Difference between revisions of "Thunar (Italiano)"

From ArchWiki
Jump to: navigation, search
m (Configurazione: aggiornamento errore samba..)
m (Thunar Shares: aggiornato template)
Line 133: Line 133:
 
====Installazione====
 
====Installazione====
  
Installare il pacchetto [https://aur.archlinux.org/packages.php?ID=24152 thunar-shares-plugin] da [[AUR (Italiano)|AUR]].
+
Installare il pacchetto {{aur|thunar-shares-plugin}} da [[AUR (Italiano)|AUR]].
  
 
====Configurazione====
 
====Configurazione====

Revision as of 11:54, 14 April 2012

This template has only maintenance purposes. For linking to local translations please use interlanguage links, see Help:i18n#Interlanguage links.


Local languages: Català – Dansk – English – Español – Esperanto – Hrvatski – Indonesia – Italiano – Lietuviškai – Magyar – Nederlands – Norsk Bokmål – Polski – Português – Slovenský – Česky – Ελληνικά – Български – Русский – Српски – Українська – עברית – العربية – ไทย – 日本語 – 正體中文 – 简体中文 – 한국어


External languages (all articles in these languages should be moved to the external wiki): Deutsch – Français – Română – Suomi – Svenska – Tiếng Việt – Türkçe – فارسی

Thunar è un file manager che ha l'obiettivo di essere veloce, leggero e facile da usare. E' parte integrante del desktop XFCE, ma è possibile usarlo anche in maniera indipendente. Ciò lo rende molto attraente per utenti di vari window manager autonomi, come Openbox, Awesome e anche Compiz se usato in maniera standalone.

Installazione

thunar è presente nei repository ufficiali, quindi è facilmente installabile tramite pacman.

Se si ha già installato Xfce4 sul proprio sistema, si avrà già installato sicuramente anche Thunar.

Automount

Per quanto riguarda l'automount, thunar (come tutto Xfce4) è in una fase ti transizione da HAL e ThunarVFS (ora deprecati) a GIO, ConsoleKit, PolicyKit e udev. (Notizia del 16 Agosto 2011)

Installazione

Per abilitare l'automount i pacchetti gvfs e polkit-gnome sono fondamentali. Entrambi sono presenti nei repositories ufficiali. Senza polkit-gnome XFCE non sarà in grado di chiedere l'autorizzazione all'utente per montare le partizioni interne, operazione che richiede sempre la password su Arch Linux.

Sarà necessario riavviare il sistema dopo l'installazione di questi pacchetti.

Gruppo Storage

Prima di tutto assicurarsi che il proprio utente faccia parte del gruppo storage.

$ groups
lp wheel games video audio optical storage scanner power users

Se si nota che l'utente non è in storage, aggiungerlo adesso con:

# usermod -a -G storage <user>

ConsoleKit/PolicyKit

Se si sta usando un display manager per avviare il proprio window manager o desktop environment, cercare nella documentazione specifica del display manager come avviare la sessione di PolicyKit. Per esempio, avviare PolicyKit usando SLiM

Se non si sta usando un display manager, includere ck-launch-session e dbus-launch (in quest ordine) prima del comando per lanciare il WM o il DE in xinitrc: leggere la wiki specifica del vostro window manager o desktop environment, ad esempio Xfce.

Un esempio di ~/.xinitrc:

exec ck-launch-session dbus-launch <your wm>

Notare che ck-launch-session va messo PRIMA di dbus-launch. In caso non si seguisse questa regola si sarebbe "Non autorizzati" a montare i propri dispositivi. Si prenda visione di questo thread sul forum internazionale e questo bug report FS#25031.

Se non si sta usando un display manager e si hanno problemi a montare automaticamente i dispositivi, leggere questo articolo.


GVFS e problemi con il cestino

Se ci sono ancora problemi con l'automount si avrà bisogno del pacchetto GVFS installabile dai repositories ufficiali.

Questo renderà anche accessibile il cestino, che prima mostrava sull'icona un cerchio rosso con una croce bianca e probabilmente restituiva a ogni tentativo si svuotamento:

FAILED TO CONNECT TO THE TRASH. Operation not supported.

Problemi di mount dopo l'aggiornamento di un pacchetto

Potrebbe succedere che dopo un aggiornamento il mount che prima funzionava ora non funzioni più, dicendo come errore "Not Authorized". La soluzione è riconfigurare PolicyKit in modo da permettere tale operazione agli utenti del gruppo "storage". Editare in questo modo da root il file
/etc/polkit-1/localauthority/50-local.d/10-storage-group-mount-override.pkla
[storage group mount override]
Identity=unix-group:storage
Action=org.freedesktop.udisks.filesystem-mount
ResultAny=yes
ResultInactive=yes
ResultActive=yes

Il risultato dovrebbe vedersi istantaneamente.

