, utilizza il carattere ASCII impostato come predefinito. Questo tipo di carattere e la mappa dei tasti utilizzati sono facilmente modificabili.

Un font per la console è limitato a 256 o 512 caratteri. I font si trovano in /usr/share/kbd/consolefonts/.

I Keymaps, la connessione tra il tasto premuto e il carattere utilizzato dal computer, si trovano nelle sottodirectory di /usr/share/kbd/keymaps/.

Anteprima e verifica

Purtroppo, nessuna libreria organizzata di immagini è disponibile per le anteprime dei font per la console. L'utente può tuttavia, usare setfont per cambiare temporaneamente i caratteri e valutare se utilizzarli come predefiniti. I glifi o lettere disponibili nel carattere possono anche essere visti come una tabella con il comando showconsolefont.

Se il font appena modificato non è adatto, è possibile il ripristino al font di default con il comando setfont senza argomenti. Se la console è totalmente illeggibile, questo comando, setfont, sarà ancora utile all'utente mentre "digita alla cieca".

Si noti che setfont funziona solo sulla console attualmente in uso. Eventuali altre console, attive o inattive, rimangono inalterate.

Esempi

Modificare il carattere. Questo è un esempio rappresentativo:

$ setfont /usr/share/kbd/consolefonts/gr737b-9x16-medieval.psfu.gz

Oppure passare ad un carattere con 512 glifi e impostare la mappatura della tastiera a ISO 8859-5 per mezzo dell'opzione -m:

$ setfont /usr/share/kbd/consolefonts/LatArCyrHeb-16.psfu.gz -m 8859-5

Poi impartire dei comandi per inviare messaggi di testo sul display, consultare magari una manpage, provare vi o nano e visualizzare la tabella dei glifi con il comando showconsolefont.

Ritornare al font di default con:

$ setfont

Modificare il carattere predefinito

Per cambiare il font di default, le impostazioni CONSOLEFONT= e CONSOLEMAP= in /etc/rc.conf devono essere modificate. Si ricorda ancora che i caratteri si trovano nella cartella /usr/share/kbd/consolefonts/ e i keymap si trovano nelle sottodirectory di /usr/share/kbd/keymaps/.

Esempi

Per la visualizzazione di caratteri come Č, ž, đ, š or Ł, ę, ą, ś usando i font lat2-16.psfu.gz:

CONSOLEFONT="lat2-16"

Ciò significa che la seconda parte dei caratteri ISO/IEC 8859 sono usati con il formato 16. È possibile modificare la dimensione del carattere usando altri valori come lat2-08...16. Per le regioni soggette alle specifiche 8859, vedere Wikipedia. Si possono usare i caratteri Terminus, consigliati se si lavora molto in console senza server X. Per esempio ter-216b è latin-2 part, dimensione 16, grassetto. ter-216n è lo stesso, ma con peso normale. I font Terminus hanno dimensioni fino a 32.

Ora, impostare il keymap corretto; per lat2-16 sarà:

CONSOLEMAP="8859-2"

Per utilizzare il carattere specificato nello userspace iniziale, cioè nelle prime fasi del processo di avvio, aggiungere il consolefont abbinato a /etc/mkinitcpio.conf:

HOOKS="base udev autodetect pata scsi sata filesystems consolefont keymap"

Poi ricompilare l'immagine:

# mkinitcpio -p linux
Note: I passi sopra deve essere ripetuti per ogni kernel installato (avendone installati più di uno).

Consultare Mkinitcpio#HOOKS per maggiori informazioni.