Nano (Italiano)

From ArchWiki
Revision as of 08:53, 3 February 2012 by Umby213 (Talk | contribs) (allineata alla versione inglese)

Jump to: navigation, search

This template has only maintenance purposes. For linking to local translations please use interlanguage links, see Help:i18n#Interlanguage links.


Local languages: Català – Dansk – English – Español – Esperanto – Hrvatski – Indonesia – Italiano – Lietuviškai – Magyar – Nederlands – Norsk Bokmål – Polski – Português – Slovenský – Česky – Ελληνικά – Български – Русский – Српски – Українська – עברית – العربية – ไทย – 日本語 – 正體中文 – 简体中文 – 한국어


External languages (all articles in these languages should be moved to the external wiki): Deutsch – Français – Română – Suomi – Svenska – Tiếng Việt – Türkçe – فارسی

GNU nano (o nano) è un editor di testo per console, che si propone di introdurre una semplice interfaccia ed opzioni di comando molto intuitivi per la modifica base di un testo. nano è l'editor predefinito per console in distribuzioni come Ubuntu e supporta svariate funzioni, tra cui l'evidenziazione colorata della sintassi, conversione dei file di tipo DOS/Mac, controllo ortografico e la codifica UTF-8. L'avvio di nano con un buffer vuoto occupa in genere meno di 1,5 MB di memoria. Una immagine di nano.

Installazione

nano è incluso nel repository ufficiale di Arch Linux [core].

$ pacman -Si nano
Repository     : core
Name           : nano
Version        : 2.2.5-1
URL            : http://www.nano-editor.org
Licenses       : GPL  
Groups         : base  
Provides       : Nessuno
Depends On     : glibc  ncurses  
Optional Deps  : Nessuno
Conflicts With : Nessuno
Replaces       : Nessuno
Download Size  : 295,66 K
Installed Size : 1508,00 K
Packager       : Andreas Radke <andyrtr@archlinux.org>
Architecture   : Any
Build Date     : lun 09 ago 2010 19:52:08 AM PDT
MD5 Sum        : 320ff5bf6e073d8f6a7c26ab67e3aef6
Description    : Pico editor clone with enhancements

Installare l'ultima versione di nano con il comando:

# pacman -S nano

Configurazione

Creare il file ~/.nanorc

L'aspetto e la funzione di nano è in genere controllata per mezzo sia di argomenti espressi da riga di comando, sia di comandi di configurazione presenti all'interno del file ~/.nanorc. Un file di configurazione di esempio viene allocato con l'installazione del programma e lo potete trovare in /etc/nanorc. Il file ~/.nanorc deve essere prima creato dall'utente:

$ cd ~
$ touch .nanorc

oppure copiare il file di default nella propria home

$ cp /etc/nanorc ~/.nanorc

Si può procedere a stabilire le varie variabili di configurazione semplicemente commentando/decommentando i vari comandi presenti in .nanorc.

Tip: Nella pagina NANORC è elencata la lista completa dei vari comandi di configurazione avviabili in nano.
Nota: Gli argomenti a riga di comando sovrascrinono e prevalgono sui comandi di configurazione stabiliti in .nanorc.

Nano: Evidenziazione della sintassi per i PKGBUILD

Questa è nuova versione per ArchLinux "svntogit-server".

# Arch PKGBUILD files
#
syntax "pkgbuild" "^.*PKGBUILD*"
# commands
color red "\<(cd|echo|enable|exec|export|kill|popd|pushd|read|source|touch|type)\>"
color brightblack "\<(case|cat|chmod|chown|cp|diff|do|done|elif|else|esac|exit|fi|find|for|ftp|function|grep|gzip|if|in)\>"
color brightblack "\<(install|ln|local|make|mv|patch|return|rm|sed|select|shift|sleep|tar|then|time|until|while|yes)\>"
# ${*}
icolor blue "\$\{?[0-9A-Z_!@#$*?-]+\}?"
# numerics
color blue "\ [0-9]*"
color blue "\.[0-9]*"
color blue "\-[0-9]*"
color blue "=[0-9]"
# spaces
color ,green "[[:space:]]+$"
# strings; multilines are not supported
color brightred ""(\\.|[^"])*"" "'(\\.|[^'])*'"
# comments
color brightblack "#.*$"

Questa è un'altra versione discussa qui.

