Difference between revisions of "Samba (Italiano)"

From ArchWiki
Jump to navigation Jump to search
m (Do not use -Sy when installing packages)
m (use i18n template)
Line 1: Line 1:
 
[[Category:Networking (Italiano)]]
 
[[Category:Networking (Italiano)]]
 
[[Category:HOWTOs (Italiano)]]
 
[[Category:HOWTOs (Italiano)]]
{{i18n_links_start}}
+
{{i18n|Samba}}
{{i18n_entry|Česky|:Samba (Česky)}}
 
{{i18n_entry|Dansk|:Samba_(Dansk)}}
 
{{i18n_entry|English|:Samba}}
 
{{i18n_entry|Español|:Samba (Español)}}
 
{{i18n_entry|Italiano|:Samba (Italiano)}}
 
{{i18n_entry|Română|:Samba (română)}}
 
{{i18n_entry|Русский|:Samba (Русский)}}
 
{{i18n_entry|Türkçe|:Samba (Türkçe)}}
 
{{i18n_entry|简体中文|:Samba (简体中文)}}
 
{{i18n_entry|正體中文|:Samba 配置}}
 
{{i18n_links_end}}
 
  
 
=Installazione=
 
=Installazione=

Revision as of 11:23, 18 February 2010

This template has only maintenance purposes. For linking to local translations please use interlanguage links, see Help:i18n#Interlanguage links.


Local languages: Català – Dansk – English – Español – Esperanto – Hrvatski – Indonesia – Italiano – Lietuviškai – Magyar – Nederlands – Norsk Bokmål – Polski – Português – Slovenský – Česky – Ελληνικά – Български – Русский – Српски – Українська – עברית – العربية – ไทย – 日本語 – 正體中文 – 简体中文 – 한국어


External languages (all articles in these languages should be moved to the external wiki): Deutsch – Français – Română – Suomi – Svenska – Tiếng Việt – Türkçe – فارسی

Installazione

Prima di tutto assicuratevi di conoscere il nome del gruppo di lavoro della LAN su cui volete condividere i vostri dati. Questa informazione servirà più avanti in questa guida.

Ora procedete con l'installazione di samba, come root digitate:

 # pacman -S samba

Configurazione

Configurazione Base

Sempre come utente root spostatevi nella direcotry /etc/samba, qui troverete un file di cofigurazione di default creato da samba durante l'installazione. Potete copiarlo e rinominarco in smb.conf, cominceremo la configurazione da questo nuovo file creato:

 # cd /etc/samba
 # cp smb.conf.default smb.conf

Ora aprite il file di configurazione con il vostro editor preferito (es: nano smb.conf).

La prima sezione configura i parametri globali, la gran parte delle modifiche sarà effettuta qua. Segue un esempio di sezione Global Parameters:

 #Global Parameters
 workgroup = HOME
 netbios name = nome-della-macchina
 encrypt passwords = yes

Il parametro "workgroup" imposta il nome del gruppo del lavoro al quale volete che la macchina appartenga. Il parametro "encrypt passwords" deve essere mantenuto a "yes" a meno che in rete non siano presenti macchine Windows 95 o Windows 98, questi due sistemi infatti non supportano le password criptate. Infine il parametro "netbios name" è il nome che desiderate asseganre alla macchina su cui state lavorando all'interno della rete.

Condivisioni

Ora proseguiamo la configurazione aggiungendo delle condivisioni. La condivisione più semplice possibile sarà quella in cui un utente può accedere e scrivere nella propria home direcotry. Per fare ciò nel file smb.conf saranno presnti le righe:

 [homes]
 browseable = no
 read only = no

Se volete che tutti possano vedere i file, ma solo gli utenti appartenenti ad alcuni gruppi abbiano diritto di scrittura, allora potremmo cambiare le righe precedenti in:

 [homes]
 public = yes
 writable = yes
 write list = @nome-gruppo

Se volete che gli utenti windows una volta loggati vedano una direcotry home "pulita" (ovvero non i file nascosti non visualizzati, es: ~/.bashrc), allora la sezione homes potrebbe essre:

 [homes]
 path = /home/%u/smb
 browseable = no
 read only = no

In questo caso però assicuratevi di aggiungere smb a tutte le home directory degli utenti. Inoltre aggiungete 'smb' alla direcotry /etc/skel, in modo che tutti i nuovi utenti abbiano 'smb' aggiunto in automatico alla creazione:

  # mkdir /etc/skel/smb

Aggiungere altre condivisioni differenti dalle direcotry home non è più difficile, anzi. Aggiungiamo un'ulteriore condivisione:

 [music]
 path = /mnt/windows/Music/
 browseable = yes
 read only = yes
 valid users = Bryan, Michael, David, Jane

il parametro "path" è la posizione della direcotry che si vuole condividere. Il parametro "valid users" comunica a samba quali utenti hanno diritto di accedere a questa condivisione. Una volta aggiunte tutte le condivisioni che desiderate, salvate il file e uscite dall'editor.

NOTA: I nomi utenti inseriti nel file di configurazione DEVONO coincidere agli utenti presenti sulla macchina Linux ed è CONSIGLIATO che coincidano anche con quelli presenti sulle macchine Windows.

Creazione Utenze

Ora dobbiamo aggiungere gli utenti che vogliamo far accedere alle condivisioni alla lista degli utenti samba. Questo è possibile con il comando:

 # smbpasswd -a <username>

Seguite le istruzioni che vi vengono date, aggiungendo una password uguale a quella usata su windows e il nome utente uguale a quello usato su linux. Una volta aggiunti gli utenti desiderati la cofigurazione è praticamente finita.

Avviare il Demone

Se non lo avete ancora fatto, avviate (o riavviate) il demone di samba:

 # /etc/rc.d/samba stop
 # /etc/rc.d/samba start

Se volete che samba sia avviato automaticamente all'avvio del sistema aggiungetelo alla lista DAEMONS in /etc/rc.conf.

Ora potete provare ad accedere da una macchina Windows (dopo aver riavviato) utilizzando uno degli utenti appena aggiungti.