Difference between revisions of "SLiM (Italiano)"

From ArchWiki
Jump to: navigation, search
(Remove not active developed note. New version is released. See [http://svn.berlios.de/svnroot/repos/slim/trunk/ChangeLog].)
(Zsh: Creata Sezione :D)
Line 81: Line 81:
  
 
Decommentare la riga e cambiare "no" in "yes" per abilitare l'autologin.
 
Decommentare la riga e cambiare "no" in "yes" per abilitare l'autologin.
 +
 +
=== Zsh ===
 +
 +
Il comando di login di default non inizializza correttamente questo ambiente ([http://www.edsel.nu/2010/06/04/slim-simple-login-manager-on-freebsd/ fonte]). Cambiare quindi la riga {{ic|login_cmd}} in:
 +
 +
#login_cmd          exec /bin/sh - ~/.xinitrc %session
 +
login_cmd          exec /bin/zsh -l ~/.xinitrc %session
  
 
=== Ambienti multipli ===
 
=== Ambienti multipli ===

Revision as of 16:59, 21 July 2012

Template:Article summary start Template:Article summary text Template:Article summary heading Template:Article summary wiki Template:Article summary end SLiM è l'acronimo di Simple Login Manager (semplice gestore di login). SLiM è un login manager semplice, leggero e facilmente configurabile, adatto per essere usato su piattaforme con poche risorse. SLiM è molto utile anche a chi vuole un login manager che non dipenda da GNOME o KDE, ed è perfetto per chi usa Xfce, openbox, fluxbox ecc.

Installazione

slim è contenuti nei Repository Ufficiali, si installa quindi facilmente con Pacman.

Configurazione

Abilitare SLiM

SLiM può essere avviato al boot come demone, editando /etc/rc.conf, oppure modificando /etc/inittab: vedere Display Manager per informazioni. Se si usa systemd abilitare: slim.service.Dbus sembra essere necessario dalla versione 1.3.3 di SLiM.

Singolo ambiente desktop

Per configurare SLiM per caricare un particolare ambiente, basta semplicemente editare il file ~/.xinitrc, in modo che sia simile al seguente:

#!/bin/sh

#
# ~/.xinitrc
#
# Executed by startx (run your window manager from here)
#

exec [session-command]

SLiM 'legge' il file ~/.xinitrc e lancia il desktop in accordo con esso. Se non si ha il file ~/.xinitrc si può usare creare a mano o copiare da /etc/skell con il seguente comando (da utente):

$ cp /etc/skel/.xinitrc ~

Il file appena creato va reso eseguibile dando, da root:

# chmod -x ~/.xinitrc

Sostituire [session-command] con il comando appropriato. Per esempio:

exec awesome
exec dwm
exec startfluxbox
exec fvwm2
exec gnome-session
exec openbox-session
exec startkde
exec startlxde
exec startxfce4
exec enlightenment_start

Per i dettagli su come avviare il proprio ambiente, fare riferimento alla relativa pagina wiki.

Nota: slim dalla versione 1.3.3 supporta nativamente Consolekit. Questo vuol dire che è fondamentale togliere ck-launch-session dal file ~/.xinitrc e slim.conf login_cmd.
. Potrebbe essere necessario abilitare dbus-launch in login_cmd, si veda #SLim e Gnome Keyring.

Autologin

Per avere un autologin con SLiM di un utente predefinito, senza che venga richiesta la password, le seguenti righe di /etc/slim.conf:

# default_user	               simone

Decommentare la riga e cambiare "simone" con l'utente che si a cui si vuole applicare l'autologin.

# auto_login	               no

Decommentare la riga e cambiare "no" in "yes" per abilitare l'autologin.

Zsh

Il comando di login di default non inizializza correttamente questo ambiente (fonte). Cambiare quindi la riga login_cmd in:

#login_cmd           exec /bin/sh - ~/.xinitrc %session
login_cmd           exec /bin/zsh -l ~/.xinitrc %session

Ambienti multipli

Se si ha il bisogno di caricare più ambienti desktop, SLiM può essere configurato in modo da poter scegliere quale.

Inserire un case statement simile a questo nel vostro file ~/.xinitrc ed editare la sessions variable in /etc/slim.conf. Si potrà scegliere la sessione al login premendo F1. Tenere in considerazione che questa caratteristica è sperimentale.

# La seguente variabile definisce la sessione che partirà se l'utente non sceglierà espicitatamente una sessione
# Source: http://svn.berlios.de/svnroot/repos/slim/trunk/xinitrc.sample


DEFAULT_SESSION=twm

case $1 in
kde)
	exec startkde
	;;
xfce4)
	exec startxfce4
	;;
icewm)
	icewmbg &
	icewmtray &
	exec icewm
	;;
wmaker)
	exec wmaker
	;;
blackbox)
	exec blackbox
	;;
*)
	exec $DEFAULT_SESSION
	;;
esac


Temi

Installare il pacchetto slim-themes:

# pacman -S slim-themes archlinux-themes-slim

Il pacchetto archlinux-themes-slim contiene numerosi temi. I temi saranno estratti in /usr/share/slim/themes. Modificare la linea current_theme in /etc/slim.conf :

nano /etc/slim.conf
#current_theme       default
current_theme       archlinux-simplyblack

Per un anteprima:

$ slim -p /usr/share/slim/themes/<theme name>

Per chiudere, scrivere 'exit' nella riga di login e premere Invio.