/usr/share/nano/pkgbuild.nanorc
 ## Arch PKGBUILD files
 ##
 syntax "pkgbuild" "^.*PKGBUILD$"
 color green start="^." end="$"
 color cyan "^.*(pkgbase|pkgname|pkgver|pkgrel|pkgdesc|arch|url|license).*=.*$"
 color brightcyan "\<(pkgbase|pkgname|pkgver|pkgrel|pkgdesc|arch|url|license)\>"
 color brightcyan "(\$|\$\{|\$\()(pkgbase|pkgname|pkgver|pkgrel|pkgdesc|arch|url|license)(|\}|\))"
 color cyan "^.*(depends|makedepends|optdepends|conflicts|provides|replaces).*=.*$"
 color brightcyan "\<(depends|makedepends|optdepends|conflicts|provides|replaces)\>"
 color brightcyan "(\$|\$\{|\$\()(depends|makedepends|optdepends|conflicts|provides|replaces)(|\}|\))"
 color cyan "^.*(groups|backup|noextract|options).*=.*$"
 color brightcyan "\<(groups|backup|noextract|options)\>"
 color brightcyan "(\$|\$\{|\$\()(groups|backup|noextract|options)(|\}|\))"
 color cyan "^.*(install|source|md5sums|sha1sums|sha256sums|sha384sums|sha512sums).*=.*$"
 color brightcyan "\<(install|source|md5sums|sha1sums|sha256sums|sha384sums|sha512sums)\>"
 color brightcyan "(\$|\$\{|\$\()(install|source|md5sums|sha1sums|sha256sums|sha384sums|sha512sums)(|\}|\))"
 color brightcyan "\<(startdir|srcdir|pkgdir)\>"
 color cyan "\.install"
 color brightwhite "=" "'" "\(" "\)" "\"" "#.*$" "\," "\{" "\}"
 color brightred "build\(\)"
 color brightred "package_.*.*$"
 color brightred "\<(configure|make|cmake|scons)\>"
 color red "\<(DESTDIR|PREFIX|prefix|sysconfdir|datadir|libdir|includedir|mandir|infodir)\>"

Per poterla utilizzare salvatela come /usr/share/nano/pkgbuild.nanorc e aggiungete:

include "/usr/share/nano/pkgbuild.nanorc"

nel vostro file ~/.nanorc

oppure in /etc/nanorc

Configurazione consigliata

Sospensione

A differenza di molti programmi interattivi, la sospensione non è abilitata di default. Per modificare questo comportamento, decommentate la linea

set suspend

in /etc/nanorc. Questo vi permetterà di utilizzare i tasti Template:Keypress + Template:Keypress per inviare nano in background.

Non avvolgimento del testo

Provenendo da un'altra distro, il comportamento di nano potrebbe risultare anomalo; basterà modificare il file /etc/nanorc in questo modo:

## Don't wrap text at all.
set nowrap

Utilizzo di nano

Funzioni Speciali

La notazione per i tasti di scelta rapida è la seguente:

  • Le sequenze identificate col simbolo Meta M possono essere inserite usato alternativamente il tasto Template:Keypress, Template:Keypress o Template:Keypress, a seconda della configurazione della tastiera. Inoltre, premendo Template:Keypress due volte e digitando i numeri da 000 a 255 si possono inserire i caratteri con il codice ASCII corrispondente.

Panoramica sui tasti di scelta rapida

Consente di visualizzare la Guida in linea all'interno della finestra di sessione. Se ne consiglia la lettura.
Salva il file corrente su disco
Inserisce un altro file nella posizione corrente del cursore
Mostra la schermata precedente
Taglia la riga corrente e la memorizza nel cutbuffer
Mostra la posizione del cursore dando informazioni sulla linea, colonna e carattere
Chiude ed esce da nano, se il file è stato modificato ne chiede il salvataggio
Giustifica il paragrafo corrente in base alla geometria della finestra
Cerca una stringa o un'espressione regolare
Mostra la schermata successiva
Incolla dal cutbuffer nella riga corrente
Esegue il correttore ortografico, se disponibile, utilizza spell
Tip: Consultare l'aiuto in linea di nano tramite Template:Keypress+Template:Keypress all'interno dell'editor e il manuale dei comandi di nano per una completa descrizione e supporto addizionale.

