LXDE (Italiano)

From ArchWiki
Revision as of 12:29, 15 March 2009 by Drake762001 (Talk | contribs) (Created page with 'Category:Desktop environments (English) Category:HOWTOs (English) {{i18n_links_start}} {{i18n_entry|English|LXDE}} {{i18n_entry|简体中文|LXDE (简体中文)}} {{i18n...')

(diff) ← Older revision | Latest revision (diff) | Newer revision → (diff)
Jump to: navigation, search

Template:I18n links start Template:I18n entry Template:I18n entry Template:I18n entry Template:I18n entry Template:I18n links end

Cos'è LXDE?

LXDE è l'abbreviazione di Lightweight X11 Desktop Environment. LX sta anche per LinuX. La differenza principale che si riscontra in LXDE rispetto ad altri desktop environments è dovuta ai suoi componenti, i quali possono essre utilizzati indipendentemente e con poche dipendenze.

Il progetto LXDE ha come obiettivo quelli di fornire un dekstop environment intuitivo, leggero e produttivo, pur mantenendo la richiesta di risorse al sistema molto bassa. Lo sviluppo di LXDE si basa su un giusto bilanciamento tra usabilità, velocità e utilizzo di memoria.

Perché utilizzare LXDE?

LXDE presenta molti vantaggi e features eccellenti:

  • Lightweight, ovvero Leggero. LXDE utilizza poca memoria (Tipicamente dopo aver caricato X11 e LXDE, la memoria totale occupata si aggira sui 45Mb su un i386)
  • Veloce, gira con ottime prestazioni anche su macchina molto vecchia (ad esempio su macchine del 1999, i requisiti hardware di LXDE sono simili a quelli di Windows 98)
  • Esteticamente gradevole, utilizza le libreria gtk2+ per l'interfaccia ed è localizzato, ovvero tradotto in diverse lingue.
  • Facile, l'interfaccia è semplice, intuitiva e funzionale.
  • Indipendente dal dekstop, ogni componente può essere utilizzato senza LXDE
  • Standard, segue le specifiche del freedesktop.org
  • Adatto alle macchine vecchie. Su questo punto è importante ricordare che, sebbene LXDE ha bassi requisiti hardware, altre applicazioni possono avere esigenze superiori. Per esempio Firefox e Openoffice.org richiedono molta memoria. Si raccomanda quindi di utilizzarlo con macchina aventi 128 MB di RAM, o più.

Quali compnenti costituiscono LXDE?

  • PCManFM: File manager, gestisce anche le icone sul desktop
  • LXPanel: Pannello per il desktop ricco di funzionalità
  • LXSession: Session manager per X11 con supporto per shutdown/reboot/suspend tramite HAL e gdm
(Ci sono alcuni bug in lxsession relativi alla gestione della sessione. lxsession-lite è una versione di lxsession con minor funzionalità ma con una stabilità migliore di lxsession. Ad esempio lxsession-lite non può salvare e ricaricare una sessione. Per questo motivo si preferisce utilizzare lxsession-lite finchè i problemi in lxsession non saranno risolti.)
  • LXAppearance: LXAppearance è un-applicazione che permette di modificare il tema GTK+ in uso, il tema delle icone e i fonts utilizzati dalle applicazioni
  • Openbox: E' un windows manager leggero, rispetta gli standard ed è altamente configurabile. (Openobox non è sviluppato dal progetto LXDE ma è utilizzato come window manager di default). Può essere sostituito con il window manager che si preferisce come icewm, fluxbox, metacity, ...etc.
  • GPicView: E' un visualizzatore di immagini molto semplice, leggero, veloce.
  • Leafpad: E' un editore di testi molto leggero e semplice (Non è sviluppato dal progetto LXDE ma viene suggerito come text editor di default).
  • XArchiver: Programma di gestione dei file comprezzi (tar.gz, zip ecc.) leggero veloce, indipendente dal desktop e basato su interfaccia GTK+ (Non è sviluppato dal progetto LXDE ma viene suggerito come gestore di file compressi di default).
  • LXNM (in fase di sviluppo): Network manager leggero con supporto alle connessioni wireless (solo linux)

Come installare LXDE

LXDE è modulare. Puoi prendere e scegliere i pacchetti dalla lista sottostante, sono tutti installabili tramite Pacman. (Assicurati che i repository [extra] e [community] siano abilitati). Per installare LXNM, è necessario utilizzare il repository AUR.

I pacchetti minimi da installare obbligatoriamente sono Lxde-common, Lxsession, Openbox. Openbox può essere sostituito dal Window Manager che si preferisce. Si raccomanda anche di installare un file manager come pcmanfm.

Installazione di LXDE:

# pacman -Sy lxde gamin

Questo comando installerà i seguenti pacchetti:

# pacman -Sg lxde
lxde gpicview
lxde lxappearance
lxde lxde-common
lxde lxlauncher
lxde lxpanel
lxde lxrandr
lxde lxsession-lite
lxde lxtask
lxde lxterminal
lxde pcmanfm
gamin

Gamin non fa parte di LXDE ed è un sistema di monitoraggio di file e directory, definito come un sottoinsieme di FAM. A differenza di FAM non richiede un demone lanciato da root per funzionare. Esso gira come un nornale utente a richiesta, in questo modo non necessita di alcuna configurazione manuale. Non aggiungere GAMIN alla lista dei DAEMON in /etc/rc.conf. LXDE può funzionare anche con FAM. Template:Box Note

Vedi: http://wiki.lxde.org/en/ArchLinux

Si raccmonada di installare anche leafpad come editore di testi di default.

Utilizzare LXDE

  1. Se usi un display manager come GDM or KDM, dovresti essere in grado di selezionare LXDE direttamente da GDM/KDM.
  2. Se non hai un display manager (o utilizzi SLiM) e vuoi far partire LXDE da shell usando startx (o da SLiM), aggiungi questa riga alla fine di ~/.xinitrc:
exec startlxde

Tips

Auto Mount

Se si desidera che un disco removibile usb sia montato automaticamente da PCManFM, è necessario installare HAL e aggiungere gli utenti al gruppo hal. pmount è necessario per eseguire il mount di dischi removibili senza i privilegi di root.

Se si vuole utilizzare un disco removibile con un filesystem NTFS, deve essere installato NTFS-3G. In genere, PCManFM lavora senza problemi con HAL. Ad oggi esiste un bug che affligge gli utenti NTFS; Se si hanno file o cartelle su un filesystem NTFS aventi nomi con carattiri non-latin (p.e. Chinese Characters), i file o le cartelle potrebbero non essere visibili quando si apre (o si esegue l'automount) del volume NTFS. Questo accade perché lxsession (o lxsession-lite) mounthelper non interpreta correttamente le policies e le opzioni locali. There is a workaround for this:

1) Remove the "/sbin/mount.ntfs-3g" which is a symlink.

rm /sbin/mount.ntfs-3g

2) Create a new "/sbin/mount.ntfs-3g" with a new bash script containing:

#!/bin/bash
/bin/ntfs-3g $1 $2 -o locale=en_US.UTF-8

3) Make it executable:

chmod +x /sbin/mount.ntfs-3g 

4) Add "NoUpgrade = sbin/mount.ntfs-3g" to pacman.conf under the "[options]"