Molti temi per SLiM sono disponibili su AUR.


Setup schermo

È possibile personalizzare il tema di SLiM in /usr/share/slim/themes/<your-theme>/slim.theme modificando questi valori in percentuale: (il riquadro è 450 pixels per 250)

input_panel_x		50%
input_panel_y		50%

in valori espressi in pixels:

# Questi valori servono a impostare il pannello archlinux-simplyblack nel centro di uno schermo 1440x900
input_panel_x		495
input_panle_y		325
# Questi valori servono a impostare il pannello archlinux-retro nel centro di un

o schermo 1680x1050

input_panel_x          615
input_panle_y          400

Altre opzioni

Alcune cose che potrebbe essere carino provare.

Cambiare il cursore

Se si vuole cambiare il cursore di default del server grafico X è possibile installare da AUR il pacchetto slim-cursorAUR.

Ad installazione ultimata, editare il file /etc/slim.conf e decommentare la seguente riga:

cursor		left_ptr

Questo farà apparire un cursore "normale". La configurazione è data da xsetroot -cursor_name. È possibile cercare i nomi dei possibili cursori qui o in /usr/share/icons/<your-cursor-theme>/cursors/.


Condividere lo sfondo tra desktop e Slim

Un modo semplice per condividere il wallpaper tra il desktop e Slim è creare un link simbolico dal file del wallpaper del desktop al tema di default di Slim:

#  mv /usr/share/slim/themes/default/background.jpg /usr/share/slim/themes/default/background.old.jpg
# ln -s /path/to/mywallpaper.jpg /usr/share/slim/themes/default/background.jpg

Spegnere, Riavviare, Sospendere, Uscire, Aprire un terminale da SLiM

Si può spegnere, riavviare, sospendere, uscire o aprire un terminale dalla schermata di accesso di SLiM. Per farlo, inserire il valore appropriato nel campo username, e la password di root nel campo password:

  • Per aprire un il terminale, inserire console come username (xterm di defaults, altri vanno installati separatamente... editare /etc/slim.conf per cambiare le preferenze riguardanti il terminale)
  • Per spegnere il pc, inserire halt come username
  • Per riavviare il pc, inserire reboot come username
  • Per uscire al bash, inserire exit come username
  • Per sospendere il pc, inserire suspend come username (La sospensione è disabilitata per default, editare /etc/slim.conf come utente root per decommentare la linea suspend_cmd e, se necessario, modificare il comando suspend (per esempio cambiare /usr/sbin/suspend in sudo /usr/sbin/pm-suspend))

Errore di SLiM eseguito come demone

Se si avvia SLiM come demone da /etc/rc.conf e si ha un errore all'avvio potrebbe essere un problema del file di lock. SLiM crea un file lock ogni qual volta viene lanciato in /var/lock/. È quindi fondamentale che tale directory esista, in caso contrario crearla ora:

# mkdir /var/lock/ 

Errore allo spegnimento con Splashy

Se si usa Splashy in accoppiata con SLiM, qualche volta risulterà impossibile spegnere o riavviare il proprio computer. Controllare che /etc/slim.conf e /etc/splash.conf siano correttamente settati su tty7 così: DEFAULT_TTY=7 e xserver_arguments vt07.


L'icona per lo spegnimento non funziona

Se l'icona in questione non dovesse funzionare potrebbe essere un problema di permessi. Per avviare questa icona con i privilegi di root, modificare /etc/slim.conf come segue

sessionstart_cmd	/percorso/dell/immagine &

Informazioni di login

Di default SLiM non stampa alcun log. Per abilitare i log modificare così /etc/slim.conf:

 sessionstart_cmd    /usr/bin/sessreg -a -l $DISPLAY %user
 sessionstop_cmd     /usr/bin/sessreg -d -l $DISPLAY %user

Comandi di login personalizzati

È possibile usare sessionstart_cmd/sessionstop_cmd in /etc/slim.conf per avere specifiche informazioni, come ad esempio sessione, user, tema...:

 sessionstop_cmd /usr/bin/logger -i -t ASKAPACHE "(sessionstop_cmd: u:%user s:%session t:%theme)"
 sessionstart_cmd /usr/bin/logger -i -t ASKAPACHE "(sessionstart_cmd: u:%user s:%session t:%theme)"

O se si vuole un suono all'avvio di SLiM (il programma beep va installato a parte):

 sessionstart_cmd /usr/bin/beep -f 659 -l 460 -n -f 784 -l 340 -n -f 659 -l 230 -n -f 659 -l 110