Thunar Volume Manager

Thunar supporta già di suo il montaggio\smontaggio delle periferiche, questo plugin però fornisce funzionalità aggiuntive, come la possibilità di eseguire comandi particolari alla connessione di una periferica o di aprire automaticamente una finestra di Thunar per una periferica appena montata.

Installazione

Per installarlo, basterà installare il relativo pacchetto:

# pacman -S thunar-volman

Configurazione

È possibile configurare l'esecuzione di certe azioni alla connessione di videocamere o player audio. Dopo aver installato il plugin:

  1. Lanciare Thunar e aprire le Preferenze
  2. Sotto la scheda 'Avanzate', spuntare la casella 'Abilita la gestione dei volumi'
  3. Montare hard disk quando vengono accesi
  4. Montare USB appena inserite
  5. Cliccare su Configura e fare le modifiche desiderate (qui sotto, un esempio)

Per impostare l'apertura di Amarok all'inserimento di un cd audio,

Multimedia - CD Audio: amarok --cdplay %d

Consigli utili

Usare Thunar per esplorare cartelle remote

Da Xfce 4.8 e Thunar 1.2 è possibile esplorare cartelle remote (server FTP o cartelle condivise con Samba) direttamente in Thunar. Una funzionalità simile è disponibile anche con GNOME e KDE. Il pacchetto necessario per questa funzionalità è installabile con :

#pacman -S gvfs gvfs-smb

Dopo aver riavviato X ci sarà un link "Network" nella barra laterale di Thunar e le directory remote si potranno aprire agevolmente con questi URIs nella cartella di dialogo: smb://, ftp:// e ssh:// .

Eseguire in Modalità Demone

Thunar può essere eseguito in modalità demone. Questo comporta una serie di vantaggi, primo fra tutti una maggiore velocità nell'apertura delle finestre di Thunar (poichè appunto esso sarà in esecuizione in background) all'inserimento, ad esempio, di una chiavetta USB.

Per farlo partire in questa modalità, è possibile utilizzare il file .xinitrc o uno script di autostart (come quello di Openbox, il file ~/.config/openbox/autostart). Un metodo vale l'altro, sta all'utente scegliere quale utilizzare.

Per eseguirlo in questa modalità, è semplicemente necessario lanciare Thunar tramite il comando:

thunar --daemon &

Eliminazio dei conflitti

Se si stanno usando hal e autofs contemporaneamente, si potrebbe avere un blocco in hal-mtab. Per evitare che questo accada è consigliabile usare solo uno di questi.

Se l'automount non dovesse funzionare e l'avvio viene fatto leggendo il file .xinitrc la soluzione è cambiare:

exec <your wm>

in

exec ck-launch-session <your wm>

Tema icone

Se si sta usando thunar all'infuori di GNOME o Xfce certi file di configurazione potrebbero venire meno. Il file che regola l'aspetto di tutte le applicazioni che sfruttano le gtk2 è ~/.gtkrc-2.0. Per avere ad esempio le icone "Tango", aggiungere:

gtk-icon-theme-name = "Tango"

Naturalmente è fondamentale avere installato il pacchetto gnome-icon-theme:

# pacman -S gnome-icon-theme

Partenza lenta "da freddo"

Alcuni utenti lamentano un avvio lento di Thunar la prima volta che viene avviato. Ciò è dovuto al fatto che gvfs attua un controllo sulla rete e Thunar non si avvio fino a che questo processo è in corso. per cambiare questa caratteristica editare il file:
$ /usr/share/gvfs/mounts/network.mount
e cambiare AutoMount=true in AutoMount=false.

Altri plugins e addons

Molti plugins sono parte del pacchetto xfce4-goodies

Thunar Archive Plugin

Thunar Archive Plugin è un frontend per programmi di archiviazione come File Roller, Ark, o Xarchiver che permette un'integrazione tra uno di questi programmi e il menu di Thunar.

Installazione

Questo plugin è nei repository ufficiali, quindi facilmente installabile con pacman:

# pacman -S thunar-archive-plugin

Thunar Media Tags Plugin

Il plugin media tags mostra informazioni dettagliate sui tag dei file multimediali. Supporta tag su ID3 (MP3) e Ogg/Vorbis. È in grado anche di rinominare i tags di molti file contemporaneamente.

Installazione

Thunar Media Tags è installabile con:

# pacman -S thunar-media-tags-plugin

Miniature

Thunar si basa su un programma esterno chiamato tumbler per generare le miniature. tumbler è installabile con pacman in quanto presente in [extra]. Installare ffmpegthumbnailer permette anche di generare miniature di video.

Thunar Shares

Thunar Shares è un plugin che permette di condividere cartelle usando Samba da Thunar da utente semplice.

Installazione

Installare il pacchetto thunar-shares-pluginAUR da AUR.

