Official repositories (Italiano)

From ArchWiki
Revision as of 18:56, 14 December 2008 by Byte (Talk | contribs) (out of date)

Jump to: navigation, search

Template:I18n links start Template:I18n entry Template:I18n entry Template:I18n entry Template:I18n entry Template:I18n entry Template:I18n entry Template:I18n links end

Tango-view-refresh-red.pngThis article or section is out of date.Tango-view-refresh-red.png

Reason: please use the first argument of the template to provide a brief explanation. (Discuss in Talk:Official repositories (Italiano)#)

Merge-arrows-2.pngThis article or section is a candidate for merging with Repository Ufficiali.Merge-arrows-2.png

Notes: Talk:Official Repositories (Italiano) (Discuss in Talk:Official repositories (Italiano)#)
Data la confusione sui repository ufficiali, questo wiki prova a spiegarne il significato:

Cenni storici

La maggioranza delle suddivisioni dei repository (depositi di software) esistono per motivi storici. Originariamente, quando Arch Linux era usata da pochissimi utenti, esisteva un solo repo, che ora è [core], chiamato [official]. Questo repository conteneva originariamente le applicazioni preferite di Judd Vinet, il creatore della distribuzione. Oggi è destinato a contenere un programma per ogni tipo di applicazione: un window manager, uno dei principali browser e così via.

In passato, alcuni utenti non gradirono la selezione di Judd, così quando ABS diventò così semplice da usare cominciarono a creare pacchetti da soli. Questi pacchetti andarono in un repository chiamato [unofficial], che fu mantenuto da altri sviluppatori oltre Judd. Alla fine, i due repo vennero entrambi considerati ugualmente supportati dagli sviluppatori, cosicchè i nomi [official] e [unofficial] non erano più adatti; furono quindi rinominati rispettivamente [current] ed [extra] alla versione 0.5.

In breve tempo, dopo la versione 2007.8.1, [current] cambiò nome in [core] per evitare confusione su cosa esattamente contenesse. I due repo sono ora praticamente uguali agli occhi degli sviluppatori e della comunità, anche se [core] ha qualche differenza; la principale è che i pacchetti conenuti nell' Install CD e nelle release snapshots sono prese solo da [core]. Questo infatti garantisce un sistema Linux completo, anche se potrebbe non essere quello desiderato.

Tra le versioni 0.5 e 0.6, ci accorse che c'erano molti pacchetti che gli sviluppatori non volevano mantenere. Uno di questi (Xentac) preparò i "Trusted User Repositories", repo non ufficiali nei quali i Trusted Users (utenti fidati) potevano inserire i pacchetti da loro creati. Un repo, [staging], ospitava i pacchetti che potevano essere promossi da uno degli sviluppatori di Arch Linux per il passaggio ai depositi ufficiali ma, a parte questo, sviluppatori e Trusted Users restarono più o meno distinti.

Il sistema funzionò per un certo periodo, successivamente i Trusted Users cominciarono a trascurare i loro repo mentre dei normali utenti desideravano condividere i propri pacchetti. Questo portò allo sviluppo di AUR e i Trusted Users furono aggregati in un gruppo più unito che ora mantiene il repo [community]. I Trusted Users sono ancora un gruppo separato dagli svilupptori di Arch Linux e non c'è molto dialogo tra di loro. Comunque, i pacchetti più popolari sono ancora talvolta promossi da [community] ad [extra].

AUR permette ai normali utenti di inviare i loro PKGBUILD per condividerli, se lo vogliono. Questi pacchetti non sono supportati e sono talvolta definiti il repo unsupported sebbene, in quanto nessun pacchetto binario venga distribuito, questo non è un vero repository. I Trusted users possono adottare pacchetti da unsupported in [community] a loro discrezione, sia perchè il pacchetto è popolare sia perchè sono interessati a mantenerlo.

Lista dei repository

[core]

Il repository [core] si trova in core/os/i686 o in core/os/x86_64 nel vostro mirror preferito. Contiene i pacchetti fondamentali di Arch e del software aggiuntivo secondo la filosofia "uno di ognuno". Dovrebbe quindi contenere un editor di testi, un gestore delle finestre e così via (naturalmente questa scelta non è seguita con troppa rigidezza). Il cd di installazione contiene semplicemente, oltre allo script di installazione, un'istantanea di questo repository

[extra]

Il repository [extra] si trova in extra/os/i686 o in extra/os/x86_64 nel vostro mirror preferito. Contiene tutti i pacchetti di Arch che non sono contenuti in [core], ad esempio software importanti come KDE o Gnome.

[unstable]

Il repository [unstable] si trova in unstable/os/i686 o in unstable/os/x86_64 nel vostro mirror preferito. Contiene software instabile o sperimentale, specialmente se la versione di sviluppo di un pacchetto diventa popolare perchè introduce modifiche che interessano a molti utenti o perchè la versione stabile non è aggiornata. Ad esempio sono presenti driver sperimentali del kernel o istantanee da svn. Contrariamente a quanto si possa credere, è perfettamente sicuro abilitare [unstable] dato che non ci sono conflitti di nomi con [core] o [extra], questo significa che i pacchetti da [unstable] sono installati solo se richiesti esplicitamente. Il repo [unstable] non è mantenuto per x86_64.

[testing]

Il repository [testing] si trova in testing/os/i686 sul vostro mirrror preferito. [testing] è speciale: contiene i pacchetti che sono candidati per [core], [extra] o [unstable]. I nuovi pacchetti vanno in [testing] se:

  • si pensa che possano rovinare qualcosa durante un aggiornamento e hanno bisogno di essere testati prima.
  • richiedono la ricompilazione di altri pacchetti. In questo caso, tutti i pacchetti che necessitano di ricompilazione sono messi prima in [testing] e vengono spostati di nuovo agli altri repo quando questa è stata effettuata.

[testing] è l'unico repo che può avere conflitti di nome con gli altri repo ufficiali e, se abilitato, deve essere il primo della lista nel file "pacman.conf". Il sistema potrebbe diventare instabile dopo un aggiornamento con [testing] abilitato e, per questo, solo utenti esperti dovrebbero usarlo.

[release]

Il repository [release] è una istantanea di [core] quando viene rilasciata una versione della distribuzione. Esiste per motivi principalmente storici e non per uso generico.

[community]

Il repository [community] si trova in community/os/i686 o community/os/x86_64 sul mirrror preferito. È mantenuto dai Trusted Users (TUs) e fa parte di Aur User Repository (AUR). Contiene i pacchetti da "AUR" che hanno avuto abbastanza voti e sono stati adottati da un TU. [community] è stato reso disponibile per x86_64 solo da poco, quindi non è ancora possibile trovare di tutto.

[unsupported]

[unsupported] non è un vero un repository: a differenza degli altri, infatti, non fornisce pacchetti binari. È usato per riferirsi alla collezione di PKGBUILD in AUR che sono stati inviati dai normali utenti, quindi il repo [unsupported] non è ufficiale.