SLiM e Gnome Keyring

Se si sta utilizzando SLiM per lanciare una sessione di GNOME e si hanno problemi problemi con Gnome keyring, per esempio non effettua il login automatico, aggiungere le seguenti righe in /etc/pam.d/slim (vedere questo bug):

auth       optional    pam_gnome_keyring.so
session    optional    pam_gnome_keyring.so    auto_start

e questa a /etc/pam.d/passwd:

password        optional        pam_gnome_keyring.so

Se si usa uno screensaver è necessario aggiungere:

auth    optional        pam_gnome_keyring.so

a /etc/pam.d/gnome-screensaver per esempio (rimpiazzare gnome-screensaver cone slimlock, slock o qualunque altra cosa si usi). Se questo non verrà fatto, il keyring si chiuderà all'avvio dello screensaver e non verrà recuperato il login alla ripresa.

Tuttavia, questo fix non funziona con l'aggiornamento a Gnome 2.30. Sono dunque necessari ulteriori cambiamenti desritti qui. Modificare la riga login_cmd in /etc/slim.conf:

login_cmd exec ck-launch-session dbus-launch /bin/bash -login ~/.xinitrc %session >~/.xsession-errors 2>&1

Con Gnome 3.0 invece, è tutto più facile. Aggiungere dbus-launch dopo ck-launch-session e non editare /etc/pam.d/slim.

Con Gnome 3.1 è necessario oltre che aggiungere dbus-launch dopo ck-launch-session, editare /etc/pam.d/{slim,passwd}, altrimenti il keyring non verrà sbloccato automaticamente.

La soluzione sopra illustrata e ulteriori informazioni sono disponibili qui.

Se si hanno ancora problemi con keyring ci sono altre cose da fare: Look at /etc/xdg/autostart/{gnome-keyring-gpg.desktop, gnome-keyring-pkcs11.desktop, gnome-keyring-secrets.desktop, gnome-keyring-ssh.desktop}.

Aggiungere le seguenti righe prima dell'inizializzazione del WM in ~/.xinitrc (questo è un esempio per Awesome WM):

/usr/bin/gnome-keyring-daemon --start --components=gpg
/usr/bin/gnome-keyring-daemon --start --components=pkcs11
/usr/bin/gnome-keyring-daemon --start --components=secrets
/usr/bin/gnome-keyring-daemon --start --components=ssh
/usr/bin/awesome

A login effettuato controllare che ci sia una sola istanza di gnome-keyring-daemon avviata con ps -A . Se si hanno 4 istanze non è un buon segno.


SLiM e le variabili di ambiente

Se si hanno problemi con le variabili d'ambiente che cambiano una volta effettuato il login, una causa protrebbe essere il modulo pam_env.so che, di default, legge il file /etc/environment/ e setta in modo automatico le variabili.

Può succedere ad esempio che avviando Xfce con SLiM l'emulatore di terminale non usi i caratteri Unicode, ma se Xfce è avviato da startx tutto funziona bene.

Per fixare questo si può aggiungere a /etc/environment o al file specifico dell'utente: $HOME/.pam_environment:

# Cambiare queste secondo le proprie preferenze
LANG="en_US.UTF-8"
LC_COLLATE="C"

Alternativamente, si può modificare questa linea in /etc/pam.d/slim da:

session		required	pam_env.so

a:

session		required	pam_env.so	envfile=<yourfile>

dove <yourfile> è il nome del file che si vuole far riconoscere a PAM di default ad ogni sessione di SLiM.

Settare DPI di SLiM

Di solito ci pensa X ad impostare i DPI, volendo però si può impostare una preferenza su SLiM. Settare i DPI con -dpi 96 in /etc/X11/xinit/xserverrc non funzionerà su SLiM. Si può però modificare questa riga di slim.conf da:

 xserver_arguments   -nolisten tcp vt07 

a

 xserver_arguments   -nolisten tcp vt07 -dpi 96

Usare un tema casuale

La variabile current_theme supporta l'utilizzo della virgola. Scrivere quindi separati da una virgola i temi che si intende usare. SLiM ne sceglierà uno a caso ogni volta.

Spostare l'intera sessione su un altra console

Se si avesse commentato alcuni terminali, come ad esempio 3, 4, 5 e 6, sarebbe possibile usarli come schermi. (Si potrebbe usare più display e un solo terminale) Per spostare il server grafico è necessario modifcare /etc/slim.conf . L'unica linea da modificare è:

xserver_arguments -nolisten tcp vt07

Cambiare semplicemente vt07 in vt03 (per avere X sulla tty3). Non deve esserci agetty attivo.

Montare /home al login

Si può usare pam_mount.

Tutte le opzioni di SLiM

Qui c'è una lista di tutte le opzioni di configurazione di SLiM con tutte le variabili necessarie.

Nota: welcome_msg permette 2 variabili %host e %domain
sessionstart_cmd permette %user e può anche ammettere in sessionstop_cmd
login_cmd allows %session e %theme

Vedere anche