Trayfreq (Italiano)

From ArchWiki
Revision as of 18:56, 26 June 2010 by Simandr (Talk | contribs) (traduzione completa Trayfreq)

(diff) ← Older revision | Latest revision (diff) | Newer revision → (diff)
Jump to: navigation, search

This template has only maintenance purposes. For linking to local translations please use interlanguage links, see Help:i18n#Interlanguage links.


Local languages: Català – Dansk – English – Español – Esperanto – Hrvatski – Indonesia – Italiano – Lietuviškai – Magyar – Nederlands – Norsk Bokmål – Polski – Português – Slovenský – Česky – Ελληνικά – Български – Русский – Српски – Українська – עברית – العربية – ไทย – 日本語 – 正體中文 – 简体中文 – 한국어


External languages (all articles in these languages should be moved to the external wiki): Deutsch – Français – Română – Suomi – Svenska – Tiếng Việt – Türkçe – فارسی

Introduzione

Trayfreq è un'applicazione GTK+ rilasciata sotto licenza GPL che permette di selezionare i profili di consumo della CPU o la sua frequenza attraverso un'icona dal pannello di sistema, e mostrare informazioni sulla batteria. Trayfreq è pensato per essere indipendente dal Desktop Environment, quindi dipende solo dalle librerie GTK+ e da un pannello di sistema nel quale essere eseguito. Trayfreq è il compagno perfetto per GNOME, Xfce, LXDE, o altri Window Manager (Openbox, Fluxbox, ecc...).

Caratteristiche

  • Mostra un'icona che riporta la relativa frequenza della CPU
  • Quando viene cliccata l'icona della CPU con il tasto destro, viene fornito un menu dal quale modificare profili e frequenze della CPU scelta
  • Quando viene cliccata l'icona della CPU con il tasto sinistro, viene eseguito un comando da impostare nel file di configurazione (di default, non viene eseguito nulla)
  • Mostra un'icona che riporta lo stato della batteria (In carica, In scarica, Carica) e la sua carica corrente (opzionale)
  • Gestione dei profili della CPU in base allo stato della batteria.
  • Leggero, indipendente dal Desktop Environment

Versione più recente

0.2.x.dev1-3

Installazione

Installare trayfreq da AUR. Si consiglia di usare uno degli AUR Helpers.

Configurazione di sistema

Lo scaling della CPU richiede un kernel che implementi questa funzione o il caricamento di un modulo adatto. Se si rientra nel primo caso, non vi è bisogno di alcuna operazione aggiuntiva. Se il kernel non presenta questa capacità, seguire i passi qui riportati:

Caricamento dei moduli

La maggior parte dei computer sfrutta il modulo acpi-cpufreq. Configurazioni specifiche utilizzano anche moduli come p4-clockmod, powernow-k6, powernow-k7, powernow-k8, e speedstep-centrino.

Per caricare il modulo, utilizzare modprobe:

# modprobe acpi-cpufreq

Per caricare automaticamente il modulo all'avvio, aggiungerlo al file Template:Filename:

# MODULES=( ... acpi-cpufreq ... )

Configurazione dei profili CPU

Alcuni profili della CPU potrebbero non essere precompilati nel kernel in uso, ma possono sempre essere aggiunti Template:Filename per venire caricati automaticamente all'avvio. Anche questa volta, modificare Template:Filename per aggiungere i profili CPU necessari.

# MODULES=( ... cpufreq-powersave cpufreq-userspace cpufreq-ondemand ... )

Conigurazione di Trayfreq

A questo punto, si deve modificare il file di configurazione di trayfreq.

$ cp /usr/share/trayfreq/trayfreq.config ~/.trayfreq.config
$ nano ~/.trayfreq.config

Tutte le righe saranno commentate; decommentarle per utilizzare le funzioni proposte. Dando un'occhiata alle opzioni...

Nota: Si noti che, se quest'ultima opzione è attiva, il profilo corrente viene ignorato.

File d'esempio:

[events]
activate=/usr/bin/showbatt
[governor]
default=ondemand
[battery]
show=1
governor=powersave
[ac]
governor=ondemand
#[frequency]
#default=800000


Se si desidera, un file di configurazione può essere inserito nella cartella home, ma questo gestisce Trayfreq solo se l'icona nel pannello è attiva. Il file dovrebbe chiamarsi Template:Filename; se esiste, Trayfreq non punterà a Template:Filename per configurarsi.

Note

Un file .desktop viene generato in /etc/xdg/autostart/. Esso partirà automaticamente una volta installato. Se non si vuole l'avvio automatico, basta aprire lo Startup Manager del Desktop Enviroment (come Applicazioni d'avvio in GNOME) e deselezionare Trayfreq.

Link esterni