Synergy (Italiano)

From ArchWiki
Revision as of 11:07, 25 September 2011 by Maveloth (Talk | contribs) (changed category)

Jump to: navigation, search

This template has only maintenance purposes. For linking to local translations please use interlanguage links, see Help:i18n#Interlanguage links.


Local languages: Català – Dansk – English – Español – Esperanto – Hrvatski – Indonesia – Italiano – Lietuviškai – Magyar – Nederlands – Norsk Bokmål – Polski – Português – Slovenský – Česky – Ελληνικά – Български – Русский – Српски – Українська – עברית – العربية – ไทย – 日本語 – 正體中文 – 简体中文 – 한국어


External languages (all articles in these languages should be moved to the external wiki): Deutsch – Français – Română – Suomi – Svenska – Tiếng Việt – Türkçe – فارسی

Synergy permette di condividere facilmente un mouse ed una tastiera tra più computer (anche con differenti sistemi operativi) senza la necessità di hardware specifico. È stato concepito per utenti con più computer sulla propria scrivania, dato che ogni sistema utilizza il proprio (o i propri) monitor.

Per reindirizzare mouse e tastiera è sufficiente muovere il mouse oltre il bordo dello schermo. Synergy, poi, unifica la funzione del copia-incolla tra i vari sistemi, in maniera da poter copiare qualcosa da un computer ed incollarlo su un altro. Inoltre sincronizza gli screen saver in maniera che si avviino e terminino insieme e, se il blocco dello schermo è abilitato, è sufficiente inserire la password in uno solo per sbloccarli tutti.

Installazione

Arch Linux

È possibile reperire Synergy dal repository Community:

Template:Cli

Windows e Mac OS X

Scaricare ed eseguire l'installatore più recente dal sito ufficiale.

Compilare i sorgenti

Anzitutto scaricare e compilare il codice sorgente per creare i binari synergyc e synergys dal repo svn.

Template:Command

Poi cambiare l'owner;group a root:root e copiare i binari creati nel proprio $PATH, ad esempio Template:Filename. Template:Command

Suggerimento: Sono anche disponibili le versioni BETA di Synergy.

Pre-configurazione

Determinare gli indirizzi IP e gli hostname per ogni macchina ed assicurarsi che ognuna abbia un file hosts settato correttamente.

Template:File

Nota: Controllare che i client riescano a comunicare con il server.

Configurazione del server

Leggere Formato del File di Configurazione di Synergy per una descrizione dettagliata di tutte le sezioni ed opzioni disponibili.

Arch Linux

Il file di configurazione per Arch Linux si trova in Template:Filename. Se tale file non esiste, crearlo basandosi su Template:Filename, i cui commenti dovrebbero fornire sufficienti informazioni per una configurazione di base; se si ha bisogno di approfondimenti, leggere la guida citata sopra.

Suggerimento: È anche possibile usare quicksynergy oppure qsynergy, che forniscono una GUI per semplificare la procedura di configurazione.

Per avviare il demone server, eseguire:

Template:Cli

Se si verificano dei problemi e si desidera eseguire il server in foreground (mostrando l'output nella console), si può invece eseguire:

Template:Cli

Se si vuole avviare il demone server di Synergy ad ogni avvio di Arch Linux, si può aggiungere Template:Codeline all'array dei demoni in Template:Filename:

Template:File

Windows

  1. Aprire il programma Synergy
  2. Selezionare l'opzione Server (share this computer's mouse and keyboard)
  3. Selezionare Configure interactively
  4. Cliccare il pulsante Configure Server...
  5. Questo apre una finestra nella quale si possono aggiungere schermi a seconda di quanti computer/schermi si hanno: basta trascinare l'icona dello schermo dall'angolo in alto a destra fino nell'area degli schermi, e poi farci doppio click per modificare la sua configurazione
  6. Cliccare su OK per chiudere la finestra degli schermi quando si è pronti, poi cliccare su Start per avviare il client

Su Windows, la configurazione viene salvata per default in un file Template:Filename, ma il suo nome e il percorso possono essere modificati a piacere.

