Difference between revisions of "OpenNTPD (Italiano)"

From ArchWiki
Jump to: navigation, search
(Created page with "Category:Networking (Italiano) Category:Daemons and system services (Italiano) Category:HOWTOs (Italiano) {{i18n|OpenNTPD}} OpenNTPD (parte del progetto OpenBSD) è ...")
 
m
Line 6: Line 6:
 
OpenNTPD (parte del progetto OpenBSD) è un demone che può essere usato per sincronizzare l'orologio di sistema con time servers in internet utilizzando il Network Time Protocol, e può anche funzionare esso stesso come un time server, se necessario.
 
OpenNTPD (parte del progetto OpenBSD) è un demone che può essere usato per sincronizzare l'orologio di sistema con time servers in internet utilizzando il Network Time Protocol, e può anche funzionare esso stesso come un time server, se necessario.
  
{{Warning|''OpenNTPD'' non è attualmente mantenuto per Linux (leggere [http://bbs.archlinux.org/viewtopic.php?id=68627 questo thread]): gli utenti interessati alle sue funzionalità farebbero meglio ad usare [[NTPd (Italiano)|NTPd]].}}
+
{{Attenzione|''OpenNTPD'' non è attualmente mantenuto per Linux (leggere [http://bbs.archlinux.org/viewtopic.php?id=68627 questo thread]): gli utenti interessati alle sue funzionalità farebbero meglio ad usare [[NTPd (Italiano)|NTPd]].}}
  
 
== Installazione ==
 
== Installazione ==

Revision as of 01:07, 12 February 2011

This template has only maintenance purposes. For linking to local translations please use interlanguage links, see Help:i18n#Interlanguage links.


Local languages: Català – Dansk – English – Español – Esperanto – Hrvatski – Indonesia – Italiano – Lietuviškai – Magyar – Nederlands – Norsk Bokmål – Polski – Português – Slovenský – Česky – Ελληνικά – Български – Русский – Српски – Українська – עברית – العربية – ไทย – 日本語 – 正體中文 – 简体中文 – 한국어


External languages (all articles in these languages should be moved to the external wiki): Deutsch – Français – Română – Suomi – Svenska – Tiếng Việt – Türkçe – فارسی

OpenNTPD (parte del progetto OpenBSD) è un demone che può essere usato per sincronizzare l'orologio di sistema con time servers in internet utilizzando il Network Time Protocol, e può anche funzionare esso stesso come un time server, se necessario.

Attenzione: OpenNTPD non è attualmente mantenuto per Linux (leggere questo thread): gli utenti interessati alle sue funzionalità farebbero meglio ad usare NTPd.

Installazione

OpenNTPD può essere installato dal repository [community]:

# pacman -S openntpd

La configurazione di base è già sufficiente se si vuole solamente sincronizzare l'ora del computer locale. Per impostazioni maggiormente dettagliate, il file Template:Filename deve essere editato:

Per sincronizzarsi ad un particolare server, decommentare e inserire le direttive del "server". Si possono trovare gli URL dei server della propria area in www.pool.ntp.org/zone/@.

server ntp.example.org

Le direttive "servers" lavorano nella stessa maniera della direttiva "server", ma, nel caso in cui il nome del DNS risolvesse indirizzi IP multipli, TUTTI loro sarebbero sincronizzati. Quello di base, "pool.ntp.org" è funzionante e dovrebbe andare bene nella maggioranza dei casi.

pool.ntp.org

Qualsiasi numero di direttive di "server" o "servers" possono essere usati.

Se si desidera che il proprio computer sul quale è lanciato OpenNTPD sia anche un server d'orario, semplicemente decommentare ed editare la direttiva "listen".

Ad esempio:

listen on *

resterà in ascolto su tutte le interfacce, e

listen on 127.0.0.1

resterà in ascolto solo sull'interfaccia loopback.

Il proprio server del tempo comincerà ad offrire il servizio solo dopo essersi sincronizzato a un'alta risoluzione. Ciò può richiedere ore, o giorni, dipende dall'accuratezza del proprio sistema.

Se si desidera lanciare OpenNTPD all'avvio, aggiungere Template:Codeline alla lista DAEMONS nel proprio Template:Filename dopo il demone del proprio network.

DAEMONS=(syslog-ng network openntpd ...)

Se openntpd è usato solamente per impostare l'ora locale del proprio sistema, può essere tranquillamente messo in background.

DAEMONS=(syslog-ng network @openntpd ...)

Per vedere lo stato della sincronizzazione NTP, si visiti Template:Filename e si cerchino le linee con "ntpd".