Configurazione

This marks the named objects for automatic export to the environment of subsequently executed commands:

# export USERSHARES_DIR="/var/lib/samba/usershares"
# export USERSHARES_GROUP="sambashare"

Questo crea la directory var/lib/samba:

# mkdir -p ${USERSHARES_DIR}

Questo crea il gruppo sambashare:

# groupadd ${USERSHARES_GROUP}

Questo cambia i permessi alla directory appena creata dandoli agli utenti del gruppo sambashare:

# chown root:${USERSHARES_GROUP} ${USERSHARES_DIR}

Questo cambia i permessi delle directory in modo che gli utenti che fanno parte del gruppo sambashare abbiano la possibilità di aprire le suddette directory in lettura e scrittura:

# chmod 01770 ${USERSHARES_DIR}

Usare il proprio editor preferito per creare il file /etc/samba/smb.conf

# nano /etc/samba/smb.conf

Usare questo file di configurazione smb.conf:

/etc/samba/smb.conf
  ##This is the main Samba configuration file. You should read the
  ##smb.conf(5) manual page in order to understand the options listed
  ##here. Samba has a huge number of configurable options (perhaps too
  ##many!) most of which are not shown in this example
  ##
  ##For a step to step guide on installing, configuring and using samba, 
  ## read the Samba-HOWTO-Collection. This may be obtained from:
  ##  http://www.samba.org/samba/docs/Samba-HOWTO-Collection.pdf
  ##
  ## Many working examples of smb.conf files can be found in the 
  ## Samba-Guide which is generated daily and can be downloaded from: 
  ##  http://www.samba.org/samba/docs/Samba-Guide.pdf
  ##
  ## Any line which starts with a ; (semi-colon) or a # (hash) 
  ## is a comment and is ignored. In this example we will use a #
  ## for commentry and a ; for parts of the config file that you
  ## may wish to enable
  ##
  ## NOTE: Whenever you modify this file you should run the command "testparm"
  ## to check that you have not made any basic syntactic errors. 
  ##
  #[global]
  #  workgroup = WORKGROUP
  #  security = share
  #  server string = My Share
  #  load printers = yes
  #  log file = /var/log/samba/%m.log
  #  max log size = 50
  #  usershare path = /var/lib/samba/usershares
  #  usershare max shares = 100
  #  usershare allow guests = yes
  #  usershare owner only = yes
  #  
  #
  # #Windows Internet Name Serving Support Section:
  #
  # #WINS Support - Tells the NMBD component of Samba to enable it's WINS Server
  #;   wins support = yes
  #
  ## WINS Server - Tells the NMBD components of Samba to be a WINS Client
  ##	Note: Samba can be either a WINS Server, or a WINS Client, but NOT both
  #;   wins server = w.x.y.z
  #
  ##WINS Proxy - Tells Samba to answer name resolution queries on
  ## behalf of a non WINS capable client, for this to work there must be
  ## at least one	WINS Server on the network. The default is NO.
  #;   wins proxy = yes

Salvare il file e aggiungere il proprio utente al gruppo "sambashares" :

# usermod -a -G <USERSHARES_GROUP> your_username

Riavviare il demone Samba:

# /etc/rc.d/samba restart

Effettuare un log out e poi riloggarsi. Ora è possibile condividere ogni directory tramite una voce del menu raggiungibile con il click-destro. Se dovesse apparire l'errore You are not the owner of the folder provare a riavviare il sistema. Per avere Samba sempre attivo aggiungere il demone al file /etc/rc.conf. Per maggiori informazioni, visitare la wiki di Samba.

Azioni personalizzate

Questa sezione tratta delle utilissime azioni personalizzabili che si trovano in Modifica -> Imposta azioni personalizzate. Molti esempi possono essere trovati sulla wiki di thunar.

Scanione virus

È necessario installare clamav e clamtk.

Nome Comando File patterns Appears if selection contains
Scan for virus clamtk %F * Select all


Link a Dropbox

Azione
Nome Comando File patterns Appears if selection contains
Link a Dropbox ln -s %f /path/to/DropboxFolder * Directories, other files

Se si usano molti link simbolici a cartelle o file, sarebbe più utile e veloce mettere questi nella cartella Invia a del menu contestuale per evitare che questo diventi troppo ingombrante una volta aperto. Questa è un'operazione facile, richiede i file .desktop in ~/.local/share/Thunar/sendto per ogni azione da eseguire. Per esempio, volendo creare un link simbolico alla cartella di dropbox, bisogna creare il file dropbox_folder.desktop con il seguente contenuto. Dopo ogni azione personalizzata Thunar va riavviato (se si usa thunar demonizzato va riavviato il demone).

[Desktop Entry]
Type=Application
Version=1.0
Encoding=UTF-8
Exec=ln -s %f /percorso/alla/cartella/dropbox
Icon=/usr/share/icons/dropbox.png
Name=Dropbox

Links e Riferimenti