Se si vuole avviare il server ad ogni avvio di Windows bisogna lanciare Synergy come amministratore, poi andare se Edit -> Services e selezionare Install nella sezione Server; notare che al riavvio seguente Synergy sarà sì autoavviato, ma l'icona nell'area notifiche non si mostrerà automaticamente )almeno nella versione 1.4.2 beta su Windows 7). Per disinstallare il servizio bisogna fare la stessa cosa ma ovviamente selezionando Uninstall.

Se si vuole avviare il server dalla linea di comando, questa è una linea che si può mettere in un file .bat o semplicemente eseguirla da cmd.exe:

Template:Cli

Consultare la documentazione ufficiale per maggiori informazioni.

Mac OS X

Mac OS X ha una configurazione simile a UNIX: consultare la documentazione ufficiale per maggiori informazioni.

Esempi di configurazione

Questo è un esempio per una configurazione a 3 computer:

Template:File

Questo dovrebbe essere l'esempio fornito insieme al pacchetto di Arch Linux:

Template:File

Il seguente è un esempio più personalizzato:

Template:File

Configurazione dei client

Nota: Si presuppone che sia stato correttamente configurato un server. Assicurarsi che ci sia già un server pronto ad accettare dei client prima di continuare.

Arch Linux

Nella finestra di un terminale, digitare:

Template:Cli

Oppure, per eseguire synergy in foreground (mostrando l'output nella console):

Template:Cli

In queste linee, server-host-name è l'hostname del server.

Autoavvio

Esistono vari modi per autoavviare il client per Synergy, ed effettivamente sono i soliti metodi che possono essere usati per ogni altra applicazione.

Nota: In ognuno dei seguenti esempi bisogna sempre sostituire server-host-name con il nome reale del server.


Template:File

The following is an alternative:

Template:File


  • Altrimenti, se si sta usando un Display Manager (kdm, gdm, SLiM, ...), oppure un window manager standalone (Openbox, ...), è possibile sfruttare il suo script di startup e aggiungerci:
synergyc server-host-name

o, nel caso si sia creato il demone synergyc daemon (leggere più sotto):

/etc/rc.d/synergyc stop   #verify synergy is closed
/etc/rc.d/synergyc start

Ad esempio, se si usa kdm si dovrebbe modificare Template:Filename.


  • Si può anche avviare synergyc direttamente nella init chain aggiungendo le righe seguenti a Template:Filename:

Template:File


Template:File


L'autoavvio di Synergy è documentato anche nella sua pagina ufficiale di riferimento.

Windows

Dopo l'installazione, aprire il programma Synergy.

Selezionare l'opzione Client (use another computer's keyboard and mouse) e digitare l'hostname del server nella casella di testo.

Cliccare su Start per avviare il client. Per terminare il client si può usare l'icona nell'area notifiche.

Se si vuole avviare il client ad ogni avvio di Windows bisogna lanciare Synergy come amministratore, poi andare se Edit -> Services e selezionare Install nella sezione Client; notare che al riavvio seguente Synergy sarà sì autoavviato, ma l'icona nell'area notifiche non si mostrerà automaticamente )almeno nella versione 1.4.2 beta su Windows 7). Per disinstallare il servizio bisogna fare la stessa cosa ma ovviamente selezionando Uninstall.

Se si vuole avviare il client dalla linea di comando, questa è una linea che si può mettere in un file .bat o semplicemente eseguirla da cmd.exe:

Template:Cli

Questo viene eseguito in background come un servizio.

Mac OS X

Individuare il programma synergyc nella cartella synergyc e trascinarlo nella finestra del terminale: vi apparirà in suo percorso completo. Ora aggiungere in fondo l'hostname del server in maniera che il comando completo somigli a questo:

Template:Cli

Poi premere Invio.

Problemi conosciuti

Se Arch viene usato come client in un'installazione di synergy, il server potrebbe non essere in grado di riattivare il monitor del client. Ci sono alcune soluzioni per questo, come eseguire il comando seguente via ssh, se ACPI è abilitato: Template:Cli

Risoluzione di problemi

Se si hanno problemi con la ripetizione dei tasti sul computer client (host linux), digita semplicemente: Template:Cli in una console.

La documentazione ufficiale ha una pagina per le FAQ e una per la risoluzione dei problemi.

Link esterni