OpenNTPD aggiusta l'orologio con piccole variazioni alla volta. Ciò è stato fatto per evitare improvvisi, grandi fluttuazioni di tempo nel proprio sistema, che potrebbero comportare problemi a servizi di sistema (ad esempio, quelli relativi a cron). Perciò, ci può volere un pò prima di correggere l'orario.

Se l'orologio non è funzionante per più di 180 secondi si può provare con "Template:Codeline" lanciato in una console. Se ntpd è già avviato, si può semplicemente riavviarlo con Template:Codeline, dal momento che il pacchetto Arch di openntpd usa la variabile "-s" di base. Si veda Template:Codeline per maggiori informazioni. Si può anche impostare l'orologio di sistema il più vicino possibile all'ora attuale e quindi permettere a OpenNTPD di completare la sintonizzazione del tempo.

Rendere openntpd dipendente dall'accesso al network

Nel caso si abbia un accesso al network intermittente (si è su un laptop, si utilizza dial-up, ecc.), non ha senso avere Template:Codeline avviato come demone di sistema all'avvio. Qui ci sono alcune maniere per controllare Template:Codeline basandosi sulla connessione network presente. Queste istruzioni dovrebbero funzionare anche per Template:Codeline come spiegato più sotto.

Usando netcfg

Se si sta utilizzando netcfg, si può anche avviare/fermare openntpd come un comando POST_UP/PRE_DOWN nel proprio profilo network:

POST_UP="/etc/rc.d/openntpd start || true"
PRE_DOWN="/etc/rc.d/openntpd stop || true"

Naturalmente, si dovrà specificare ciò manualmente per ogni profilo network.

Usando l'invio di NetworkManager

OpenNTPD può essere acceso/spento a seconda della connessione internet attraverso l'uso degli NetworkManager's dispatcher scripts. E' possibile installare gli script necessari dal repo [community]:

# pacman -S networkmanager-dispatcher-openntpd

Usando wicd

Queste istruzioni richiedono wicd 1.7.0 o più recente, che è disponibile nei repository standard di Arch. Si necessita anche di avere l'accesso alla scrittura al file Template:Filename.

Note: Ricordarsi di rendere questi due script eseguibili usando Template:Codeline

Si crei uno script shell dentro Template:Filename con il seguente contenuto:

#!/bin/sh
/etc/rc.d/openntpd start

In maniera del tutto simile, si crei un altro script di shell dentro Template:Filename con il contenuto:

#!/bin/sh
/etc/rc.d/openntpd stop

Usando l'hook dhcpcd

Un'altra possibilità è quella di usare l'hook dhcpcd per avviare e fermare openntpd. Quando dhcpcd riconosce un cambio nello stato lancerà lo script seguente:
Template:Filename
Template:Filename
Template:Filename

L'esempio seguente usa Template:Filename per avviare e fermare openntpd a seconda dello stato di dhcp:

[ "$interface" != "eth0" ] && exit 0

if $if_up; then
    pgrep ntpd &> /dev/null || /etc/rc.d/openntpd start
elif $if_down; then
    pgrep ntpd &> /dev/null && /etc/rc.d/openntpd stop
fi

Risoluzione dei problemi

Errore nella regolazione dell'ora

Se si scopre il proprio orario impostato in maniera scorretta e nei log è presente la dicitura:

openntpd adjtime failed: Invalid argument

Si provi:

ntpd -s -d

Questa è anche la maniera in cui si potrebbe voler sincronizzare manualmente il proprio sistema.

Aumenti del tempo

Avviando openntpd in background può portare ad errori di sincronizzazione tra l'ora attuale e l'orario salvato nel proprio computer. Se si scopre un aumento di differenza temporale tra l'orologio del desktop e l'ora attuale, si provi ad avviare il demone openntpd normalmente e non in background.

Inizializzazione Fallita

Openntpd potrebbe fallire ad avviarsi correttamente se viene avviato prima che il proprio network sia correttamente configurato. In alcuni casi si potrebbe voler rimuovere Template:Codeline dalla lista DAEMONS in Template:Filename e aggiungere la linea seguente in Template:Filename:

(sleep 300 && /etc/rc.d/openntpd start) &
Note: Questo metodo è un'alternativa ai quattro metodi elencati sopra. Gli altri metodi sono preferibili e lavorano meglio. Usare questo metodo solo come ultima risorsa.

Ciò farà sì che il sistema aspetti 5 minuti prima di avviare openntpd, in modo tale da dare un tempo sufficiente al sistema per configurare la connessione. Se le proprie impostazioni network cambiano spesso, si potrebbe anche considerare di riavviare il demone regolarmente tramite cron.

Vedi anche

Link esterni