Abilitazione/Disabilitazione delle funzioni speciali

Abilita/disabilita la visualizzazione della posizione del cursore.
Abilita/disabilita l'indentazione automatica
Abilita/disabilita la possibilità di tagliare la riga intera nella posizione del cursore
Abilita/disabilita il supporto del mouse
Abilita/disabilita la visualizzazione della barra inferiore dei comandi
Tip: La pagina sulle caratteristiche aggiuntive elenca tutte le alternative disponibili in nano.

Suggerimenti

Sostituire vi con nano

Molti utenti preferiscono utilizzare nano al posto di vi poiché risulta più semplice e facile da utilizzare, inoltre possono scegliere di sostituire vi con nano come editor predefinito per i comandi di testo come visudo.

Primo metodo

Attenzione: Dal man 8 visudo: Si noti che questo metodo potrebbe compromettere la sicurezza in quanto permette all'utente di eseguire qualsiasi programma che desiderano semplicemente impostando le variabili VISUAL o EDITOR.

sudo reperibile nel repository core, è compilato in modo predefinito con l'opzione --with-env-editor e rispetta l'uso delle variabili VISUAL ed EDITOR. Per poter stabilire di utilizzare nano come editor per il comando visudo per tutta la durata della sessione corrente della console, bisogna impostare ed esportare la variabile EDITOR prima di chiamare visudo.

export EDITOR=nano 
Esempio di utilizzo
 export EDITOR=nano && sudo visudo

Secondo metodo

Attenzione: Dal man 8 visudo: Si noti che questo metodo potrebbe compromettere la sicurezza in quanto permette all'utente di eseguire qualsiasi programma che desiderano semplicemente impostando le variabili VISUAL o EDITOR.

La variabile EDITOR può anche essere impostata all'interno dei seguenti file per un uso persistente:

  • ~/.bash_profile (shell di login)
  • ~/.bashrc (shell interattiva, non di login)
  • /etc/profile (impostazioni globali per tutti gli utenti del sistema, tranne root)
Esempio di .bash_profile
. $HOME/.bashrc

export EDITOR=nano
export GREP_COLOR="1;33"

if [[ -z "$DISPLAY" ]] && [[ $(tty) = /dev/vc/1 ]]; then
  startx
  logout
fi

Terzo Metodo

Nota: Questo metodo può essere considerato draconiano e potrebbe non essere adatto a tutti gli utenti. Tuttavia, la seguente procedura esiste come esempio di una soluzione praticabile.
Link simbolici

come root, o tramite il comando su -

mv /usr/bin/vi /usr/bin/vi.old
ln -s /usr/bin/nano /usr/bin/vi

Supponendo che sudo sia installato e configurato correttamente

sudo mv /usr/bin/vi /usr/bin/vi.old
sudo ln -s /usr/bin/nano /usr/bin/vi
Panoramica dei comandi
mv /usr/bin/vi /usr/bin/vi.old
  • Rinomina l'eseguibile vi in vi.old per un semplice ripristino.
ln -s /usr/bin/nano /usr/bin/vi
  • Crea un link simbolico da /usr/bin/nano a /usr/bin/vi
Ripristino di vi
unlink /usr/bin/vi
  • Rimuove il link simbolico /usr/bin/vi
mv /usr/bin/vi.old /usr/bin/vi
  • Rinomina l'eseguibile vi.old a vi

Quarto metodo

Nota: Questo metodo può essere considerato draconiano e potrebbe non essere adatto a tutti gli utenti. Tuttavia, la seguente procedura esiste come esempio di una soluzione praticabile.
Rimozione e link simbolici
# pacman -Rns vi
# ln -s /usr/bin/nano /usr/bin/vi
Panoramica dei comandi
# pacman -Rns vi
  • Utilizza pacman per rimuovere il pacchetto vi, le sue configurazioni e tute le eventuali dipendenze correlate
ln -s /usr/bin/nano /usr/bin/vi
  • Crea un link simbolico da /usr/bin/nano a /usr/bin/vi
Rispristino di vi
# unlink /usr/bin/vi
  • Rimuove il link simbolico /usr/bin/vi
# pacman -S vi 
  • Utilizza pacman per installare il pacchetto vi precedentemente disinstallato.
Nota: Non pulire -c o aggiornare -y il database dei pacchetti, se volete mantenere la versione precedentemente installata del pacchetto vi. In questo caso, gli aggiornamenti successivi richiederanno anche l'uso giudizioso dell'opzione --ignore vi (ed in modo facoltativo di --ignore glibc ncurses coreutils.

Fonti addizionali